Domenica, 27 Settembre 2020

ATTUALITA' NEWS

Cercasi inseguitore "ufficiale" del Benevento. E' questo il tema della quindicesima giornata di Serie B, che potrebbe fornire delle indicazioni a proposito.

Pubblicato in Sport

Uno degli scontri diretti della la 14esima giornata di serie B sarà Crotone-Cittadella, con le squadre entrambe appaiate al terzo posto con 21 punti. I calabresi vogliono riscattare la sconfitta contro il Benevento ma non sara' facile contro un Cittadella in forma, capace di mettere in fila 5 risultati utili consecutivi, e con il secondo miglior rendimento esterno del torneo. Big match con punti pesanti da conquistare anche in coda, come nell'anticipo tra Cosenza e Spezia. I calabresi vogliono dimenticare in fretta la sconfitta di Ascoli, dove in vantaggio 2-0 hanno subìto la rimonta perdendo 3-2 a pochi minuti dalla fine. I tre punti mancano da due turni e l'ultima e' arrivata proprio al Marulla. Il tecnico dei rossoblu' Braglia auspica "di vedere la reazione che ci vuole per affrontare una partita che vale tantissimo per il Cosenza - ha dichiarato nella conferenza stampa della vigilia - Cercheremo di vincerla con grande intelligenza, abbiamo 90 e piu' minuti per farlo. Lo Spezia riesce a rendersi molto pericoloso fuori casa, e' una squadra con individualita' importanti, come Gudjohnsen, Bidaoui e altri ancora". I bianconeri sperano di dare continuita' alla bella vittoria sul Frosinone della scorsa giornata per non essere risucchiati nei bassifondi della classifica.

Chi vuole restare in alto e' invece il Benevento capolista che andra' a Venezia per mantenere il vantaggio di sei punti sul Pordenone secondo. Ma occhio ai lagunari: i ragazzi di Dionisi sono reduci da tre risultati utili consecutivi e gli "Stregoni" di Inzaghi non vincono in trasferta dal 5 ottobre. Sara' una gara molto equilibrata. Frosinone-Empoli e' la partita tra le "scontente", due squadre che non hanno ancora trovato la continuita' di rendimento necessaria per stare nei piani alti della classifica. I ciociari di Nesta hanno interrotto la loro striscia positiva di risultati con la sconfitta di La Spezia e in vista del match contro i toscani sono favoriti dalle statistiche dello Stirpe che non ha mai visto una sconfitta sin qui. Gli uomini di Muzzi invece in trasferta hanno vinto solo una volta.

Un'altra delle gare interessanti e' Salernitana-Ascoli. Dopo due sconfitte consecutive l'ex ct Ventura si trova fuori dalla zona play-off e cerca punti contro i marchigiani di Zanetti che sembrano in ripresa dopo la bella vittoria in rimonta contro il Cosenza. Punti importanti in gioco tra Cremonese e Livorno. I
grigiorossi sono a un passo dalla zona play-out e gli amaranto sono ultimi e reduci da due pesanti sconfitte consecutive, tra cui lo scontro diretto perso con il Trapani la settimana scorsa: la palla scottera'. Altro scontro diretto e' quello di domenica sera tra Perugia e Pescara. Entrambe sono in zona play-off e divise da un punto. Gli umbri di Oddo non vanno in gol da due partite in cui sono arrivate altrettante sconfitte, mentre il Pescara si trova in un buon momento forma con due vittorie e un pari negli ultimi tre turni. Sara' quasi un testa-coda la gara tra Trapani e Chievo Verona. I siciliani ultimi hanno dato segni di risveglio con la vittoria a Livorno e vogliono il primo successo davanti al proprio pubblico. Ma i veneti di Marcolin sono duri da affrontare e vogliono rimanere al terzo posto, e chissa', magari andare al secondo, approfittando dei tanti scontri diretti.

Dopo l'ottimo inizio di campionato, la Virtus Entella ospita la Juve Stabia. I liguri hanno bisogno di risalire la china facendo punti, tentando di trovare i tre punti che mancano da un mese. Le "Vespe" stanno bene e vogliono sfruttare lo slancio dato dalla bella vittoria contro la Salernitana per abbandonare la zona "rossa". Chiude la giornata Pisa-Pordenone, una sfida che si annuncia equilibrata e potenzialmente spettacolare. Si affronteranno infatti le due migliori "cooperative del gol" di questo campionato.

Pubblicato in Sport

Il questore della provincia di Crotone ha emesso, nei confronti di R.F., crotonese, di 45 anni, il provvedimento di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive.

Il provvedimento è stato notificato all’interessato da personale della Divisione anticrimine per tre anni. Il Daspo è stato applicato dopo i noti fatti occorsi presso il locale stadio comunale, nel corso dell’incontro di calcio Crotone-Venezia del 26 ottobre scorso. Il 45enne tifoso del Crotone, dopo aver minacciato P.P. minorenne di anni 17 perché indossava una maglietta dell’Inter e avergli intimato di togliersela, lo aveva percosso con uno schiaffo sul viso. Personale della squadra tifoseria dell’ufficio Digos, notando nel frangente il minore alquanto agitato dirigersi verso l’uscita dell’impianto e con una macchia rossa sul viso, immediatamente si è adoperato all’acquisizione delle prime informazioni che hanno poi permesso di identificare immediatamente l’autore dell’insano gesto e di deferirlo, successivamente, alla competente Autorità giudiziaria per i reati di “percosse”, “violenza privata” e “minaccia”.

Pubblicato in Cronaca

Un minore è stato aggredito da più persone questo pomeriggio nella curva sud dello stadio Ezio Scida di Crotone. Il ragazzo indossava una maglia vintage dell’Inter, particolare questo che ha destato l’attenzione di alcuni balordi che lo avrebbero aggredito, dapprima, verbalmente e, quindi, con fare minaccioso.

L’episodio, fortunatamente, ha richiamato l’attenzione degli stuart lì presenti e quindi delle forze dell’ordine che, prontamente, hanno provveduto a mettere in sicurezza il minore. Sul gesto hanno preso subito le distanze società e tifo organizzato. «Appreso dello spiacevole episodio – scrive l’Fc Crotone in un post sulla pagina ufficiale di Facebook –, verificatosi quest’oggi sugli spalti, stiamo già collaborando con le forze dell’ordine per individuare i responsabili del gesto di grande inciviltà. Inoltre il presidente Gianni Vrenna e il direttore generale Raffaele Vrenna avrebbero il piacere di invitare il ragazzo ad assistere al loro fianco al prossimo match di campionato Crotone-Perugia, non prima di avergli regalato un pre-partita "speciale"». Anche la Curva sud 1923 del Crotone, con un post sulla pagina ufficiale di Facebook, prende le distanze sullo spiacevole accaduto. «La Curva sud Crotone – è scritto nel post – si dissocia per il fatto avvenuto in curva quest’oggi, non fa parte della nostra mentalita’ fare simili azioni, per tanto, abbiamo gia’ provveduto a contattare il ragazzo per omaggiarlo del nostro materiale. La Curva sud Crotone ci tiene a precisare inoltre, che ogni evento che si verifichi’ in curva non puo’ essere attribuito al tifo organizzato, per tanto, ripetiamo il nostro invito a portare in curva i nostri colori. Chiediamo per tanto rispetto per tutto cio’ che facciamo per la nostra maglia».

Pubblicato in Cronaca

Quando sono state disputate sei gare della Serie BKT edizione 2019-2020, i valori in campo iniziano finalmente a delinearsi. Sebbene quello cadetto sia da sempre un campionato ricco di insidie ed estremamente imprevedibile, sono diverse le compagini che stanno dimostrando di avere tutte le carte in regola per puntare alla promozione in massima serie e, dal canto nostro, non possiamo fare altro che metterci comodi e scoprire chi alla fine riuscirà ad avere la meglio.

Pubblicato in Sport

stroppa allenatore crotoneCROTONE - Eccolo lo scossone che tutta Crotone aspettava. Eccola la vittoria del morale, oltre che della classifica. La squadra rossoblù ha strappato 3 punti fondamentali lo scorso martedì contro la Juve Stabia. Ma aldilà del risultato, delle posizioni scalate, è il modo in cui è arrivato il trionfo a fare la differenza.


Risultato bloccato sullo 0 a 0, all’Ezio Scida, per oltre 90 minuti. Un Crotone che non era riuscito a fare breccia nella retroguardia di una squadra che aveva collezionato, in queste prime uscite stagionali, tre sconfitte e un pareggio. La squadra calabrese, invece, aveva iniziato la Serie B con 5 punti, frutto della vittoria contro lo Spezia in trasferta e dei pareggi interni con Empoli e Cosenza, per poi cadere contro la Cremonese. Serviva la svolta, serviva vincere.
Ed ecco che a tempo scaduto arrivano le reti che si erano aspettate tutta la partita: prima Mustacchio, al 91esimo, poi Benali, al quarto minuto di recupero, hanno mandato in estasi i tifosi e fatto esplodere lo stadio. “La squadra ha lavorato in modo esaltante - ha detto Giovanni Stroppa - I ragazzi sono stati bravi e gli ho fatto i complimenti, anche chi è entrato ha dato qualcosa in più. Non abbiamo perso la testa, non abbiamo perso le distanze e non era facile”. Parole al miele anche per Crociata, entrato in maniera ottima nella ripresa: “Meritava di giocare da tempo, chi sta dietro spinge ed è positivo”.


Tre punti importantissimi che portano il Crotone in ottava posizione a pari punti con il Pisa, proprio nell’ultimo gradino delle posizioni Play Out. Per i bookmakers non ci sono i calabresi tra i favoriti per la promozione, con Ascoli, Benevento, Perugia ed Empoli messi in pole position. Ma il campionato è lungo, la palla è rotonda. Non sono ovvietà né tantomeno luoghi comuni. Sono dati di fatto e la vittoria contro la Juve Stabia, per come è arrivata, potrebbe aprire scenari mai visti. Partite del genere infatti sono dei piccoli bivi: si possono perdere, oppure pareggiare, e continuare in un percorso mediocre, spento, avaro. Oppure si possono vincere, strappando i tre punti con fame e cattiveria, con voglia e forza. Come è successo al Crotone.
Che adesso guarda all’impegno con il Pescara. “Ora dobbiamo raccogliere le energie, si gioca tra pochissimi giorni”, ha ricordato ancora mister Stroppa. Gli abruzzesi hanno le ossa rotte dopo il ko in trasferta in casa del Cittadella e non vincono da due turni.

 

È questo il momento per accelerare, per far veder che gli scorsi di martedì sera non sono stati inutili. E per sferrare l’attacco decisivo al campionato.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Sport
Pagina 3 di 3