Mercoledì, 28 Ottobre 2020

ATTUALITA' NEWS

polizia volanteRicattava un cittadino pakistano per la restituzione dei documenti di richiedente asilo, smarriti qualche giorno e fa per i quali reclamava il pagamento di una somma non indifferente. Ma la vittima dell’estorsione ieri mattina ha deciso di sporre denuncia e l’estortore è finito in manette. È stato cel pomeriggio di ieri che personale della squadra Volanti, ha tratto in arresto Mohammad Lall cittadino afghano, di 27 anni, per il reato di estorsione. Il cittadino pakistano, titolare di permesso di soggiorno per motivi di asilo politico, ha denunciato di essere vittima di violenza e di minacce volte a costringerlo all’esborso, non dovuto, di una somma pari a 500 euro. L’ufficio Volanti ha così predisposto, immediatamente, un servizio consistente per immortalare la consegna controllata del danaro, in modo da documentare le fasi della consumazione del reato. È stato per tanto studiato uno stratagemma volto, dapprima, ad assicurare la consegna del danaro al soggetto reo e, contestualmente, ad impedire la fuga dello stesso. Gli operatori hanno predisposto lungo le vie di accesso alla centralissima piazza Mercato, luogo fissato per l’appuntamento, e una volta avvenuta la consegna, hanno bloccato e arrestato l’estortore, il quale ha anche cercato di disfarsi della carta moneta consegnatagli. Sono in corso ulteriori indagini volte ad accertare l’eventuale ruolo che hanno avuto altri cittadini stranieri nella vicenda.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Si sono concluse nella mattinata odierna le operazioni relative alla procedura di pre-identificazione dei 27 migranti di origine sub-sahariana, giunti sulla costa crotonese intorno alle ore 6.00 di oggi, 3 maggio 2016.

La Prefettura di Crotone ha coordinato le procedure per il primo soccorso e l'accoglienza, operate da personale del Comune di Crotone, delle Forze di Polizia, della Capitaneria di Porto, dell'Azienda Sanitaria provinciale, della Croce Rossa e della Misericordia. Le operazioni si sono svolte nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza, per come previsto dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza. Gli immigrati, tutti in discrete condizioni, sono stati sottoposti agli accertamenti sanitari e sono stati temporaneamente trasferiti presso il CDA-CARA di Isola Capo Rizzuto

Pubblicato in Cronaca

agora ufficio immigrazioneLa prima partita amichevole di calcio a 5 fra gli agenti dell'Ufficio immigrazione della Questura di Crotone e gli ospiti del centro Sprar progetto Provincia di Crotone (sito in loc. Sovereto di Isola Capo Rizzuto e gestito dalla cooperativa Agorà Kroton). Il match amichvole è stato disputato ieri presso il palazzetto dello sport Palakrò.

 

«L'evento - riferisce una nota - è stato organizzato nell'ottica dell'interazione fra i migranti e gli agenti che quotidianamente espletano le pratiche dei richiedenti asilo». Il risultato finale è stato di 5 reti a 3 per l'Ufficio Immigrazione. La partita è stata giocata con molta partecipazione e sportività da entrambe le squadre e per questo non si è avvertito uno spirito di competizione. L'occasione è stata un momento per stare insieme in serenità.

Pubblicato in Attualita'

Già definito il piano di riparto per le singole Regioni.

Pubblicato in Cronaca

Sono transitati da Cara e passano notte in locali dismessi.

Pubblicato in Cronaca

A Crotone la petroliera panamense Prince I ha portato 250 migranti soccorsi nel Canale di Sicilia. Continuano sbarchi e scatta allarme varicella, 150 in isolamento.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2