fbpx
Sabato, 02 Luglio 2022

ATTUALITA' NEWS

insiderÈ stato siglato questa mattina,  presso la Prefettura di Crotone, il Protocollo d'intesa per la fruizione della banca dati sviluppata dalla Camera di commercio di Crotone nell'ambito del progetto "Insider", realizzato dall'Ente camerale con fondi del Pon. "Sicurezza per lo sviluppo - Obiettivo convergenza 2007-2013. Il documento è stato stipulato tra la Camera di commercio di Crotone, la Prefettura, la Questura, i Comandi provinciali dei carabinieri e della Guardia di finanza e la Divisione Antimafia di Catanzaro. Tale strumento consentirà ai firmatari di poter disporre di uno strumento operativo del tutto innovativo. Il data base cui avranno accesso, infatti, è stato progettato in maniera da operare la raccolta, l'implementazione, la sistematizzazione, la condivisione e lo scambio delle informazioni attualmente gestite da soggetti diversi, con finalità di prevenzione e controllo e di potenziamento delle azioni di indagine e contrasto alle attività illecite. Questo consentirà di imprimere un impulso agli interventi in un settore nevralgico della lotta alla criminalità quale è quello delle attività investigative e di intelligence operate in ambito economico e commerciale, in una regione in cui le consorterie mafiose tentano di infiltrarsi direttamente nell'economia legale, "mimetizzandosi" attraverso imprese "pulite" o apparentemente tali per condizionare le regole di mercato, per coprire e nascondere l'attività criminale.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Identificate 471 persone, controllati 224 veicoli, elevate 22 sanzioni per violazioni al Codice della Strada; 51 persone sottoposte a misure restrittive. Anche nel corso di quest'ultima settimana, sono stati prolifici i risultati delle attività di controllo del territorio disposti dal questore Luigi Botte, svolte con l'ausilio degli equipaggi del Reparto prevenzione crimine "Calabria Settentrionale" di Cosenza e delle Volanti. Il personale della Squadra Mobile ha deferito in stato di libertà, Hamid Sadik Hishyar, di 32 anni, nato in Iraq, resosi responsabile dei reati di percosse, ingiurie e minacce. Sempre nel corso degli stessi, la Polizia ha tratto in arresto Saverio Furiglio, nato a Crotone, di 36 anni, ritenuto responsabile di furto aggravato in danno a un capannone della ditta Inductive s.r.l. sito in località Passovecchio (al momento oggetto di curatela fallimentare). Inoltre, sono stati denunciati in stato di libertà: F. M., nato a Crotone, di 50 anni, per furto aggravato in concorso con persone al momento ignote (F. M. è stato sorpreso nell'atto di caricare e successivamente trasportare con un autocarro Fiat Iveco 35 munito di gru, una lastra metallica di grosse dimensioni); M. S., crotonese, di 48 anni, per inosservanza delle prescrizioni derivanti dalla sorveglianza speciale e guida senza patente; e C. R., crotonese, di 39 anni, responsabile del reato di guida senza patente.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Le opere del maestro orafo crotonese per festeggiare i 20 anni del settimanale "Chi".

gerardo sacco cucinotta«Per festeggiare i suoi 20 anni di pubblicazioni - informa una nota - il settimanale "Chi" ha deciso di premiare le sue lettrici attraverso un concorso. I tre vincitori potranno partecipare alla serata di gala e saranno premiati con un'esclusiva opera del maestro orafo crotonese Gerardo Sacco. La cerimonia si terrà a Palazzo Serbelloni martedì 24 marzo. E si preannuncia una serata glamour, ricca di musica e celebrità provenienti dal mondo della cultura e dello spettacolo. Tra gli ospiti di Alfonso Signorini, direttore del settimanale, e anche il maestro orafo crotonese che sa in compagnia della splendida Maria Grazia Cucinotta, amica e volto delle più importanti campagne della maison Gerardo Sacco. Fondato nel 1995, la rivista del Gruppo Mondadori, dedica ampio spazio alla moda e alla bellezza e rappresenta ancora oggi uno dei fenomeni editoriali più importanti nel panorama italiano, conta infatti 2.813.000 lettori, principalmente un pubblico femminile che più volte ha potuto ammirare tra le pagine della rivista, i gioielli dal Gerardo Sacco. Si tratta di gioielli fatti a mano unendo le più raffinate tecniche artigianali a quelle più moderne e innovative, stile, arte, cultura e tradizione si fondono dando vita a creazioni uniche».

 

Tra le eccellenze del Made in Italy  al "Vinitaly 2015" c'è anche la firma di Gerardo Sacco.

gerardo sacco3"Dioniso, la Donna e l'Uva" è la sfilata che vedrà le donne del vino e indossatrici delle preziose creazioni orafe di Gerardo Sacco. «Si aprirà ufficialmente il 22 marzo - ricorda una nota - il 49° Salone internazionale dei vini e dei distillati di Verona Fiere. Oltre 4.000 le aziende espositrici e numerosi gli eventi che delizieranno i wine lovers. Tra gli aromi e i profumi dei più pregiati prodotti enogastronomici italiani, verrà presentato la mattina del 24, presso lo stand dell'Ais, Associazione italiana sommelier, la creazione orafa che il maestro Gerardo Sacco ha realizzato per i 50 anni dell'Associazione. L'opera - annota il comunicato - rappresenta un Tastevin, strumento dell'arte della degustazione e simbolo dei sommelier, in argento 925/000, cesellata e sbalzata interamente a mano dall'artigiano orafo calabrese, che sarà donata ai 22 delegati regionali che come tedofori condurranno questa "fiaccola" in una sorta di staffetta fino a giungere a luglio a Milano, in occasione dell'Expo. La Fiera si chiuderà mercoledì 25 marzo, nella splendida cornice del Palazzo della Gran Guardia a Verona, con la serata di Gala "Finitaly", che vedrà nuovamente partecipe, ospite dell'Associazione nazionale le donne del vino, il maestro orafo crotonese Gerardo Sacco. Non solo "artigiani del gusto" quindi al Vinitaly, ma uno tra i più estrosi ed eclettici artigiani gioiellieri, che con la sua arte si fa testimonial della più raffinata gioielleria italiana, conosciuto in tutto il mondo per aver creato gioielli per dive come Liz Taylor e Sofia Loren, e scelto da Franco Zeffirelli per realizzare i gioielli di scena per molti dei suoi film. Durante la serata - rende noto il comunicato - la sfilata "Dioniso, la Donna e l'Uva" vedrà protagoniste le Donne del Vino che sfileranno indossando i preziosi gioielli creati da Gerardo Sacco appositamente per questo evento, creazioni impreziosite da coralli, perle, brillanti e pietre preziose, e ispirati alle donne e al vino. Tra queste sarà possibile ammirare alcune creazioni omaggio alle regioni, tra cui gli splendidi orecchini della Linea Caltagirone, che ripercorre la tradizione dell'antica città di Caltagirone e delle sue ceramiche proponendo attraverso smalti multicolor le finiture dei famosi vasi ispirati alla leggenda del moro e della sua amante siciliana. A rendere l'opera ancora più intrisa di fascino e cultura, una "Cascata di Malvasia", resa dalla serie di topazi a goccia che scendono dall'orecchino evocando le preziose uve delle isole Eolie».

 

Al fianco della Lilt per la lotta contro il cancro.

gerardo sacco lilt«L'artista orafo Gerardo Sacco - rende noto un altro comunicato - ha realizzato per la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) un logo rappresentativo della XIV Settimana nazionale per la prevenzione oncologica in programma dal 20 al 29 marzo. Per questa opera il maestro orafo crotonese ha tratto spunto dal Mediterraneo che rappresenta dunque un tesoro immenso, da cui trarre linfa vitale. Questa è stata anche l'intuizione dell'artista Gerardo Sacco, la cui ispirazione nasce infatti dalla cultura del Mediterraneo, i suoi gioielli, finemente lavorati a mano ed estremamente raffinati ed eclettici, si nutrono di storia e sono in grado di trasmettere il fascino e la magia di miti, tradizioni e leggende, unitamente all'eccellenza artigianale. Gerardo Sacco ha così realizzato per la Lilt - prosegue la nota - una rivisitazione del logo ispirata all'evento e che riporta quindi il simbolo dell'ulivo. Durante la conferenza stampa di presentazione che si terrà venerdì 20 marzo alle ore 11, presso la sala stampa della Presidenza del Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi, sarà presentata l'opera realizzata in esclusiva per la Lilt consistente in un piatto in ceramica la cui decorazione centrale è una lastra d'argento cesellata a mano che riproduce il logo: sul bordo sono raffigurate le quattro stagioni realizzate sempre con la tecnica del cesello e intervallate da disegni smaltati a mano. Gerardo Sacco - informa ancora la nota - renderà omaggio alle autorità che interverranno e ai 5 testimonial d'eccezione della campagna. In rappresentanza del mondo della buona tavola sarà presente lo chef stellato Heinz Beck, già premiato lo scorso anno con un'opera di Gerardo Sacco dal Comune di Spilinga per aver portato la 'nduja, pregiato prodotto italiano, nelle cucine d'élite; per lo sport la campionessa mondiale di salto in lungo Fiona May, nel passato 2013 premiata da Gerardo Sacco a Montecarlo in occasione del "Wonderful Woman Awards" con la "Medaglia al valore etico". Il mondo dello spettacolo e della cultura saranno invece rappresentati dai cantanti Gigi D'Alessio ed Anna Tatangelo, e dalla la giornalista Rai Maria Grazia Capulli».

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

confartigianatoUn seminario informativo sul tema del giorno: il "Jobs act", la nuova riforma del lavoro. L'incontro si è tenuto ieri presso la sede provinciale di Confartigianato Crotone. «A intervenire sull'argomento - informa una nota - sono stati la commercialista Silvana Buscema, il presidente dell'associazione provinciale di Crotone, Carmine Corigliano, e il segretario di Catanzaro, Raffaele Mostaccioli. È stato un seminario partecipato da artigiani associati e anche da professionisti, considerato l'interesse che questa riforma suscita tra gli artigiani, i piccoli imprenditori e i tantissimi giovani disoccupati che da tantissimo tempo sperano in una occupazione. La ragioniera Buscema, ha ben illustrato il nuovo scenario che si prospetta per il lavoro e l'occupazione. Molte richieste ed interventi - prosegue la nota - sono venuti dai partecipanti, per capire quali saranno i concreti vantaggi soprattutto nel nostro territorio che per alcuni versi già godeva di alcune facilitazioni ( l. 407/90) estese infatti solo alle Regioni della convergenza. Purtroppo da una sintesi concreta, si evince che il sud Italia, con l'introduzione del Jobs act, e l'eliminazione delle altre facilitazioni, riceverà forse più svantaggi che vantaggi in rapporto alla condizione precedente. Addirittura - commenta Confartigianato - proprio per le agevolazioni precedenti, questa riforma pone anche limitazioni ed esclusioni nei nostri martoriati territori che prima non avevamo. Mentre con la precedente misura, gli sgravi contributivi erano estesi anche alla parte assicurativa (Inail), oggi saranno solo riferiti alla parte previdenziale a carico dell'azienda, per un tetto massimo a dipendente di 8.060,00 annui per tre anni, il tutto a valere per gli assunti fino alla data del 31/12/2015. E dopo? Inoltre, fatto assai grave - sottolinea l'associazione di categoria - è che sembrerebbe che, chi beneficerà di tale agevolazione, anche in caso di chiusura anticipata del rapporto, non potrà più godere del beneficio con la stessa azienda restando fuori dal benefit, in quanto il bonus è concesso solo una volta. In sostanza chi ha perso il lavoro nella nostra regione, probabilmente è destinato a restare disoccupato a vita. Forse, è il caso di dire - sostiene Confartigianato - che si stava meglio quando si stava peggio! In sintesi nel dibattito si è evidenziato che queste misure, sono tendenzialmente tese a privilegiare le regioni del nord Italia, ma penalizzano di fatto le regioni del Mezzogiorno. Una politica che dovrebbe guardare al Mezzogiorno come territorio di sviluppo, con il Jobs act certamente non favorisce le nostre imprese, nessun imprenditore di altre regioni pensa più ad intraprendere da noi, forse potrebbe accadere il contrario dal momento che i pochi artigiani e Pmi virtuosi del sud, allettati da contesti migliori quantomeno in termini di servizi, potrebbero addirittura pensare a dislocare al Nord. Speriamo che Renzi e il suo ministro Poletti - si augura Confartigianato - prendano atto di queste condizioni e nei futuri decreti attuativi predispongano condizioni migliorative per le Regioni della convergenza. D'altra parte se la nostra Regione fa parte di questi contesti (Convergenza) una ragione ci sarà? Il governo - conclude la nota - ha il dovere di pensare a condizioni diverse e situazioni facilitate quantomeno per poter utilizzare al meglio anche quelle risorse comunitarie che potrebbero veramente essere la molla per la ripresa».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

Crotone è la penultima provincia della regione in quanto a Raccolta differenziata dei rifiuti. La percentuale raggiunta dal territorio ionico è di appena il 9,8% con 7.690 tonnellate raccolte. Lo dice il rapporto sulla percentuale di raccolta di rifiuti prodotto dall'Ispra, l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, che pone la Calabria penultima nella classifica della raccolta differenziata con il 14,7%, subito dopo la Sicilia. Il dato positivo per la regione, nonostante la bassa percentuale di rifiuti differenziati, è la tendenza in aumento che caratterizza la Calabria (fino al 2009 era ferma al 12%). Nonstante l'aumento del +2,7%, la regione punta dello Stivale rimane al di sotto della tendenza nazionale che raggiunge il 43% e di quella meridionale che arriva fino al 28%. Su base provinciale è Cosenza, con il 20,4% e quasi 70 mila tonnellate di spazzatura differenziata, la provincia che fa meglio. Seguono Catanzaro (16% e 25 mila tonnellate) e Vibo Valentia (14,7% e 9.452 tonnellate) e chiudono la graduatoria Crotone e Reggio Calabria. Reggio è ultima con l'8,3% e non supera le 19.138 tonnellate di differenziata. Crotone raggiunge il 9,8% con 7.690 tonnellate raccolte. Reggio e Crotone sono anche annoverate tra le sei province con i più bassi livelli di raccolta differenziata di tutta la Penisola.

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato chiede al direttore generale protempore Giuseppe Fratto di fornire ai cittadini chiarimenti in merito a questa decisione.

Pubblicato in Attualita'