Lunedì, 21 Settembre 2020

ATTUALITA' NEWS

«Installare la statua dell'ex partigiano Claudio Crea sulla rotonda dell'omonima strada»: lo chiede il figlio

Posted On Lunedì, 01 Febbraio 2016 18:47 Scritto da

crea statua collageGiuseppe Crea, figlio di Claudio (eroe di guerra, distintosi nella Seconda guerra mondiale in Grecia e Albania), sollecita al Comune l'installazione della statua fatta realizzare in onore a suo padre sulla rotonda che si trova nell'omonima via a Crotone. La famiglia Crea ha infatti chiesto e ottenuto che l'opera fosse realizzata a spese proprio, ma che venisse sistemata nell'area di pertinenza, incassando l'ok del Come secondo quanto riferisce Crea. «Il 25 gennaio scorso - scrive Giuseppe Crea - "Mese della Memoria" alle ore 12 è arrivata la statua di Claudio Crea, eroe melissese e crotonese di grande umanità e altruismo, distintosi nella Seconda guerra mondiale in Grecia e Albania. Claudio Crea, come documentato con foto, ha diviso il misero rancio con dei bambini in Albania e con testimonianze, interviste, lettere e filmati, nei campi di concentramento in Germania ha salvato ex internati. La statua - spiega Crea - è stata depositata presso il negozio di fiori di Pino Cosentino adiacente al Cimitero. La stessa famiglia si è messa a completa disposizione per scaricare nel pomeriggio davanti la cappella gentilizia della famiglia di Claudio Crea. Il sottoscritto, Giuseppe Crea, figlio di Claudio, a nome della mia famiglia ho scritto una lettera datata e protocollata in data 4 febbraio 2011, all'assessore ai Lavori pubblivi del Comune di Crotone Domenico Mellace. Nella missiva - rende noto Crea - si manifestava l'intenzione di regalare alla città di Crotone e ai suoi cittadini, una statua di mio padre. Il 21 febbraio 2011, ho ricevuto una lettera dello stesso assessore, con la quale mi ringraziava per l'omaggio e, di comune accordo con il sindaco, si erano determinati ad accogliere l'iniziativa. Nello stesso mese contattando vari laboratori di scultura. Sono stato quindi interpellato dal signor Carlo Andrei del famoso laboratorio Ami (Artistici Marmi Apuani) di Marina di Carrara. Il maestro mi comunicava l'intenzione e la volontà di farla sua questa statua, in quanto "mio padre gli ricordava suo nonno, anche lui ex partigiano, e sicuramente avrebbe fatto un capolavoro di statua con il migliore marmo delle cave di Michelangelo". Iniziata la scultura della statua, ho invitato il signor Andrea a Crotone per portare le misure dell'opera e la sistemazione. Siamo stati ricevuti dall'assessore e abbiamo stabilito la sistemazione della statua, nella rotonda in via Claudio Crea. Luogo dove per un banale incidente nel lontano 1947 mio liatelio maggiore Cesare, di nove anni, mori nelle braccia di mio padre. Sono iniziati subito i lavori con l'allargamento dell'entrata della via e la posa in opera della base per ospiatare la statua. Nei primi mesi del 2011 la statua è stata completata, da allora sono passati 5 anni. Tutti i cittadini, ragazzi della scuole e la nostra famiglia aspetta di vedere la statua dell'eroe melissese e crotonese Claudio Crea. Abbiamo affrontato delle spese notevoli, sperando nella sensibilità dei nostri amministratori, e anche mia madre ormai novantottenne prima di morire vuole vedere la statua di suo marito, in quella città di Crotone che ha sempre amato».