fbpx
Sabato, 02 Luglio 2022

ATTUALITA' NEWS

Le intense piogge sono arrivate a far registrare precipitazioni anche di 170 millimetri in 12 ore. Il dato, riferito alla stazione pluviometrica di Mesoraca-Fratta ricadente nel bacino idrografico del fiume Tacina, nel crotonese, è stato rilevato dall'Arpacal.

Tutte le squadre dei vigili del fuoco disponibili più unità in straordinario, sono sparse per la provincia per alberi divelti, tetti scoperchiati e danni dovuti al forte vento, nella notte oltre trenta interventi effettuati e circa 35 in coda. Il forte vento che ha colpito il crotonese, soprattutto nella zona del marchesato, tra Cutro e Scandale, ha provocato danni ed il ferimento di una persona.

Si tratta di un uomo di Scandale che, per cercare di chiudere una finestra che era stata aperta dal ciclone, è rimasto ferito al volto ed ha dovuto recarsi al pronto soccorso dell'ospedale di Crotone dove gli sono stati applicati 10 punto di sutura. 

Pezzi di tetto e canne fumarie sono state abbattute dal vento: un negozio di pneumatici è stato devastato e le gomme disperse per strada. Un pezzo di tetto in lamiera è finito in una piazzetta, per fortuna senza provocare feriti o danni alle auto parcheggiate. Tanta paura anche a Cutro, che l'anno scorso fu colpito da due tornadi. Il vento ha scoperchiato alcuni tetti e divelto diversi alberi. Danneggiate auto in sosta mentre alcune abitazioni hanno avuto i vetri delle finestre infranti. Disagi alla circolazione si sono verificati su alcune strade provinciali (Scandale-San Mauro Marchesato, foto) per la caduta di alberi. 

Pubblicato in Cronaca

STRONGOLI - I carabinieri forestali hanno scoperto un'altra costruzione abusiva nella frazione marina di Strongoli. L'opera, ancora non ultimata, è stata sequestrata e la proprietaria denunciata per abusivismo edilizio e violazioni delle norme ambientali. I militari della Stazione di Cirò hanno notato il fabbricato in località Santa Focà, un agglomerato di case sparse in un'area agricola priva di opere di urbanizzazione, all'interno della Zps (Zona di protezione speciale) Marchesato e fiume Neto della rete Natura 2000. Gli accertamenti avviati nell'ufficio tecnico comunale hanno fatto emergere che il manufatto era del tutto privo di titoli abilitativi legittimanti l'edificazione. La costruzione ad un piano fuori si sviluppa su una pianta rettangolare estesa circa 51 metri quadri. É completa di infissi esterni e gli impianti idrico ed elettrico sono funzionanti nonostante la costruzione sia abusiva.

Pubblicato in Cronaca

Sono state tutte confermate, anche nell'edizione 2020 della Guida Michelin Italia, presentata oggi a Piacenza, le stelle assegnate lo scorso anno a cinque ristoranti calabresi. I locali al top del buon mangiare e bere in Calabria, secondo la guida n.65 redatta dagli ispettori-gourmet della Michelin, rimangono Abbruzzino di Catanzaro, Dattilo di Strongoli, Pietramare natural food di Praialonga (Isola Capo Rizzuto), Gambero Rosso di Marina di Gioiosa Jonica e Qafiz di Santa Cristina d'Aspromonte.

Pubblicato in Attualita'

salvatore codispotiVarata da Salvatore Codispoti la nuova segreteria del Partito democratico di Strongoli. «Quattro i dirigenti – informa una nota del segretario del Circolo – che entreranno a far parte dell’esecutivo cittadino: Daniela Sculco, Giovanni Serra, Lucia Apa e Simona Mancuso. Con la segreteria si compie un altro passo verso l’organizzazione di un gruppo dirigente pronto ad assumersi delle responsabilità. Emerge la necessità di una visione più forte e strategica del futuro, un richiamo a un cambio di paradigma che ponga al centro la qualità dei servizi pubblici e di gestione del bene comune. C’e un dovere morale, prima che politico, che dove portare tutti a riflettere sui veri problemi della gente. Bisogna lavorare per un partito plurale, aperto e che promuova il confronto ed il dialogo tra la gente. Un impegno che andrà necessariamente sviluppato in costante contatto con il territorio e con le realtà sociali a cui è necessario parlare, per dare un elemento di forza e coesione al lavoro che si andrà a sviluppare nei prossimi mesi e nei prossimi delicati appuntamenti elettorali ormai all’orizzonte».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

marijuana strongoli carabinieriSTRONGOLI MARINA – I carabinieri hanno arrestato un 24enne di Strongoli (KR) per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I carabinieri, dopo aver fermato l’uomo a bordo di un'autovettura durante un controllo alla circolazione stradale, hanno proceduto alle perquisizioni personale e veicolare ed hanno rinvenuto 1,2 chilogrammi di marijuana (suddivisa in 15 involucri), tutto posto in sequestro. A intervenire sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cirò Marina, unitamente ai carabinieri del 14^ Battaglione Calabria di Vibo Valentia.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

polizia generica cofanoSvariati controlli amministrativi della Polizia alle attività commerciali e stabilimenti balneari, site nei Comuni di Melissa e Strongoli. Sono stati effettuati nella mattinata di mercoledì 17 luglio scorso, da personale della divisione Pasi - squadra amministrativa, unitamente a personale della squadra vautica, del reparto Prevenzione crimine di Cosenza e a personale dell’Asp - Sian di Crotone, nell’ambito del progetto “Hera Lacinia - contrasto alla criminalità diffusa”.
Nel corso delle attività sono state riscontrate violazioni amministrative per le quali sono state elevate sanzioni per un totale di 924 euro e, congiuntamente a personale Asp - Sian intervenuto sul posto si è proceduto al sequestro amministrativo di 27,4 chilogrammi circa di prodotti di genere alimentare (carne, pesce, verdura e pane), in quanto si riscontrava essere sprovvisti di etichettatura e di documentazione attestante la rintracciabilità.
Si è proceduto, inoltre, a segnalare al competente Ispettorato del lavoro di Crotone 2 dipendenti non regolarmente assunti. Nel corso dei predetti controlli personale della squadra nautica ha elevato 6 sanzioni per violazioni al Codice della navigazione presso due stabilimenti balneari, per un importo di 1.032,00 euro cadauno.
Infine personale sanitario del Sian ha proceduto alla chiusura di 2 locali adibiti a ristorazione e cucina, presso altrettante attività controllate, per mancanza dei requisiti minimi di carattere igienico-sanitario, oltre ad impartire prescrizioni di adeguamento e richiesta documentale a tutti gli esercizi controllati. Le attività del Progetto Hera Lacinia proseguiranno anche nelle prossime settimane a Crotone e nei Comuni del territorio provinciale.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 9 di 20