Lunedì, 21 Settembre 2020

ATTUALITA' NEWS

m5s ricorsoI verbali di 50 sezioni su 73 scrutinate alle ultime elezioni amministrative di Crotone presenterebbero gravi anomalie, discrasie e omissioni. Sono così tante ed evidenti da chiedere l'aiuto al Tar per il voto e magari decretarne l'annullamento. È l'impianto su cui è stato costruito il ricorso al Tar da parte del Movimento 5 stelle. I dettagli della richiesta avanzata dal movimento pentastellato sono stati illustrati questa mattina nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte i consiglieri Andrea Correggia e Ilario Sorgiovanni, assieme ai legali incaricati Salvatore Gullì e Natalina Giungata. I verbali sono stati esaminati con minuzia - secondo quanto dichiarato in conferenza stampa - da una serie di aderenti al movimenti che lo hanno fatto in maniera del volontaria. A redarre il ricorso sono stati invece i due legali sempre iscritti al M5s. Il Tar Calabria sarà chiamato a rispondere al ricorso del Movimento 5 stelle il prossimo 14 dicembre.

 

 

 

Pubblicato in Politica

ilario sorgiovanni rossonero2Il Movimento 5 stelle si prepara a presentare il ricorso al Tribunale amministrativo regionale della Calabria per presunte irregolarità commesse nei seggi elettorali durante le recenti elezioni amministrative di Crotone. Il candidato a sindaco del movimento di Beppe Grillo, Ilario Sorgiovanni, questa mattina, ha presentato al protocollo del Comune di Crotone la richiesta di accesso agli atti (copia dei verbali degli scrutini effettuati in 65 sezioni elettorali, più i verbali delle 8 sezioni scrutinate presso la sezione elettorale centrale che ha operato presso il Tribunale di Crotone). L’obiettivo è quello di individuare le incongruenze presenti nei verbali del primo turno elettorale del 5 giugno scorso che, se focalizzate, consentirebbero ai rappresentanti di Cinque stelle di presentare il ricorso al Tar per chiedere l’annullamento del risultato elettorale che ha portato al ballottaggio del 19 giugno scorso e, quindi, alla elezione di Ugo Pugliese a sindaco. Non dovrebbe essere difficile rilevare incongruenze nei verbali di alcune sezioni considerato che, situazioni di irregolarità, erano state già individuate dal Centro elaborazioni dati del Comune. Irregolarità, queste, che erano state anche segnalate all’Ufficio competente della prefettura di Crotone [LEGGI ARTICOLO]. Si tratta di capire, adesso, se quelle incongruenze potranno essere considerate valide per accogliere il ricorso di Cinque stelle da parte del Tar Calabria. La legge che regola la materia della presentazione del ricorso dà tempo 30 giorni dalla proclamazione degli eletti (è avvenuta il 25 giugno scorso) per il deposito dello stesso. Il ricorso, quindi, dovrà essere presentato entro il prossimo 25 luglio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 4 di 4