fbpx
Martedì, 07 Febbraio 2023

ATTUALITA' NEWS

«Spero che Ivan rifletta e ci ripensi». La frase pronunciata dal presidente del Crotone Raffaele Vrenna fa intuire che potrebbe essere prossimo l'addio alla squadra dell'allenatore che l'ha condotta in serie A. «E' ancora sotto contratto con il Crotone - ha detto il presidente - decideremo insieme, comunque, cosa fare. Se Juric restasse con noi - ha aggiunto Vrenna - avremmo già l'allenatore per il prossimo anno. Altrimenti dovremo cercarlo». Per il momento Juric non risponde, rinviando a fine campionato ogni chiarimento sul futuro del suo rapporto col Crotone.

 

 

Pubblicato in Sport

preziosi gasperiniL'amichevole di domani con il Finale Ligure, organizzata per la promozione in serie D della formazione ponentina, potrebbe essere anche l'ultima partita di Gian Piero Gasperini sulla panchina del Genoa. Il giro di campo al termine della sfida con l'Atalanta di ieri ha avuto il sapore dell'addio per il tecnico sul quale aleggia il fantasma di Ivan Juric. Preziosi non ha smentito le voci di mercato che da settimane ormai indicano come l'attuale tecnico del Crotone quale successore di Gasperini. Lo stesso Gasperini non ha potuto rispondere ai giornalisti di Bergamo quando lo hanno a loro volta indicato come futuro sostituto di Reja sulla panchina dell'Atalanta. Una situazione intricata che potrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni quando è previsto un nuovo incontro tra Preziosi e Gasperini. Il tecnico infatti ha ancora due anni di contratto e se la società dovesse decidere di cambiarlo dovrebbe esonerarlo o accordarsi per una buonuscita. Ma anche l'eventuale nomina di Juric non è così semplice. (ANSA)

 

 

 

Pubblicato in Sport

juric pre modena internaMister Juric ha smentito pochi minuti fa, nella conferenza stampa che pre-trasferta di Trapani, le voci insistenti di mercato che lo danno per la prossima stagione sulla panchina del Genoa. Durante la conferenza stampa convocata alle ore 14.15 presso lo stadio Ezio Scida, l'attesa dei giornalista era proprio verso il tecnico rossoblù e a lui hanno chiesto se rispondessero al vero le voci che lo danno in partenza a fine stagione. «Per quano riguarda la continuità o meno del mio rapporto con il Crotone - ha subito sottolineato Juric - non ho rilasciato alcuna dichiarazione. Come ho già detto in precedenza e come confermato dallo stesso presidente Raffaele Vrenna, ci incontreremo a fine campionato per programmare il mio futuro e quello del Crotone per quanto riguarda la conduzione tecnica».

 

«È vero - affermato -, mi sono sentito con Preziosi, ma anche con altri presidenti italiani e di società straniere. Ci sono tante opzioni che sto valutando e prenderò ogni decisione insieme con il presidente Vrenna perché c'è un gran rapporto tra noi. La scelta finale dipenderà dai sentimenti, dalle prospettive, dalle sensazioni che si possono avere come quella dell'anno scorso quando, pur avendo altre possibilità, ho aspettato la chiamata del Crotone».

 

Il dubbio amletico circa la permanenza di Juric al Crotone è stato anche al centro delle dichiarazioni rilasciate dal capitan Claiton: «Sarei felice che il mister rimanesse con noi anche l'anno prossimo». «Sarei felice di continuare a giocare per il Crotone la prossima stagione - ha detto il difensore - avendo fatto con questa squadra un percorso meraviglioso che vorrei proseguire anche in serie A. Sono sotto contratto con la società anche per la prossima stagione».


Parlando invece della prossima partita di Trapani, sia il tecnico, che Claiton hanno detto che si tratta di un match importante per entrambe le squadre, avendo ognuna delle un obiettivo da centrare. Juric: «Sarà una partita difficile contro una squadra che non perde da quattordici settimane e che vuole mantenere l'attuale posizione di classifica per i play-off. Il pareggio non serve né al Crotone, né al Trapani». Circa l'incognita Budimir che si era recato in Croazia e quindi lo davano assente negli ultimi incontri, Juric ha affermato che si è trattato di un viaggio per farsi curare in Croazia dal suo clinico di fiducia. «Budimir – ha continuato a dire il tecnico – giocherà le due prossime gare come pure Sabbione».

 

 

 

Pubblicato in Sport

Come aveva annunciato il sindaco Peppino Vallone nell'immediatezza della storica promozione in serie "A" conseguita la scorsa settimana dall'F.C. Crotone calcio, la giunta comunale ha approvato con apposita delibera il conferimento dell'Encomio solenne alla squadra dei fratelli Vrenna. «Con l'atto di giunta - spiega una nota - si concretizza questo momento di ulteriore comunione tra la comunità cittadina e i ragazzi rossoblù che hanno portato il nome di Crotone in alto e hanno offerto a livello nazionale ed internazionale una immagine positiva della città».

 

«L'Encomio solenne - prosegue la nota - è previsto dal Regolamento per la concessione delle civiche benemerenze e costituisce un riconoscimento per i cittadini per il personale apporto al miglioramento della qualità della vita e della convivenza sociale conseguente al generoso impegno nel campo del lavoro, nella produzione di beni, nelle professioni, nel commercio, nello sport, nell'assistenza ai bisognosi, nella gestione politica e amministrativa di istituzioni pubbliche e private, nonché per l'esemplare affezione ed interessamento verso la città e la comunità di Crotone».

 

Nella delibera adottata dalla giunta comunale, proposta dal sindaco Vallone, si sottolinea che il prestigioso risultato sportivo raggiunto dall' F.C. Crotone corona l'egregio lavoro portato avanti dalla dirigenza nel corso di oltre 25 anni di attività e che il traguardo è stato raggiunto grazie alla competenza e la professionalità della società che ha saputo creare un vero e proprio modello sportivo e societario. «L'eccezionale stagione - continua il testo del provvedimento - ha visto l'impegno dello staff tecnico che ha saputo plasmare una squadra che si è imposta sul piano tecnico in tutti i campi del territorio nazionale ed il risultato è merito degli atleti della squadra che hanno dimostrato grande attaccamento alla maglia ed alla città e si sono dimostrati campioni dentro e fuori dal rettangolo di gioco».

 

«La promozione dell'F.C. Crotone  - sottolinea l'amministrazione comunale - apre prospettive positive in materia di sviluppo del territorio cittadino. La giunta comunale, interpretando il sentire di tutta la comunità cittadina che si è stretta intorno alla squadra e volendo testimoniare la gratitudine per quanto di importante fatto ha concesso all' F.C. Crotone l'Encomio Solenne. Ma l'encomio non va solo alla società. L'amministrazione ha inteso ringraziare tutti i protagonisti di questa fantastica avventura conferendo nominalmente dell'Encomio Solenne: dal presidente Raffaele Vrenna, a tutta la dirigenza, lo staff tecnico, lo staff societario, la rosa e tutti coloro che appartengono alla famiglia del Crotone Calcio che oggi è anche la famiglia di tutta la città».

 

L'Encomio Solenne sarà conferito dal sindaco Vallone nel corso di una cerimonia ufficiale che si terrà nella Sala Consiliare a fine campionato. Il maestro orafo Gerardo Sacco sta realizzando per l'occasione un'opera esclusiva che resterà nella bacheca della società accanto ai trofei conquistati dai rossoblù ed inoltre una serie unica e personalizzata per lo staff societario ed i giocatori per ricordare la grande impresa della serie "A".

Pubblicato in Sport

crotone latina squadreÈ finito col punteggio di 1-1 il march tra Crotone e latina disputato questo pomeriggio allo Scida. Tutte nel primo tempo le reti di Ricci (Crotone) e Brosco (Latina). Il Crotone resta in testa alla classifica di serie B con due punti vantaggio sulla diretta inseguitrice Cagliari che, con la vittoria di ieri, ha ottenuto la promozione in serie A.

 

Tabellino.

CROTONE   1
LATINA        1
Marcatori: Ricci 31°, Brosco 43°.

 

CROTONE (3-4-3): Cordaz 6; Yao 6.5, Barberis 6.5, Ferrari 6.5; Fazzi 6 (10' st Di Roberto 6), Sabbione 6, Salzano 6, Modesto 6 (37' st Garcia Tena sv); Ricci 7 (33'st Stoian 6), Budimir 6, Palladino 6.5. In panchina: Maniero, Cremonesi, Capezzi, De Giorgio, Delgado, Torromino. Allenatore: Juric 6.5


LATINA (4-3-3): Ujkani 6; Bruscagin 6.5, Brosco 7, Dellafiore 6.5, Calderoni 6; Schiattarella 7, Mbaye 6.5, Bandinelli 6 (46' st Baldanzeddu sv); Scaglia 6.5, Paponi 6 (37'st Boakye sv), Dumitru 6 (21'st Acosty 6). In panchina: Farelli, Esposito, Celli, Shahinas, Nelson, Corvia. Allenatore: Gautieri 6

 

ARBITRO: Candussio di Cervignano del Friuli 6
NOTE: spettatori 8362 incasso 63.070; ammoniti Calderoni, Bandinelli, Schiattarella, Fazzi.

 

Il commento.
palermo vrenna«Le ultime partite il Crotone le dovra' giocare come fossero finali» è quanto avevano affermato i rossoblù alla vigilia della trasferta di Modena. La prima finale meglio non poteva concludersi. Il punto conquistato contro i canarini in Emilia ha determinato la matematica promozione in serie A. Contro il Latina stesso impegno e stessa voglia per continuare a conquistare altri punti e rimanere al primo posto.

 

L'ampia vittoria del Cagliari a Bari nell'anticipo di venerdì obbligava i rossoblù ad incamerare i tre punti per non mettere a rischio la leadership. Il risultato finale ha smentito coloro che in maniera ingiustificata pensavano ad un Crotone immotivato a causa della promozione gia' raggiunta. In campo nel corso dei 95 minuti si e' ammirata una squadra che ha cercato il successo.

 

Tra gli undici rossoblu' iniziali mancavano per squalifica il difensore Claiton al cui posto e' stato spostato il centrocampista Barberis. Altra assenza quella dell'esterno Di Roberto per fare posto a Fazzi. Fin dall'inizio in campo ancheil centrocampista Sabbione schierato al fianco di Salzano. Mister Gautieri ha dovuto rinunciare ai centrocampisti Olivera (squalificato) e ad Ammari rimpiazzati da Mbaye e Dumitru. E' stato un primo tempo giocato da entrambe con intensita'. Tra i locali bene Fazzi esterno destro e Sabbione centrocampista. Ospiti insidiosi con Brosco, Scaglia, Paponi.

 

vrenna crotone plataformIl momentaneo vantaggio, il Crotone lo costruisce al trentunesimo minuto con Ricci che da dentro l'area trafigge Ujikan. Undicesimo gol stagionale del rossoblu' e tripudio sugli spalti. I minuti successivi sono a favore dei pitagorici fino al quarantatre quando il Latina in seguito al quarto calcio d'angolo si porta in parita'. Dalla bandierina batte Scaglia che fa giungere il pallone in area dove Brosco ben appostato lo mette dentro di testa. Inizio ripresa in evidenza il Latina he crede nella possibilita' di portarsi a casa i tra punti.

 

La convinzione dura fino al minuto quindicesimo, dopo e' il Crotone, che nel frattempo ha sostituito Fazzi con Di Roberto, a comandare il gioco con Palladino, Sabbione, Salzano ma il gol del vantaggio non arriva per la bravura degli ospiti che sanno come chiudersi a centrocampo. Fuori Ricci (impiegato piu'al fianco di Budimir che esterno) ed al suo posto Stoian. Non cambia il risultato fino al termine ed ora il distacco dal Cagliari si riduce a due lunghezze. Un punto d'oro per il Latina in chiave salvezza, ancora tutto da decidere nelle prossime due partite a proposito del primo posto.

 

 

 

Pubblicato in Sport

juric cordazIl Crotone ormai matematicamente promosso in Serie A, affonterà nella 40.esima giornata del campio Cadetto il Latina (stadio Ezio Scida - sabato 7 maggio - ore 15,00). Gli ex saranno il difensore Figliomeni e il portiere Farelli, squalificato Olivera. Nel Crotone assente per squalifica il difensore Claiton. Novità nella formazione con l'ingresso di Fazzi e Sabbione fin dall'inizio.

 

Probabili formazioni:
Crotone (3-4-3): Cordaz, Yao, Cremonesi, Ferrari, Di Roberto, Fazzi, Sabbione, Modesto, Ricci, Budimir, Palladino. All. Juric

Latina (4-3-3): Ujkani, Bruscagin, Dellafiore, Brosco, Calderoni, Schiattarella, Mbaye, Bandinelli, Scaglia, Paponi, Ammari. All. Gautieri

Arbitro: Candussio di Cervignano del Friuli
Coll. Raparelli - Calò
Quarto giudice: Francesco Catona di Reggio Calabria

 

Il pre-partita.

Non tutto è stato ancora conquistato dal Crotone dopo la matematica promozione in serie A. Ancora c'è in palio il primo posto che la squadra di mister Juric intende mantenere fino al termine di questa stupenda stagione. Quando mancano tre partite al termine e la distanza dal Cagliari (secondo in classifica) è di quattro lunghezze: anche quest'ultima ciliegina deve fare parte della torta rossoblù. È quanto affermano il tecnico Juric e il portiere Cordaz.


Cordaz: «Guardo in casa mia, voglio arrivare primo a fine campionato per festeggiare nel migliore dei modi il mio primo campionato vinto in Italia. In precedenza avevo solo vinto una Tim Cup di serie C con lo Spezia. Per quanto riguarda il futuro sarò felice di rimanere a Crotone anche in seguito avendo con la società altri due anni di contratto». Circa la stagione ancora in corso, Cordaz ha dichiarato: «Partita dopo partita, credevamo sempre più in ciò che abbiamo poi dimostrato di essere a fine stagione. Abbiamo raccolto quanto seminato nel corso degli allenamenti. Il mio segreto sta nella tranquillità familiare innanzitutto, poi nell'ottimo allenamento settimanale e alla fiducia dei miei compagni e del tecnico che durante gli allenamenti ci segue con la dovuta professionalità. La prossima partita casalinga contro il Latina la giocheremo come se dovessimo ancora vincere il campionato».


Mister Juric ha messo in evidenza l'ottimo gruppo che si è creato nel Crotone con il trascorrere delle partite e ha affermato che il primo posto è il traguardo che deve essere consolidato a fine campionato. «La squadra mi ha sorpreso nel corso della stagione, vedendo come crescevano i giocatori anche a livello mentale. Un fantastico Palladino, insieme a Garcia Tena e Di Roberto, arrivati a gennaio, hanno elevato la qualità della squadra. Ma i miei pupilli sono Ricci e Di Roberto. La gioia che sto provando con questo successo con il Crotone penso non si verificherà in altra occasione».

 

Per quanto riguarda la prossima formazione anti-Latina, il tecnico rossoblù è intenzionato a inserire sia Fazzi, che Sabbione nel reparto mediano. «Se in buone condizione fisiche giocheranno fino al termine del campionato – ha affermato Juric – per conoscere meglio il loro valore tecnico e dare la possibilità alla società di rendersi conto del materiale umano a sua disposizione».

 

Altra novità la sostituzione del capitano Claiton squalificato. Considerando ciò potrebbe essere un Crotone con Cordaz in porta, Yao, Cremonesi, Ferrari difensori. Di Roberto, Fazzi, Sabbione, Modesto centrocampisti. Ricci e Palladino esterni di fascia, Budimir punta centrale. Mister Gautieri, quarto allenatore stagionale ad essersi seduto sulla panchina del Latina, ha al suo attivo sette punti conquistati nelle ultime nove partite. Un magro bottino che non ha allontanato la squadra dalla bassa classifica. Contro il Crotone mancherà per squalifica il centrocampista Olivera il cui probabile sostituto potrebbe essere Mbaye.

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 10 di 51