fbpx
Sabato, 13 Agosto 2022

ATTUALITA' NEWS

Fondi Ue, Pst e Net firmano protocollo con gli ingegneri per sviluppo di progetti e candidature bandi

Posted On Venerdì, 15 Gennaio 2016 17:51 Scritto da

spano bruni manoPst e Net firmano il primo protocollo con l'Ordine degli ingegneri. ll Parco Scientifico Pst-Kr ed il Polo Net con l'Ordine degli ingegneri di Crotone hanno stipulato un Protocollo d'intesa che ha la finalità di supportare i professionisti alla partecipazione a bandi regionali, nazionali ed europei. La Legge di stabilità contiene - per la prima volta - misure che agevolano il lavoro autonomo e professionale mentre, fino ad oggi, i bandi escludevano i professionisti in quanto si richiedeva l'iscrizione al registro delle imprese o alla Camera di commercio. Oggi, invece, le risorse messe a disposizione da Bruxelles, per il periodo 2014 2020, saranno destinate anche ai liberi professionisti, equiparati alle piccole e medie imprese, in quanto, anche loro, sono individuati quali esercenti attività economiche. «Il Pst - informa una nota - intende accompagnare i professionisti allo sviluppo di progetti e alla compilazione delle candidature. In questo senso è indirizzato il protocollo che ha l'obiettivo di avviare un processo di programmazione e sperimentazione di programmi di ricerca e sviluppo tecnologico per le imprese, i professionisti, le associazioni. Da giorno 19 gennaio, inizieranno gli incontri con gli ingegneri che avranno ad oggetto, da parte della Net (per i temi ambiente-energia) e del Pst-Kr, (per tutti gli altri ambiti), la presentazione dei bandi in uscita, la selezione dei bandi di interesse, il confronto e la raccolta di idee progettuali, la definizione del gruppo di lavoro, la compilazione formulari e la presentazione candidature. Le parole chiave, dunque, saranno: diffusione e condivisione di conoscenze, competenze e know-how indirizzate verso l'innovazione di prodotti e processi produttivi delle imprese. Il Parco Scientifico e Net intendono, dunque, mettere i professionisti nella condizione di vincere le sfide derivanti dall'apertura di nuovi mercati, unendo le forze presenti sul territorio».