Mercoledì, 28 Ottobre 2020

ATTUALITA' NEWS

bernardino limina mongelluzzi affidatoLa cornice del quadro della Madonna di Capocolonna risplenderà di nuova luce: l’orafo crotonese Michele Affidato lavorerà sulla cornice che custodisce la sacra Effige.

«Quest’anno – informa una nota – ricorre un evento storico per la comunità crotonese: il 500° anniversario del ritrovamento della Tela che ricade nel Settennale della Festa della B.V. Maria di Capocolonna. Un mese, quello di maggio, da sempre vissuto in maniera molto sentita dal popolo crotonese, devoto alla Vergine di Capocolonna. In questo mese mariano saranno diverse le iniziative di carattere culturale all’insegna della tradizione, molte delle quali sono state presentate nel corso della conferenza stampa svoltasi presso la Basilica Cattedrale di Crotone».
«In occasione – informa ancora la nota – di questo evento storico, sotto la supervisione del rettore della Basilica cattedrale don Serafino Parisi, del rettore del Santuario di Capocolonna don Bernardino Mongelluzzi e del presidente del Capitolo cattedrale di Crotone Pancrazio Limina, il maestro orafo Michele Affidato ha ricevuto l’incarico di portare a nuova luce la cornice che custodisce la preziosa tela della Madonna di Capocolonna che nel tempo si è ossidata. L’orafo crotonese non è nuovo a questi interventi, come si ricorda nel 2013 aveva già restaurato il Quadricello su mandato del Capitolo Cattedrale. Ma per celebrare il 500esimo Affidato ha anche pensato di realizzare una medaglia commemorativa, un omaggio al culto e alla venerazione verso la Vergine Maria di Capocolonna. Con la medaglia, realizzata in argento 925° fronte-retro a rilievo, ha inteso raffigurare la tradizione secolare del pellegrinaggio, segno di fedeltà e devozione del popolo crotonese, che da secoli si reca sul promontorio di Capocolonna all’antico Santuario dove sino al 1 Giugno del 1519 l’icona della Madonna era custodita. Tornando invece alla cornice della Madonna, il prossimo 30 aprile alle ore 18,00 quando si spalancheranno le porte della Basilica Cattedrale di Crotone per l’avvio del mese mariano, La Madonna di Capocolonna si presenterà alla città con una nuova luce. “Non è mai facile approcciarsi ad un lavoro come questo - commenta Michele Affidato - quando hai tra le mani la Storia di un popolo ricco di tradizione come il nostro, così com’è la Madonna di Capocolonna, è sempre qualcosa di straordinario. E’ un lavoro questo che vivo con particolare sentimento di devozione e venerazione verso la Mamma e Patrona dei crotonesi, lo farò gratuitamente come dono alla Madonna ed alla mia città. Nella ricorrenza di questo 500° anniversario che conferma la devozione del nostro popolo nei confronti della Madonna nei secoli, possa la Vergine Maria essere il faro di noi crotonesi e guidarci in tutti i momenti della nostra vita”, conclude Affidato».

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

lilio papa gregorioCIRÒ – Su proposta del matematico cirotano Luigi Lilio, il giovedì 4 ottobre del 1582, furono soppressi 10 giorni dal calendario. Oggi è l'anniversario dei 10 giorni mai più vissuti dall'umanità. Il contributo che Cirò ha saputo dare alla storia universale attraverso l'opera del suo più illustre concittadino, Lilio che al pari di Pitagora è uno dei marcatori identitari distintivi di questo territorio e della Calabria intera, merita una maggiore attenzione da parte delle istituzioni sovracomunali. Gli sforzi di un piccolo comune non possono essere sufficienti a far conoscere l'impresa di un uomo e di uno scienziato che ancora non si conosce abbastanza. Eppure si continua a servirsi da oltre 436 anni della sua invenzione: il calendario. È quanto dichiara e ribadisce il sindaco Francesco Paletta che, in vista della VII Giornata regionale del calendario in memoria di Aloysius Lilius, il prossimo 21 marzo 2019, coglie l'occasione per ricordare la speciale ricorrenza odierna. Nel 1582, infatti, papa Gregorio XIII promulgò il nuovo calendario, grazie alla geniale proposta di riforma elaborata da Luigi Lilio che consentì di riallineare l'equinozio di primavera al 21 marzo e correggere l'errore contenuto nel calendario giuliano. Nel 1582 dal giovedì 4 ottobre si passò al venerdì 15 ottobre, cancellando letteralmente dal calendario 10 giorni, un fatto sicuramente epocale. Da allora, il calendario gregoriano suddivide l'anno in 12 mesi con durate diverse, da 28 a 31 giorni, per un totale di 365 giorni e di 366 nel caso degli anni bisestili.

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

celebrazioni calendario lilianoCIRÒ – Innesca la polemica il sindaco Francesco Paletta nell’intervento pronunciato oggi a conclusione della giornata ufficiale per le celebrazioni regionali annuali dell'Equinozio di primavera dedicato alla memoria del cirotano Luigi Lilio (Cirò, 1510 – Roma, 1574). Cadono oggi, infatti, i 436 anni dalla promulgazione (era il 1582) della Riforma del Calendario che modificava quello Giuliano allora in vigore da parte di Papa Gregorio XIII, con la bolla papale “Inter gravissimas” promulgata a “Villa Mondragone” presso Monte Porzio Catone a Roma. «Da una parte – ha detto Paletta –, resta il solo sforzo economico ed istituzionale e la sfida culturale e di riscatto sociale che Cirò, con orgoglio e con convinzione, ha avviato e porta avanti ormai da anni, per restituire dignità, immagine e peso nazionale ed internazionali alla figura storica dell'astronomo e matematico calabrese Luigi Lilio, inventore del Calendario Gregoriano utilizzato in quasi tutto il mondo. Dall'altra, si è purtroppo costretti a registrare la reiterata latitanza della Regione Calabria che, nonostante sei anni fa abbia approvato una legge per istituire la giornata regionale del Calendario prevedendo persino delle risorse da destinare annualmente per rafforzare contenuti, messaggio e diffusione di questo evento socio-culturale, identitario e turistico, continua nei fatti ad essere gravemente ed irresponsabilmente assente, dimostrando così di restare lontana anni luce dagli obiettivi di rilancio strategico di questa terra attraverso la valorizzazione su scala mondiale dei propri marcatori identitari distintivi. Per quel che ci riguarda – ha proseguito il sindaco – continueremo ad investire energie e risorse proprie nella valorizzazione e promozione del nostro patrimonio identitario, con la consapevolezza e con l'ambizione di volere e di potere fare della cultura l'antidoto più efficace contro ogni devianza sociale e lo strumento più utile per costruire in concreto occasioni di sviluppo eco-sostenibile, trasformando in ricchezza le nostre risorse e creando occasioni tangibili di crescita e progresso economico, soprattutto per le nuove generazioni. In questa cornice – ha aggiunto Paletta – avvieremo tutte le iniziative utili per costruire ed arrivare, con il contributo di tutti gli attori culturali, scientifici ed istituzionali territoriali a definire il valore universale della “Riforma liliana” e presentare al ministero dei Beni e delle attività culturali (Mibatc) la proposta di candidatura da parte dello Stato del Calendario Liliano a patrimonio mondiale dell'umanità Unesco». All'incontro odierno, dal titolo “Mito, logos e scienza di Pitagora, Gioacchino da Fiore e Aloysius Lilius”, ospitato nella sala consiliare nel centro storico di Cirò e che ha chiuso l'intensa tre giorni di iniziative ed appuntamenti promossi dall'Amministrazione comunale della città del vino e del calendario, coordinati da Francesco Vizza, direttore dell'Istituto di chimica dei composti organometallici del Cnr di Firenze (che ha anche concluso la manifestazione offrendo contributi interessanti sugli ultimi documenti rinvenuti sulla famiglia di Lilio), oltre al primo cittadino, all'assessore alla Cultura Francesco Mussuto ed alla dirigente scolastica Rita Anania, sono intervenuti anche il sindaco di San Giovanni in Fiore Giuseppe Belcastro, l'assessore alla Cultura del Comune di Crotone Antonella Cosentino, Sandra Giglio presidente dell'associazione Leonardo Da Vinci ed il commissario prefettizio del Comune di Cirò Marina Giuseppe Gualtieri. Di elevata qualità e spessore gli interventi scientifici che, anche in questa sesta edizione, hanno riscosso apprezzamento unanime e conquistato l'attenzione e gli applausi della sala gremita, tra i quali numerosissimi studenti: da quello della famosa astrofisica calabrese Sandra Savaglio su Lilio (“Il tempo nella vita umana e in quella dell'universo”) a quello di Giuseppe Succurro presidente del Cisg di San Giovanni in Fiore sulla concezione del tempo nelle visioni di Gioacchino da Fiore a quello di Luca Parisoli, professore del dipartimento di Studi umanistici dell'Unical in merito a Pitagora e la concezione del tempo. Nel pomeriggio dal Castello Carafa è partita la tradizionale rappresentazione itinerante della Tavola della Biccherna curata dal parco Tommaso Campanella di Cosenza con la regia e i costumi di William Gatto. L'evento si è concluso con l'annullo filatelico a cura di Poste italiane.

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

galgliano calendarioPresentato il Calendario storico 2016 dell'Arma dei carabinieri. Anche a Crotone, così come è stato oggi in altre parti d'Italia, il colonnello Salvatore Gagliano ha presentato alla stampa l'edizione 2016 del calendario storico dell'Arma presso il Comando provinciale. Nell'opera, diventato ormai un ricercato ed ambito oggetto di collezione, si rintraccia come filo conduttore che lega i mesi dell'anno il tema "Il carabiniere e le arti". Il calendario, "nell'anno in cui la bandiera dell'Arma dei carabinieri è stata decorata con la medaglia d'oro per i Benemeriti della cultura e dell'arte per la salvaguardia del patrimonio culturale italiano e internazionale", gli rende omaggio "rivisitando alcuni capolavori di sommi rappresentanti della pittura italiana ed europea che hanno preceduto, accompagnato e immediatamente seguito il periodo delle immani tragedie delle due guerre mondiali, in un percorso immaginario lungo gli oltre duecento anni di storia dell'Arma". Il tema del calendario è stato ispirato dalla celeberrima opera impressionista di Claude Monet "I papaveri". È bastato, infatti, inserire una pattuglia di Carabinieri nel paesaggio solare immaginato dal pittore francese per infondere quel profondo senso di sicurezza e serenità che la vigilanza dell'Arma da sempre trasmette alle comunità. «È così che, ricevuto dagli enti preposti il necessario assenso a reinterpretare le immagini delle opere prescelte con la tecnica della pittura digitale, ha preso forma questo progetto culturale» ha sottolineato in maniera appassionata il comandante provinciale di Crotone Gagliano. «La finalità della pubblicazione - ha spiegato il condante - è quella di contribuire a diffondere la conoscenza dell'arte e del carabiniere nella sua evoluzione storica e nella sua dimensione umana e sociale». Quest'anno, a far bella mostra in uffici ed abitazioni vi sarà una quindi una copertina, con «l'emblematico segno distintivo dei Carabinieri - la fiamma – che si staglia tra le volute geometriche e nitide d'ispirazione futurista, segno della solidità istituzionale nel tempo, riprese da un'opera di Giacomo Balla, nei colori che contraddistinguono la Bandiera italiana, l'Arma dei carabinieri (il blu e il rosso) l'azzurro del vessillo europeo e il celeste dell'Onu». Il percorso immaginario delle tavole del Calendario interpreta l'evoluzione dell'Arma dei Carabinieri nel tempo, disancorato dalla rigidità cronologica delle opere. Parte da Giovanni Boldini, con una composizione intima, evocativa di un momento storico ottocentesco, nella quale, alla giovane donna e al figlio dipinti dall'artista, si affianca la figura caratteristica di un Carabiniere, marito e padre, espressione di eleganza e di composta proprietà formale. Con Amedeo Modigliani, l'operazione assume dimensioni quotidiane: le sue figure esili e allungate, che esaltano tutti i valori umani, ci riconducono alla bellezza e alla semplicità delle forme tipiche dell'arte rinascimentale. Nelle tinte forti di Henri de Toulouse-Lautrec è stato incastonato l'elemento uniformologico più caratterizzante del Carabiniere, il mantello foderato di rosso, coincidente con una lettura fatta già negli anni '20 del secolo scorso dalla rivista "L'Arma Fedele": nella cornice di una riunione mondana il Carabiniere assiste impassibile alla coinvolgente festosità. La figura del Maresciallo, attento e paterno tutore del territorio, con i colori intensi della campagna e i protagonisti della serena vita di provincia, caratterizza invece i personaggi e le atmosfere di Vincent Van Gogh. Ecco, poi, il musicante visto col candore arcaico di Henri Rousseau. Quindi, la pattuglia che vigila sul tranquillo pomeriggio festivo della gente, come concepito da Georges Seurat. Per Giorgio De Chirico, una scelta che certo sarebbe piaciuta anche a lui: nelle vesti di un Generale dei Carabinieri dell'800 è lo stesso pittore in sella ad uno dei suoi cavalli riccioluti, un autoritratto virtuale che va ad aggiungersi ai tanti da lui dipinti nel corso degli anni, in costume da torero o da gentiluomo del settecento. Nella doppia pagina centrale la già citata opera "I papaveri" di Monet, uno dei massimi rappresentanti dell'Impressionismo, è rivisitata, come detto, con la semplice aggiunta di una pattuglia di Carabinieri, la cui presenza appare protettiva e rasserenante. Con Salvador Dalì solleviamo i piedi da terra e ci portiamo con la fantasia al livello del Surrealismo; la pittura del grande artista spagnolo è sembrata la più valida a essere coniugata, nella chiave delle sue invenzioni oniriche, con la figura del Carabiniere sposata al concetto dell'eroismo a difesa dei cittadini. A seguire, una serie di tavole ispirate alle opere degli eredi della Scapigliatura, i Futuristi, che si proponevano di adeguare ogni espressione d'arte al dinamico divenire della civiltà industriale e delle sue città. Il "trionfante progresso delle scienze" ha trovato la sollecita risposta dell'Arma dei Carabinieri che, da allora, ha ancor più dato slancio allo sviluppo delle proprie strutture, con l'adozione di sempre nuovi procedimenti, strumenti e mezzi operativi. Il vivace dinamismo è rievocato, in queste pagine, con le successive interpretazioni dell'aderenza e della tempestività dell'azione dell'Arma. Ecco, quindi, la caotica realtà metropolitana di Umberto Boccioni che, nella rivisitazione, si svolge sotto lo sguardo amico, protettivo e vigile di due Carabinieri, cui seguono le immagini, dipinte nel tipico stile futurista, di un'autoradio e di un Carabiniere motociclista, tratte da un'altra opera di Balla e da una di Mario Guido Dal Monte. Conclude Carlo Carrà, il più ermetico, ma anche il più discretamente simbolista della pittura italiana: al suo stile è affidata l'evocazione di un'Arma che, dotata dei mezzi della modernità, opera nel presente e guarda al domani con il saldo spirito di sempre. Infine, il sereno e sognante surrealismo di René Magritte onora, con l'immagine più alta, l'Arma e i suoi Decorati: attraverso una porta sospesa nello spazio, una pattuglia di Carabinieri procede serena verso il futuro nell'adempimento del proprio dovere. E' leggera e sicura, perché trae forza e determinazione dall'esempio di tutti quegli Eroi con gli stessi alamari che, evocati dalle decorazioni indicate nel cielo etereo, hanno tanto contribuito a dare lustro all'Arma e sicurezza agli italiani. In occasione della presentazione del calendario, il comandante provinciale dei carabinieri di Crotone ha quindi ribadito con passione e vigore come anche queste circostanze possano essere foriere di conseguenze positive e fruibili per tutta la società: fornire la sicurezza è il compito principale dei Carabinieri, ma anche, come in questo caso, promuovere momenti di cultura, riflessione e, perché no, presa di coscienza del nostro immenso patrimonio culturale possono servire alla comunità, nella certezza che la cultura sradica le radici alla mafia. Ciò affermato, si è risaltato quindi l'impegno dell'Arma, con uno dei suoi Reparti di eccellenza ovvero quello della Tutela del patrimonio culturale, nella difesa del nostro patrimonio culturale e nella lotta a tutti i crimini che possano minacciarlo.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Il Crotone riparte da Cagliari il 6 settembre 2015 mentre la chiusura di stagione all'Ezio Scida. Undici giorni ancora e poi per mister Juric arriverà il primo importante esame in campionato contro il Cagliari del nuovo tecnico Rastelli. Casualità dei sorteggi al computer, al Crotone è toccato l'avversario più difficile nella prima giornata con i sardi. Dopo Cagliari, il debutto all'Ezio Scida contro il Novara sarà 12 settembre e poi di nuovo in trasferta la settimana successiva (19 settembre) in quel di Perugia. Trittico difficile che potrebbe essere la cartina tornasole del tipo di campionato che potrebbe disputare la squadra dei fratelli Raffaele e Giovanni Vrenna. Primo turno infrasettimanale il 22 settembre all'Ezio Scida contro il Bari, quarta giornata. Quinta giornata in trasferta a Vercelli per poi tornare allo Scida contro la Salernitana alla sesta giornata. Settima giornata in trasferta a Vicenza e di nuovo all'Ezio Scida l'ottava giornata contro il Livorno. La nona giornata assegna al Crotone una delle due ripescate (Ascoli-Entella) se sarà confermata la retrocessione per Catania e Teramo. Decima giornata ancora una partita in casa per il Crotone contro il Brescia. Trasferta a Pescara l'undicesima giornata. Dodicesima giornata Crotone – Avellino allo Scida, tredicesima giornata Lanciano – Crotone. Quattordicesima giornata Crotone-Ternana all'Ezio Scida. Quindicesima giornata trasferta in quel di Spezia per i rossoblù pitagorici. L'atteso scontro con il Cesena di mister Drago alla sedicesima giornata sul terreno dello Scida. Crotone fuori casa a Como alla diciassettesima giornata. All'Ezio Scida la sfida della diciottesima giornata tra Crotone e Modena. In quel di Latina il Crotone alla diciannovesima giornata. Antivigilia di Natale, 23 dicembre, il Crotone saluta il 2015 davanti ai propri tifosi contro il Trapani. Ventunesima ed ultima giornata del girone d'andata, trasferta per il Crotone contro l'eventuale altra ripescata il 27 dicembre. Chi saranno i prescelti di mister Juric per meglio iniziare il settimo campionato consecutivo (dodicesimo in totale) è ancora presto per poterlo affermare. L'avvio nella Tim Cup (sconfitto Prealpisalò, Ternana e passaggio al turno successivo) è stato alquanto positivo.

 

Il Calendario di B 2015/2016.

 

1^ GIORNATA (AND. 6 SET 2015 - RIT. 16 GEN 2016)
Bari        - Spezia
Cagliari - Crotone
Cesena     - Brescia
Livorno     - Pescara
Modena    - Vicenza
Novara    - Latina
Perugia     - Como
Pro Vercelli -     V.Lanciano
Salernitana  -    Avellino
Trapani -    Ternana
 Y     - X

 

2^ GIORNATA (AND. 12 SET 2015; RIT. 23 GEN 2016)
Avellino  -    MODENA
Brescia      - Salernitana
Como         - Livorno
Crotone      - NOVARA
Latina     - Trapani
Pescara      - PERUGIA
Spezia      - Pro Vercelli
Ternana      - Cagliari
V.Lanciano -    Y
Vicenza   -    Bari
  X  -    Cesena

 

3^ GIORNATA (AND. 19 SET 2015; RIT. 30 GEN 2016)
Bari         - Pescara
Cagliari  -    Avellino
Livorno      - Brescia
Modena     - Ternana
Novara     - X
Perugia      - Crotone
Pro Vercelli -     LATINA
Salernitana  -    Spezia
Trapani     - V.Lanciano
Vicenza     - Como
 Y     - Cesena

 

4^ GIORNATA (AND. 22 SET 2015; RIT. 6 FEB 2016)
Avellino -    NOVARA
Brescia     - Pro Vercelli
Cesena     - MODENA
Como        - Trapani
Crotone     - Bari
Latina    - Y
Pescara     - Salernitana
Spezia     - PERUGIA
Ternana     - Livorno
V.Lanciano -    Vicenza
X      - Cagliari

 

5^ GIORNATA (AND. 26 SET 2015; RIT. 13 FEB 2016)
Bari        - Avellino
Cagliari -    LATINA
Livorno     - Spezia
Modena    - V.Lanciano
Novara    - Como
Perugia     - Cesena
Pro Vercelli -    Crotone
Salernitana -    Ternana
Trapani      - X
Vicenza     - Pescara
 Y  - Brescia

 

6^ GIORNATA (AND. 3 OTT 2015; RIT. 20 FEB 2016)
Avellino -    Vicenza
Brescia     - MODENA
Cesena     - Livorno
Como     -     Y
Crotone     - Salernitana
Latina    - Bari
Pescara     - Cagliari
Ternana     - NOVARA
Trapani     - PERUGIA
V.Lanciano -    Spezia
X          - Pro Vercelli

 

7^ GIORNATA (AND. 11 OTT 2015; RIT. 27 FEB 2016)
Bari         - V.Lanciano
Cagliari  - Cesena
Como         - Brescia
Livorno      - Avellino
Modena     - LATINA
Perugia   - X
Pro Vercelli -     NOVARA
Salernitana  -    Trapani
Spezia      - Ternana
Vicenza      - Crotone
Y            - Pescara

 

8^ GIORNATA (AND. 17 OTT 2015; RIT. 1 MAR 2016)
Avellino -    Brescia
Cesena     - Spezia
Crotone     - Livorno
Latina    - PERUGIA
Modena  -     Y
Novara    - Cagliari
Pro Vercelli -    Vicenza
Ternana     - Bari
Trapani     - Pescara
V.Lanciano -    Como
 X      - Salernitana

 

9^ GIORNATA (AND. 24 OTT 2015; RIT.    5 MAR 2016)
Bari       - X
Brescia     - V.Lanciano
Cagliari -    Trapani
Como        - LATINA
Livorno     - MODENA
Pescara     - Pro Vercelli
Salernitana -    Cesena
Spezia      - Avellino
Ternana     - PERUGIA
Vicenza     - NOVARA
    Y     - Crotone

 

10^ GIORNATA (AND. 27 OTT 2015; RIT. 12 MAR 2016)
Avellino -    Y
Cesena     - Como
Crotone     - Brescia
Latina    - Ternana
Modena    - Spezia
Novara    - Pescara
Perugia     - Cagliari
Pro Vercelli -    Bari
Trapani      - Vicenza
V.Lanciano     - Salernitana
     X      - Livorno

 

11^ GIORNATA (AND. 31 OTT 2015; RIT. 19 MAR 2016)
Bari        - NOVARA
Brescia     - LATINA
Cagliari -    Vicenza
Cesena     - V.Lanciano
Como        - MODENA
Livorno     - Trapani
Pescara     - Crotone
Salernitana -    PERUGIA
Spezia      - X
Ternana      - Avellino
     Y      - Pro Vercelli

 

12^ GIORNATA (AND. 7 NOV 2015; RIT. 26 MAR 2016)
Bari         - Salernitana
Cagliari  - MODENA
Crotone      - Avellino
Latina     - Cesena
Novara     - Brescia
Perugia      - V.Lanciano
Pescara      - Ternana
Pro Vercelli -    Livorno
Trapani      - Spezia
Vicenza      - Y
   X         - Como

 

13^ GIORNATA (AND. 15 NOV 2015; RIT. 2 APR 2016)
Avellino -    LATINA
Brescia     - Trapani
Cesena     - Bari
Como        - Pescara
Livorno     - Vicenza
Modena    - Pro Vercelli
Salernitana -    NOVARA
Spezia     - Cagliari
Ternana     - X
V.Lanciano -    Crotone
    Y     - Perugia

 

14^ GIORNATA (AND. 21 NOV 2015; RIT. 9 APR 2016)
Bari        - Livorno
Cagliari -    Y
Crotone     - Ternana
Latina    - Salernitana
Novara    - Spezia
Perugia     - Brescia
Pescara     - Avellino
Pro Vercelli -    Como
Trapani     - MODENA
Vicenza     - Cesena
   X        - V.Lanciano

 

15^ GIORNATA (AND. 28 NOV 2015; RIT. 16 APR 2016)
Avellino -    PERUGIA
Brescia     -  Cagliari
Cesena     -  Pescara
Como        -  Bari
Livorno     -  NOVARA
Modena    -  X
Salernitana -    Pro Vercelli
Spezia     - Crotone
Ternana     - Vicenza
V.Lanciano -    LATINA
    Y     - Trapani

 

16^ GIORNATA (AND. 5 DIC 2015; RIT. 19 APR 2016)
Bari         - Y
Cagliari  - Como
Crotone      - Cesena
Latina     - Livorno
Novara     - V.Lanciano
Perugia      - MODENA
Pescara      - Spezia
Pro Vercelli -     Ternana
Trapani      - Avellino
Vicenza      - Salernitana
    X      - Brescia

 

17^ GIORNATA (AND. 8 DIC 2015; RIT. 23 APR 2016)
Avellino - Pro Vercelli
Brescia     - Pescara
Cesena     - Trapani
Como        - Crotone
Livorno     - Salernitana
Modena    - Bari
Perugia     - NOVARA
Spezia     - Vicenza
V.Lanciano - Cagliari
      X     - LATINA
      Y     - Ternana

 

18^ GIORNATA (AND. 12 DIC 2015; RIT. 30 APR 2016)
Avellino -    V.Lanciano
Bari        - PERUGIA
Crotone     - MODENA
Livorno     - Cagliari
Novara    - Trapani
Pescara     - X
Pro Vercelli -    Cesena
Salernitana -    Y
Spezia     - LATINA
Ternana     - Como
Vicenza     - Brescia

 

19^ GIORNATA (AND. 19 DIC 2015; RIT. 7 MAG 2016)
Brescia     - Spezia
Cagliari - Bari
Cesena     - Ternana
Como        - Avellino
Latina    - Crotone
Modena    - Salernitana
Perugia     - Livorno
Trapani     - Pro Vercelli
V.Lanciano - Pescara
     X     - Vicenza
     Y     - Novara

 

20^ GIORNATA (AND. 23 DIC 2015; RIT. 14 MAG 2016)
Avellino -    X
Bari        - Brescia
Crotone     - Trapani
Livorno     - Y
Novara    - Cesena
Pescara     - MODENA
Pro Vercelli -    PERUGIA
Salernitana -    Cagliari
Spezia     - Como
Ternana     - V.Lanciano
Vicenza     - Latina

 

21^ GIORNATA (AND. 27 DIC 2015; RIT. 20 MAG 2016)
Brescia     - Ternana
Cagliari - Pro Vercelli
Cesena     - Avellino
Como        - Salernitana
Latina    - Pescara
Modena    - NOVARA
Perugia     - Vicenza
Trapani     - Bari
V.Lanciano - Livorno
    X     - Crotone
    Y     - Spezia.

 

 

 

Pubblicato in Sport
Mercoledì, 26 Novembre 2014 14:29

Esercito: un calendario a "9 colonne"

È stato presentato questa mattina nella sala consiliare il "Calendesercito 2015", calendario distribuito annualmente dell'Esercito Italiano. L'impostazione grafica ricorda quella dei giornali italiani nei primi anni del '900.

Pubblicato in Attualita'