fbpx
Lunedì, 17 Giugno 2024

ATTUALITA' NEWS

davide pirillo«Come annunciato - scrive Davide Pirillo, candidato a sindaco per la lista "Prima i Crotonesi" - dal governatore Oliverio sulla vicenda Ryanair, relativamente al suo abbandono dell'aeroporto di Crotone a causa dell'aumento delle tasse di imbarco voluto dal governo centrale, sarebbe fissata per domani 24 febbraio una audizione dei rappresentanti della stessa compagnia irlandese da parte della commissione dei Trasporti della Camera dei deputati. Sono scettico - commenta Pirillo - sul buon esito dell'incontro poiché, come al solito, piuttosto che usare la lungimiranza di buon amministratore, i governi regionale e comunale preferiscono far finta di rimediare ai danni invece che evitare che gli stessi si verifichino con ricadute a dir poco disastrose sulla nostra già sofferente economia. La vicenda dell'Aeroporto di Crotone - ricorda Pirilllo - è una tragica saga dove neppure la visione più ottimistica riuscirebbe a intravederne il lieto fine poiché, oltre al fallimento della società, a rendere ancora piu' precaria l'esistenza dell'unica struttura di trasporto del nostro territorio adesso si è aggiunto l'annuncio dell'unica compagnia aerea che "coraggiosamente" aveva investito le sue energie nella nostra città e che adesso sarà costretta a salutarci per le decisioni prese da una classe politica attenta solo ad accontentare l'Unione europea e che non trova nessuna opposizione in Italia, uccidendo quotidianamente la nostra economia. Adesso che il danno è fatto - prosegue Pririllo - si parla di tavoli tecnici e di concertazione per convincere Ryanair a rimanere quando invece si sarebbe potuto intervenire preventivamente contestando la tassazione imposta dal governo, opponendosi duramente a questo che per noi crotonesi potrebbe essere il colpo di grazia per la rinascita economica e che non solo lascerà la nostra città isolata dal resto del Paese ma andrà ad aumentare il numero crescente di disoccupati . Mi chiedo con quale coraggio il Pd si ricandiderà alle prossime amministrative di Crotone e quali favolette racconterà ai cittadini se è complice di quello stesso governo preoccupato solo di rispondere al diktat europeo? Che tipo di maschera sceglierà e cos'altro sarà capace di inventarsi per accaparrarsi il solito pacchetto di voti piuttosto che vergognarsi di aver tradito e tradire da oramai un decennio le aspettative di una città che ha bisogno di essere rimessa in piedi?».

 

Dopo 15 anni di militanza, Pirillo candidato a sindaco di Forza nuova.

Davide Pirillo è stato indicato a sindaco dopo che «la segreteria politica di Forza nuova - riferisce una precedente nota - si era riunita al gran completo a Crotone in vista delle imminenti Elezioni amministrative. Alla presenza del segretario provinciale, Gianluca Preiato, di quello cittadino, Paola Turtoro, nonché dei massimi dirigenti regionali fra i quali Francaurelio Imbrogno ed Igor Colombo, si è deciso all'unanimità di preferire come candidato a sindaco per Forza Nuova, il coordinatore regionale Davide Pirillo. Una scelta, questa - spiega la nota -, graditissima alla direzione nazionale del movimento che fa capo a Roberto Fiore, nonché accolta con entusiasmo da tutto il nucleo militante della città pitagorica. La volontà di voler candidare Davide Pirillo - sottolinea il comunicato - rappresenta il coronamento di quasi 15 anni di lotta che lo stesso ha portato avanti nella sua città, Crotone, e che lo ha visto impegnato in prima linea in storiche battaglie politiche, sociali ed ambientali. Forza Nuova a Crotone è dunque pronta ad aprire le proprie liste avendo già pronto quello che sarà il candidato sindaco della lista "Forza Nuova – Prima i Crotonesi", allo stesso tempo sarà sempre pronta ad abbracciare progetti ed alleanze politiche alternative al sistema politico composto da quel centrosinistra, che per 10 anni ha messo in ginocchio la nostra città non solo dal punto di vista economico ma anche sociale e culturale, e da quel centrodestra che si presenta più famelico che mai e totalmente incapace di invertire la rotta. In questo determinato momento - conclude il comunicato - Crotone ha bisogno di gente che voglia davvero bene alla città, leale e che sia slegata da tutte quelle lobby di potere che ne hanno sempre condizionato l'indirizzo politico, facendo l'interesse di pochi a discapito di tutto il popolo, ed in questo contesto storico Forza Nuova si sente di rappresentare la rottura con un passato che è noto a tutti e con un futuro che si prospetta incerto e pericoloso».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

soakro gatto cgilLa curatela fallimentare della Soakro ha annunciato che, a partire dal prossimo 27 febbraio, saranno avviate le procedure di licenziamento collettivo per i 110 dipendenti della società. I due curatori Antonio Maria Leozappa e Luigi Sorrentino hanno convocato le Organizzazioni sindacali per sabato prossimo alle 11.30. «I motivi che determinano la situazione di eccedenza - spiegano i curatori - si compendiano nel fatto che la società, dichiarata fallita lo scorso 18 gennaio, non ha la possibilità di impiegare detti lavoratori, né ha alcuna possibilità di riprendere la propria attività. La conseguenza - entrano quindi nel merito i due - è che non è possibile evitare in tutto o in parte il licenziamento collettivo dei lavoratori, nessuno escluso, alle dipendenze della società». I due curatori sottolineano inoltre che «l'attuale legislazione non consente di far ricorso a benefici di integrazione salariale del reddito in caso di società in procedure concorsuali come quella della Soakro Spa».

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

moraca giulia arpista interna«Musicalità e raffinatezza - riferisce una nota -, sono stati i connotati che hanno caratterizzato il recital che l'arpista Giulia Moraca ha tenuto domenica scorsa, presso l'auditorium del liceo musicale "O. Stillo" per la Società Beethoven Acam di Crotone. Giovane sì - commenta Mariarosa Romano -, ma con un temperamento, una profondità di pensiero, una notevole e matura padronanza tecnica che superava di gran lunga gli anni di esperienza che a volte occorrono per raggiungere quello che la Moraca ha dimostrato già di possedere. L'arpa si sa, è uno splendido strumento, difficile e delicato, che richiede un dominio tecnico notevole e una preparazione artistica molto approfondita . La Moraca - racconta Romano - ha saputo con una vera musicalità innata, interpretare e trasmettere essenzialmente una grande melodia, sorretta da una vera tecnica brillante e decisa. Un'esecuzione quella della Moraca che assomigliava a una petrarchesca dolcezza nella quale tendeva a rendere sempre più intima l'unione far la parola e la musica, associando la bellezza interiore della pura melodia e polifonia, alla ricchezza della pura tecnica, una sorte di "melodium sinfonico". Il programma - riferisce la nota - particolarmente bello che spaziava dal '600 fino ai giorni nostri comprendeva: A.Hasselmans -"Rouet", F.J. Naderman - "Sesta Sonatina in Re" tratta dalle Sette Sonate Progressive, F. Godefroid - "Romanza senza parole" , G.F. Haendel - "Concerto in Si Magg." , G. Caramiello - "Palummella" , J. Cage - "In a landscape" , A.Cunego - "Im zug" , C. Salsedo - "Florentine Music Box" , "Chanson dans la nuit" , G. Rossini - "Allegretto". Il pubblico, come sempre, numerosissimo e tributato alla giovane artista, applausi calorosissimi con la richiesta alla fine di numerosi bis».

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

sacco parretta collageUn concorso fotografico per gli allievi dell'istituto nautico "Mario Ciliberto" promosso dal Collegio nazionale dei capitani di lungo corso, delegazione di Crotone. È l'iniziativa che il Collegio intende rivolgere alle giovani generazioni per avviare una serie di iniziative e progetti a difesa dell'ambiente marino e il rispetto del suo ecosistema, rivolto a coloro che intraprenderanno la professione del mare. Il tema del concorso è ripreso da un celebre verso di Petrarca nel Canzoniere: «Veggio al mio navigare turbati i venti... Veggio fortuna in porto». La partecipazione al concorso è gratuita e riservata esclusivamente a tutti gli allievi dell'Istituto Nautico "M. Ciliberto" di Crotone. Le opere verranno giudicate dal Gruppo Fotoamatori Crotone. A realizzare i premi per i primi tre classificati sarà il maestro orafo Gerardo Sacco che ha accettato di promuovere la propria arte a sostegno di questa iniziativa del Collegio capitani di Crotone. Si tratta di tre opere artistiche che il maestro Sacco ha creato appositamente per l'evento, raffiguranti in piena armonia il logo del collegio e il tema del mare. L'iniziativa è stata presentata sul finire di questa settimana presso lo stesso istituto in concomitanza delle celebrazioni per il cinquantenario dell'istituto Ciliberto alla presenza del delegato e ufficiale di navigazione Girolamo Parretta che ha accompagnato il maestro Sacco in una visita guidata dell'istituto, delle strumentazioni in esso presenti e del planetario che è unico nel suo genere, in tutto il Meridione. Presenti anche i docenti Alberto Vega, Eleonora Stellatelli e il dirigente scolastico Girolamo Arcuri. Il termine fissato per la presentazione degli scatti da parte degli studenti è l'8 aprile. La cerimonia finale prevede un'esposizione delle opere realizzata dai ragazzi (che verrà allestita alla Lega navale) cui verranno affiancati 10 scatti inediti e risalenti ai primi del '900 sul porto di Crotone che il Collegio ha ottenuto grazie a una collaborazione avviata di recente con il Comune pitagorico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

sversamento esaro collageI consiglieri comunali dei Demokratici di Crotone Manuela Cimino, Enrico Pedace e Antonio Fabio Trocino hanno scritto al sindaco, all'assessore comunale all'Ambiente e al dirigente di settore del Comune per segnalare uno sversamento di liquami nel fiume Esaro. «Segnaliamo - scrivono i tre - una grave situazione che da giorni si sta verificando in città e che riguarda un importante sversamento di liquami fognari nel fiume Esaro. Ovviamente è inutile specificare - commentano - che si tratta di un problema di estrema gravità causato forse dagli scarichi delle pompe sommerse ubicate nella zona del fiume (lato cooperativa Scintilla) e dalla scarsa portata del depuratore. Abbiamo potuto constatare - sottolineano - che da giorni l'aria è irrespirabile ed esiste il rischio concreto che questi liquami finiscano direttamente in mare. Pertanto, vista l'importanza della questione posta in essere, che potrebbe causare ulteriori danni ambientali nell'ambito di un territorio che avrebbe bisogno di tutto meno che di questo, chiediamo interventi urgenti atti a ripristinare una condizione dignitosa».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

salone margherita«L'urbanistica - è scritto in una nota del comune - non è solo cifre, misure, calcoli tecnici ma anche tutela e ascolto del territorio con risvolti anche di carattere sociale. Lo ha evidenziato il convegno che si è svolto questa sera presso la ex chiesa sconsacrata di Santa Margherita dal titolo "la nuova Legge urbanistica" al quale ha partecipato, tra gli altri, l'assessore al ramo della Regione Calabria Francesco Rossi. In una sala gremita, i lavori sono stati aperti dall'assessore all'Urbanistica Sergio Contarino e poi coordinati dall'architetto Elisabetta Dominijanni, dirigente del Settore Urbanistica del Comune di Crotone che, tra l'altro, ha coordinato anche i tavoli di lavoro con gli ordini professionali propedeutici all'incontro odierno». «Questo di oggi - ha detto l'assessore Sergio Contarino - è un incontro che si inserisce nel dialogo consolidato tra l'amministrazione Vallone, gli ordini professionali e la Regione Calabria. Un dialogo che nasce con l'istituzione dell'Urban Center che, nell'ambito delle politiche di sviluppo urbano, rappresenta uno strumento in grado di garantire la qualità dell'azione di governo, la sua trasparenza e la sua efficacia». «L'assessore all'Urbanistica Contarino - prosegue la nota - si è soffermato su altri strumenti di programmazione sui quali si sta incentrando il lavoro dell'amministrazione come il piano spiagge o il piano strutturale comunale che si inseriscono nella più ampia programmazione della nuova legge regionale che ha come cardine principale "zero consumo suolo". Sul lavoro compiuto dall'amministrazione comunale nel settore si è soffermato il dirigente del dipartimento Urbanistica della Regione Francesco Tarsia. Nel suo intervento il presidente della Quarta commissione consiliare regionale Domenico Bevacqua ha evidenziato il lavoro che la giunta Oliverio e il consiglio regionale stanno compiendo su materie importanti tra cui l'Urbanistica e si è detto lieto di cominciare l'ascolto del territorio proprio dalla città di Crotone. Nel suo intervento l'assessore all'Urbanistica Francesco Rossi nel sottolineare come il Comune di Crotone abbia rendicontato più di quanto assegnato di risorse finanziare europee si candida come esempio a livello regionale ha evidenziato gli elementi fondamentali della nuova legge che coniuga semplificazione, sostenibilità, messa in sicurezza e qualità della vita, ribadendo il concetto del consumo zero di suolo. Una legge che guarda ai cambiamenti intervenuti del territorio sviluppando attenzione alla qualità dell'ambiente. Contributi importanti sono arrivati dagli ordini professionali. Nel corso della serata sono intervenuti il presidente dell'Ordine degli Ingegneri Vincenzo Mano, il presidente dell'Ordine degli Architetti Antonio Francesco Amodeo, il presidente del Collegio dei Geometri Anna Maria Oppido. Ha partecipato, inoltre, il consigliere regionale Flora Sculco».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano