fbpx
Lunedì, 17 Gennaio 2022

ATTUALITA' NEWS

«Una nuova sede – informa una nota – per l'associazione Libere donne concessa dall'Aterp, l'unica istituzione che ha risposto al nostro "grido di aiuto" a quattro anni dalla morte di Giuseppe Parretta per fare memoria e cambiare la cultura delle nuove generazioni, come progetto pilota per la legalità».

Pubblicato in Attualita'

corte dei contiLa Calabria ha restituito allo Stato 2.693.000 euro non spesi, destinati al diritto allo studio, agli studenti anche disabili e del diritto al lavoro dei disabili. Lo ha evidenziato la sezione regionale della Corte dei Conti durante la seduta relativa alla parificazione del rendiconto generale della Regione Calabria per l'esercizio finanziario 2015. Il dato e' riportato nella relazione del consigliere della Sezione regionale di controllo per la Calabria, Massimo Balestrieri. Nello specifico i fondi rispediti indietro riguardano: 1.524.000 euro destinati all'attuazione degli interventi per il diritto allo studio; 550.000 euro destinati ai contributi e benefici a favore degli studenti, anche con disabilita'; 619.000 euro per il diritto al lavoro dei disabili. Il consigliere relatore ha evidenziato che "la Regione non e' stata in grado di gestire le risorse provenienti dallo Stato e destinate a studenti, anche con disabilita' e al diritto al lavoro dei disabili". Ancora alte spese societa' partecipate. Avrebbero dovuto ridurre le spese generali di almeno il 10 per cento, hanno invece sforato di diversi punti percentuali rispetto al limite imposto. L'analisi è impietosa sulla situazione delle societa' e degli enti strumentali della Regione Calabria e' emersa sempre stamane nella relazione del giudice referendario della Corte dei conti, Elisabetta Usai. Secondo la magistratura contabile, in cima alla graduatoria c'e' l'Aterp di Vibo Valentia, con un aumento della spesa pari al 56,76 per cento. A seguire l'Aterp di Cosenza (+44,64%), l'Ardis (+13,17), l'Aterp di Reggio Calabria (+7,78), l'Arsac (+1,63). Di contro, sono stati evidenziati i risultati positivi raggiunti da Arcea, Arpacal, Calabria Verde, Calabria Lavoro e Aterp di Crotone, tutti con una riduzione superiore al 10 per cento. Leggermente inferiore il dato dell'Aterp di Catanzaro, con un meno 7,69 per cento. La relazione ha evidenziato anche l'incremento della spesa per il personale, rispetto al 2014, relativa a Calabria Verde e, in tono minore, Aterp di Reggio Calabria e Catanzaro, mentre Calabria lavoro ha quasi raddoppiato questa voce per l'assorbimento del personale dell'Ardis. Il giudice ha sottolineato diverse inadempienze nel controllo e nella gestione delle societa' e degli enti strumentali della Regione, compresa la mancata pubblicazione dei compensi agli amministratori e agli organi di controllo delle societa' partecipate, mentre ha ribadito "un quadro problematico" rispetto alle perdite delle partecipate, "ancora caratterizzato da risultati di esercizio negativi (in alcuni casi fortemente)".

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

gesu conferenza stampaPresentati questa mattina presso la sala "Dionigi Caiazza" della Casa della cultura due degli interventi previsti nell'attività di riqualificazione che l'amministrazione Vallone sta operando nel quartiere "Gesù". Ad illustrare l'iniziativa l'assessore all'Urbanistica Sergio Contarino e l'assessore ai Quartieri Claudio Molè. Presenti anche l'ingegnere Nicola Santilli dell'Aterp di Crotone e l'architetto Marcellino Cinefra che sono intervenuti sui dettagli tecnici degli interventi. La conferenza stampa di oggi segue l'incontro che l'amministrazione ha avuto con i residenti direttamente nel quartiere. Nel corso di quell'incontro erano stato prospettati una serie di interventi di riqualificazione e stabilita anche una tabella di marcia per gli interventi stessi. Il primo intervento riguarda la sistemazione di un'area verde destinata allo sport ed alla socializzazione. Un intervento finanziato con 100mila euro rivenienti da fondi comunali ai quali si aggiungono oltre 31mila euro di nvestimenti per "opere di completamento". I lavori sono iniziati lunedì scorso e prevedono la realizzazione di aree verdi con la piantumazione di essenze locali, di aiuole con annessi piazzali di sosta arredate con panchine e lampioni. Sono previsti inoltre, spazi attrezzati con giochi per bambini e un'area con chiosco ristoro e punto di incontro. Il progetto prevede anche la realizzazione del campetto di calcio polifunzionale. «Anche il "Gesù" - ha dichiarato l'assessore ai Quartieri Claudio Molè - avrà la sua struttura sportiva così come è avvenuto per altri quartieri ad alta densità abitativa come ad esempio S. Francesco o Farina, dove abbiamo realizzato strutture polifunzionali che rappresentano un luogo importante per i giovani e meno giovani per fare sport e soprattutto per socializzare». «Quando parliamo di Crotone "Città dello Sport" - ha aggiunto l'assessore Molè - non ci riferiamo solo alle manifestazioni di alto livello che si svolgono in città ma anche agli impianti che si sono realizzati. Faccio riferimento non solo ai campi da gioco nei quartieri, ma anche alla piscina olimpionica o alle palestre delle scuole che abbiamo attrezzato per consentirne la fruizione. Inoltre nella programmazione abbiamo previsto finanziamenti anche per il Palamilone, per il Palakro e per lo Stadio Comunale». L'altro intervento è quello relativo al completamento di 28 alloggi di Edilizia residenziale pubblica in via La Pira che saranno realizzati con fondi rivenienti dalla Legge 179 del 1992 a cura dell'Aterp. Il progetto prevede il completamento degli alloggi oltre alle sistemazioni esterne e gli allacciamenti alla rete dei sotto servizi. Un programma di oltre 990mila che, come ha evidenziato l'assessore all'Urbanistica Sergio Contarino «si inserisce in una più ampia programmazione che stiamo realizzando che prevede da parte dell'Amministrazione Vallone un investimento nel quartiere di oltre 5 milioni di euro. Oltre queste attività che presentiamo oggi sono già alla stazione appaltante i provvedimenti relativi alla installazione di un ascensore in ogni fabbricato per un totale di ventuno impianti e il bando di gara per la realizzazione del centro sociale». «Per il quartiere stiamo facendo un gioco di squadra tra tutti gli assessorati che coinvolge anche i consiglieri ed in particolare la Consigliera Claudia Scarriglia che è fortemente impegnata per il quartiere nel quale risiede» ha concluso l'assessore Contarino.

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

tricoliIl responsabile giustizia del Partito democratico di Crotone pone dei seri dubbi sui criteri d'assegnazione e vendita delle case di proprietà pubblica.

Pubblicato in Attualita'