Domenica, 27 Settembre 2020

ATTUALITA' NEWS

malato legato letto(Foto: Repertorio)

I carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, hanno avviato le indagini a seguito del rinvenimento del cadavere di un disabile ricoverato in una clinica di Cotronei. L’uomo è stato rinvenuto privo di vita tra il letto, su cui era assicurato con fasce di contenzione, ed il pavimento. La causa della morte è verosimilmente “asfissia da impiccamento incompleto”. La salma è stata posta a disposizione dell’Autorità giudiziaria per l’eventuale esame autoptico.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

sbancamento cotroneiCOTRONEI - Ha effettuato uno sbancamento illegale in un terreno del Comune di Cotronei concesso in fitto danneggiando anche un bosco di lecci limitrofo dove sono stati abbattuti alcuni alberi. Un operaio di 54 anni, è stato denunciato dai carabinieri forestali per violazioni della normativa edilizia, paesaggistica e ambientale. I militari attraverso l'esame delle ortofoto dell'area hanno accertato che i lavori sul terreno concesso in fitto erano stati eseguiti su una superficie estesa quasi il doppio di quanto richiesto attraverso la documentazione presentata all'ufficio tecnico dell'ente in ritardo sui tempi previsti. E' emerso inoltre che erano stati tagliate, senza alcuna autorizzazione, sedici piante di leccio. Nei confronti del responsabile è stata elevata anche una sanzione amministrativa per inosservanza delle prescrizioni e del regolamento regionale che norma i tagli degli alberi e i movimenti di terreno nelle aree soggette a vincolo idrogeologico.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incendio villaggio palumboCOTRONEI – Arrestato un uomo ritenuto l’autore dell’incendio a tre attività commerciali di Villaggio Palumbo in località Trepidò. I Carabinieri del Norm della Compagnia di Petilia Policastro e del nucleo investigativo del Comando provinciale di Crotone, hanno tratto in arresto Vincenzo Teti, nato a Cotronei di 55 anni. Secondo quanto emerso dalle indagini “lampo”, sarebbe stato lui, intorno alle ore 3, ad aver cosparso di benzina l’interno dei locali commerciali denominati le “Le Cupole” presso piazzale Ampollino di Villaggio Palumbo. L’uomo avrebbe quindi dato fuoco al liquido infiammabile distruggendo un bar-ristorante, una rivendita modernariato e una bigiotteria.
Il 55enne, dopo aver cosparso di benzina l’interno dell’immobile, è rimasto travolto dalle fiamme e da alcuni detriti scagliati dall’esplosione dei vapori della benzina precedentemente disseminata, rimanendo ferito e ustionato in varie parti del corpo. L’uomo, presumibilmente per sottrarsi alla cattura, non ha fatto ricorso alle cure mediche e si è portato a casa dove è stato poi rintracciato dai militari operanti.
Le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco di Petilia Policastro, alle successive ore 9. L’arrestato, a causa delle ferite e delle ustioni riportate, è stato trasferito presso l’ospedale di Catanzaro dove rimarrà a disposizione della Procura della Repubblica di Crotone.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incendio villaggio palumboCOTRONEI - Un incendio, la cui origine non è stata ancora accertata, si è sviluppato nella notte in uno stabile di circa duemila metri quadrati, che ospita una serie di negozi nella località turistica silana di Villaggio Palumbo, nel territorio di Cotronei. Sul posto sono intervenuti intorno alle 3.30 i vigili del fuoco di Crotone, Petilia Policastro e San Giovanni in Fiore, che hanno trovato l'incendio in stato avanzato. Il loro intervento ha evitato che il rogo si propagasse ulteriormente. Cinque negozi, però, sono andati ugualmente distrutti. Lungo lavoro dei vigili del per bonificare l'intera zona interessata dall'incendio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Petilia Policastro e di Cotronei che hanno avviato le indagini per risalire all'origine del rogo.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

belcastro villaggio palumboCOTRONEI – «Villaggio Palumbo funziona benissimo e non ha eguali. Merita tuttavia una visione di sistema più ampia e più generale che vada oltre l'impegno del singolo privato o dell'istituzione locale».
È quanto ha ribadito il sindaco Nicola Belcastro in una nota stampa, sottolineando e rilanciando gli obiettivi che l'Amministrazione comunale intende perseguire attraverso la proposta di rendere pubblici gli impianti di risalita dell'unico impianto privato in Calabria, «investendo in modo efficace ed efficiente sulle infrastrutture esistenti per migliorarne e farne esplodere la fruibilità turistica regionale».
«Tutto esaurito nelle strutture ricettive – commenta il sindaco – e tanta neve. Location sempre più ricercata da turisti provenienti dalle vicine regioni Puglia e Basilicata, target storico. Servizi di qualità. Gli impianti prossimi al fine vita e il futuro della stagione sciistica a rischio».
«Villaggio Palumbo – ha concluso Belcastro – come destinazione turistica può crescere ulteriormente, sia in termini di capacità ricettiva che al momento non ha competitors, sia in termini di proposte di servizi che di qualità».

 

 

 

Pubblicato in Politica

miniescavatore carabinieriCOTRONEI – I carabinieri lo hanno trovato in possesso di un mini escavatore, privo di targa e di targhetta identificativa che, da successivi accertamenti, è risultato poi essere provento di un furto denunciato circa undici anni fa ad Aosta. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro hanno per questo deunciato alla competente Autorità giudiziaria un bracciante agricolo del luogo, perché ritenuto responsabile di ricettazione. Il mezzo è risultato provento di furto denunciato nel 2008 presso la Stazione Carabinieri di Verres (AO). Il mezzo d’opera è stato posto in sequestro e messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Sempre gli uomini dell’Arma hanno denunciato a Torre Melissa un 59enne del luogo per detenzione di sostanze stupefacente. In particolare l’uomo, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 15 grammi di “marijuana”.

A Petilia Policastro, infine, i carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone a carico di un 53enne del luogo. L’uomo dovrà espiare un residuo di pena, poiché riconosciuto colpevole di furto aggravato commesso nel 2014. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Crotone.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 6 di 18