Martedì, 26 Gennaio 2021

ATTUALITA' NEWS

Dal social nasce il gruppo crotonese ''Hope": ripulita spiaggia a Capocolonna

Posted On Mercoledì, 10 Giugno 2020 17:18 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«"Ma, dammi la mano e torna vicino può nascere un fiore nel nostro giardino, che neanche l'inverno potrà mai gelare, può crescere un fiore da questo mio amore per te”: sono alcune frasi tratte da una strofa del magnifico capolavoro scritto da Riccardo Cocciante, parole impresse nella nostra mente e nel nostro cuore, in particolare quelle della versione interpretata 'magistralmente' dal nostro conterraneo Rino Gaetano». 

A scrivere sono i ragazzi dell'associazione ambientalista "Hope", acronimo di " Helping our planet earth" e vocabolo che dall'inglese si traduce con la parola "speranza". Sono Giada, Mariapaola, Emanuele, Francesco, Domenico, Antonio, Simone. Tutti insieme lo scorso 7 giugno hanno pulito la spiaggia situata sotto l'oasi naturalistica del "Martin pescatore" a Capo Colonna.

«E in questi concetti - si legge in una nota - che ritroviamo tutta la poesia, la purezza e gli ideali di una giovanissima crotonese Giada Grotteria, che nell'intervista pubblicata il 16 febbraio 2020 dichiara: "Questa è un'azione per sensibilizzare la cittadinanza, una proposta libera per il bene della città, un fiore nato appunto spontaneamente per sensibilizzare al bene comune".  Stiamo parlando di un'iniziativa nata sui social. Un paio di messaggi su WhatsApp e un evento creato su Facebook, ha fatto si che un gruppo di cittadini armati di buste e guanti si ritrovasse nei pressi della passerella per ripristinare la condizione della spiaggia, luogo deturpato dall'inciviltà e dal degrado che da diversi anni la città continua a subire nell'indifferenza di molti. Tuttavia il messaggio lanciato da Giada, ha avuto l'effetto onda che genera un sasso lanciato in uno specchio d'acqua. Il primo appuntamento ha attirato l'attenzione di diversi cittadini, gente che ha scelto di non rimanere indifferente, ma ispirati dal nobile gesto della giovane crotonese, decide di affiancarla in un secondo evento. Lo scenario è identico, buste e guanti sono le uniche armi imbracciate dal gruppo di guerriglieri, cambia solo il campo di battaglia. Un altro pezzo di spiaggia a cui viene restituita la sua naturale bellezza. L'entusiasmo è elevato, l'iniziativa riscuote innumerevoli consensi, ma da lì a pochi giorni sorge un ostacolo prorompente. La pandemia blocca l'intero mondo, ma non le menti dei ragazzi. Le diverse videoconferenze durante il lockdown danno vita ad una 'tempeste d'idee', con uno scopo comune, "sensibilizzare" più gente possibile. L'ambiente in cui viviamo è la risorsa più importante che bisogna tutelare. Da qui, il gruppo di volontari, decide di creare il progetto Hope. Hope è l'acronimo di " Helping our planet earth", ovvero "aiutando il nostro pianeta terra". Ispirati dai valori di GreenPeace e Wwf, il cui gruppo si è prefissato di vivere secondo i principi che tutelano e rispettano la natura e qualsiasi essere vivente, con la speranza (da qui la parola Hope) che questo modo di vivere possa essere un esempio per tutti. Il primo evento firmato Hope si è registrato nella caldissima giornata del 7 giugno 2020, questa volta i ragazzi hanno preso d'assalto la piccola spiaggia sita a poche centinaia di metri dal promontorio Lacinio di Capocolonna. Una quindicina di bustoni colmi di materiali di diverso genere, una porzione di una imbarcazione arenata sulle rocce, alcuni tubi per l'irrigazione e siringhe sparse, sono alcuni degli oggetti rinvenuti davanti gli occhi di alcuni bagnanti. Cittadini che non hanno esitato a manifestare e mostrare tutta la loro gratitudine per aver reso pulito e sicuro, un piccolo "angolo di Paradiso". Complimenti che hanno scaldato il cuore del gruppo di ragazzi, persone spinte da un forte senso civico che non desiderano altro che lanciare il messaggio "Save the world". Affinché questo messaggio si espandi a macchia d'olio, i volontari hanno realizzato in proposito una pagina Facebook nella quale verranno inserite tutte le varie iniziative future e che potrete consultare al seguente link. Il seme è stato piantato e a Mano a Mano questo Fiore crescerà».