fbpx
Mercoledì, 28 Settembre 2022

ATTUALITA' NEWS

protesta migranti statale2STECCATO DI CUTRO - Da circa un'ora la strada statale 106, all'altezza della localita' Steccato del comune di Cutro e' bloccata a causa di una protesta inscenata da un gruppo di immigrati. Circa 40 persone, ospiti di un centro Sprar, gestito dalla Misericordia di Isola Capo Rizzuto, ha occupato la carreggiata per denunciare la scarsa qualita' dei pasti che vengono loro serviti e per il mancato ricevimento del pocket money. Sul posto sono giunti i Carabinieri della compagnia di Crotone e gli agenti della Polizia di Stato che stanno gestendo la protesta cercando di far rientrare i migranti nel centro Sprar. Al momento la circolazione stradale e' rallentata con evidenti disagi per gli automobilisti di passaggio.

(Foto: Repertorio)

 

 

 

 

 

 

Salva

Salva

Pubblicato in Cronaca

viabilità provincia carcea pugliese parrilla sinopoli benincasa foresta«I motivi per i quali è stata indetta una conferenza stampa – è scritto in un comunicato – per presentare le principali novità per la viabilità del territorio provinciale ed in particolare perché Comune di Crotone e Provincia hanno voluto tenerla congiuntamente sono stati illustrati dal sindaco di Crotone Ugo Pugliese e dal presidente della Provincia Nicodemo Parrilla. Se il presidente Parrilla ha parlato di ritrovata sinergia istituzionale, il sindaco Pugliese ha evidenziato come Crotone intende ritrovare quel ruolo di Comune di riferimento per l'intera provincia che nel recente passato aveva smarrito rinchiudendosi in se stesso. Attraverso l'intervento del consigliere provinciale delegato Armando Foresta, dell'ingegner Francesco Benincasa dirigente del settore lavori pubblici della Provincia nel corso della conferenza stampa alla quale hanno partecipato l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Crotone Tommaso Sinopoli e il consigliere comunale e provinciale Giuseppe Renato Carcea sono stati presentati alcuni importanti interventi che interesseranno la viabilità provinciale. In particolare i lavori di manutenzione straordinaria della Strada provinciale 53 a Strongoli per un importo di 650.000 euro, la realizzazione del bivio non a raso innesto per la strada statale 106 – SP 44 e ammodernamento e sistemazione tratto SP 44 Le Castella per un importo di 1.200.000 euro, l'ammodernamento della S.P. 46 tra Isola Capo Rizzuto e Le Cannelle per un importo di 1.000.000 euro, i lavori di manutenzione straordinaria della S.P. 58 nel tratto Bivio S. Liborio – Foresta che sono in corso di esecuzione mentre entro giugno andranno in appalto, a seguito di emissione di apposito decreto regionale i lavori relativi alla manutenzione straordinaria delle strade provinciali 63, 59 e 60 ricadenti nel nucleo viario n. 8 per un importo di 1.025.000 euro, i lavori di manutenzione straordinaria sulle strade provinciali 40, 41, 58, 61 e 64 ricadenti nei nuclei viari 4 e 9 per un importo di 1.020.000 euro, i lavori di manutenzione straordinaria delle strade provinciali 16, 18, 22, 53, 55 e 57 ricadenti nel nucleo viario n. 6 per un importo di 1.020.000 euro, i lavori di manutenzione straordinaria della strada provinciale 56 nel tratto S. Severina – San Mauro Marchesato per 390.000 euro, i lavori di sistemazione dei dissesti sulle strade provinciali n. 26 e 29 per un importo di 195.000 euro. L'assessore ai Lavori pubblici Tommaso Sinopoli ha invece presentato due interventi che interessano la città di Crotone ma che hanno una valenza importante anche per la viabilità provinciale. Sono stati investi 1.000.000 euro per realizzare due rotatorie, una all'altezza di via Belvedere Spinello in località S. Giorgio e l'altra in località S. Luca a Poggio Pudano. Ma l'intervento più significativo della ritrovata sinergia tra comuni della Provincia e la città di Crotone e che ha ricadute anche su comuni della provincia di Catanzaro è la richiesta all'Anas di modificare il progetto del Megalotto 6 relativo all'ammodernamento della strada statale 106, spostando sul nuovo tracciato (a 4 corsie e spartitraffico centrale con una velocità di percorrenza 110 Km/h) tutto il traffico veloce e pesante lasciando all'attuale S.S.106 quello turistico, panoramico e leggero ed anche per i mezzi agricoli, riducendo anche la pericolosità di quel tratto di strada. Una proposta che recentemente è stata approvata dal Consiglio Comunale di Crotone e della quale potrebbero beneficiare tanti comuni ubicati sul quel tratto di strada».

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

Utamponamento 106 bivio papanicen incidente di lieve entità, verificatosi questa mattina, poco dopo le ore 8, sulla strada statale 106 all'altezza del bivio che conduce a Papanice, ha causato qualche coda e rallentamenti sull'arteria stradale. Due i veicoli coinvolti: una Fiat Punto di Colore grigio e un suv Bmw di colore nero. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale per compiere i rilievi del caso e quindi stabilire le dinamiche del sinistro. Nessun ferito nel corso del tamponamento, solo danni ai mezzi.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

ambulanzaBOTRICELLO - Un uomo di 75 anni, Vincenzo Mercurio, e' morto questa sera a Botricello, nel Catanzarese, dopo essere stato travolto, sulla strada statale 106, da un'auto guidata da un giovane. Il pensionato stava attraversando la strada sulle strisce pedonali, portando con se una bicicletta. L'impatto con la vettura e' stato fatale. Il conducente della vettura si é fermato per prestare soccorso al ciclista, ma ogni intervento si é rivelato inutile perché il pensionato é morto sul colpo. La dinamica dell'incidente é al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Sellia Marina, che hanno effettuato i rilievi. Sul posto anche il personale dell'Anas per la gestione della viabilità.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

petizione statale 106 mattarellaSono 20.000 le firme raccolte nell'ambito della sottoscrizione avviata lo scorso 16 gennaio e che aveva una serie di richieste relative alla strada statale 106, la famigerata e tristemente nota "strada della morte" che in Calabria, esattamente negli ultimi 20 anni, e' stato teatro di oltre 10.000 sinistri, oltre 24.000 feriti e 700 vittime. La petizione, indirizzata al presidente della Republica, Sergio mattarella, aveva come obiettivo minimo 5.000 firme. E' il direttivo dell'associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" a comunicare l'esito dell'iniziativa. »La sottoscrizione e' valida fino al 16 di febbraio - si legge in un comunicato - ma il direttivo dell'associazione rende noto che le firme fino ad oggi raccolte sono pari a 23.217 di cui 21.174 (91%), valide, 766 (3,3%), non valide, e 1.277 (5,5%), provenienti dall'estero (Germania, Svizzera, Inghilterra e Francia in particolare). Sulle sole firme valide - e' scritto ancora - ben 16.283 (76,9%), sono provenienti dalla Calabria mentre 4.891 (23,1%), sono provenienti dalle altre regioni d'Italia». Diverse le regioni di provenienza delle adesioni «ma su tutte - si sottolinea - spiccano Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Campani,a mentre tra le citta' piu' attive ritroviamo Roma seguita da Bologna. Delle firme raccolte in Calabria sono 7.507 (46,1%), quelle ottenute in provincia di Cosenza, 4.591 (28,2%), quelle ottenute in provincia di Catanzaro, 2.232 (13,7%), quelle provenienti dalla provincia di Crotone, 1.530 (9,4%), quelle provenienti dalla provincia di Reggio Calabria e 423 (2,6%), quelle ottenute dalla provincia di Vibo Valentia. Cosenza e Catanzaro da sole - si sottolinea - ottengono circa il 75% delle adesioni pervenute». Il direttivo dell'associazione definisce questo dato "storico" ed evidenzia che «tale risultato non ha mancato di coinvolgere la politica (parlamentari, sindaci e consiglieri regionali, comunali e provinciali hanno partecipato alla sottoscrizione), il mondo dell'associazionismo (diversi i presidenti che hanno aderito), il sindacato, le forze dell'ordine e, soprattutto, il mondo della cultura e della musica. Proprio quest'ultima - e' scritto infine - ha visto molti artisti di "Calabria Sona" schierarsi al fianco dell'Associazione sostenendo e aderendo ad una iniziativa di civilta' e di buon senso che mira esclusivamente ad affrontare uno dei principali problemi d'interesse generale da sempre irrisolto in Calabria».

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

carabinieri muso gazzella genericaUn cane abbandonato è stato salvato dai Carabinieri della centrale operativa di Crotone e del comando Stazione di Cutro. È accaduto il 22 sennaio scorso, alle ore 15 circa, quando i militari della centrale operativa del comando provinciale dei Carabinieri di Crotone, su segnalazione pervenuta da un'automobilista in transito lungo la strada Statale 106 (che aveva notato i due cani vagabondare pericolosamente in mezzo alla Statale nei pressi del bivio di Cutro) hanno inviato sul posto un pattuglia della Stazione di Cutro. Sul posto, i tre militari della pattuglia hanno notato la presenza di due cani, uno in evidente difficoltà all'interno di un canale di scolo delle acque piovane, abbondanti a causa delle precipitazioni in corso e l'altro che abbaiava nelle immediate vicinanze, quasi a chiedere aiuto ai passanti. I militari si sono così introdotti all'interno del canale pieno d'acqua, dove il cane stava annegando, riuscendo a mettere in salvo l'animale ormai stremato dal freddo e dagli sforzi. Ai due cani è stata subito fornita assistenza, cibo e indumenti per proteggerli dal freddo. Nel frattempo, la centrale operativa ha allertato il medico di turno del servizio veterinario dell'Asp di Crotone, il quale, preso atto di quanto accaduto, ha fatto intervenire personale della "Pet service" di Torre Melissa che si è presa carico dei due cani per le cure del caso. Le condizioni dei due cani sono in netto miglioramento.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 11 di 17