Mercoledì, 28 Ottobre 2020

ATTUALITA' NEWS

Non si era rassegnato alla fine della loro storia e così minacciava, perseguitando e aggredendo, la sua ex moglie. Personale della Squadra Volante della Questura di Crotone ha così eseguito, nella mattinata di ieri, la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa nei confronti di A.L., di 38 anni, su disposizione del gip del Tribunale di Crotone.

Pubblicato in Cronaca

San Valentino amaro per un 20enne crotonese che ha ricevuto, proprio nel giorno della festa degli innamorati, un divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla sua compagna che avrebbe vessato dallo scorso agosto.

Pubblicato in Cronaca

maltrattamenti poliziaMinaccia di uccidere la compagna gettandola dal balcone di casa. Personale della Divisione anticrimine della Questura di Crotone ha notificato ad un 32enne, F.C., la misura cautelare del divieto di avvicinamento all'ex convivente. Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Crotone ed è stato motivato dai maltrattamenti giornalieri di cui l'uomo si sarebbe reso responsabile nei confronti della compagna anche in presenza dei figli minori. Maltrattamenti cui si sarebbero aggiunte minacce e molestie. La donna, già nel 2014, aveva denunciato il compagno per maltrattamenti, dando origine ad un procedimento culminato con una sentenza di condanna a carico dell'uomo. In seguito, però, ritenendo che fosse cambiato, lo aveva ripreso in casa. L'8 agosto scorso, però, la vittima dei maltrattamenti ha presentato una nuova denuncia a carico del compagno in seguito ad ulteriori aggressioni e maltrattamenti. Denuncia da cui è scaturito il divieto di avvicinamento emesso dal Gip.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

gerardo sacco partita mundialÈ una primavera nel segno della solidarietà quella portata avanti dalla maison d’arte orafa “Gerardo Sacco” che sostiene le cause della lotta alla violenza sulle donne e dell’inclusione sociale delle persone affette da Sindrome di down. «In campo per solidarietà – scrive l’ufficio stampa della maison –, che sia per le donne vittime di violenza, o per le persone affette da sindrome di Down. È una settimana bella e propositiva quella che ha accolto la primavera. Una settimana dedicata ai due temi, estremamente delicati, della violenza sulle donne e dell’inclusione delle persone con un cromosoma in più, ai quali la Gerardo Sacco non ha voluto far mancare il suo sostegno. È accaduto per la “partita Mundial” tra Italia e Resto del mondo, che ha visto tanti campioni scendere in campo all’Olimpico di Roma per raccogliere fondi contro la violenza sulle donne. Per l’occasione il maestro orafo crotonese ha ideato e realizzato il premio assegnato alla squadra vincitrice (alla fine ha vinto il Resto del mondo), una targa in argento e un bracciale in argento sterling e rame, donato a tutti quelli che hanno preso parte all’evento, dai calciatori agli organizzatori. Il trofeo, consegnato dal maestro ad Alena Seredova, raffigura Giunone (la greca Hera): di matronale bellezza, di costumi impeccabili, protegge la donna in tutte le fasi della sua vita. La dea sorregge tra le mani il globo terrestre, a forma di pallone e con l’Italia evidenziata. Una scelta fortemente simbolica, compiuta in sintonia con il tema della manifestazione. La targa, invece, è una piastra in argento smaltata a mano, anch’essa con la raffigurazione di Hera-Giunone.

braccialetto diversi uguali gerardo saccoDue calzini spaiati, coloratissimi e divertenti, compongono invece il charm che Gerardo Sacco ha ideato e creato per la settimana che alcune associazioni crotonesi (“Diversi ma uguali kr” e “Gli altri siamo noi”) stanno dedicando alla Sindrome di Down. Una settimana nel segno dell’inclusione e della conoscenza, il cui simbolo è appunto un paio di calzini spaiati, a sottolineare che se l’estetica è diversa, la funzione e l’utilità sono le stesse. Il gioiello verrà presentato in anteprima domenica 25 marzo, nel corso della manifestazione conclusiva della settimana organizzata presso il locale Joseph. Dress code della serata: calzini rigorosamente spaiati! Successivamente saranno allestiti alcuni corner in cui sarà possibile acquistare il charm per raccogliere fondi destinati alla causa».

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

violenza donneI Carabinieri del comando provinciale di Crotone hanno arrestato un trentacinquenne disoccupato ed un meccanico quarantenne, responsabili dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate commesse in danno delle rispettive conviventi. I casi si sono verificati tra il 24 novembre e la notte scorsa, proprio mentre in tutta la provincia si celebravano le manifestazioni per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. In entrambi i casi, i militari, su richieste telefoniche, sono intervenuti nelle abitazioni degli arrestati, dove, poco prima, in seguito a liti scaturite per futili motivi, i due avevano aggredito le loro conviventi, colpendole ripetutamente al volto con schiaffi e pugni. Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in localita' diverse dalle loro abitazioni, in attesa dell'udienza di convalida.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

poliziotte"Continua la campagna di sensibilizzazione "#questonone'amore", che ha visto impegnati i poliziotti della Questura di Crotone al fine di favorire l'emersione del fenomeno della violenza di genere, attraverso la creazione di un contatto diretto tra donne ed operatori specializzati pronti a raccogliere le testimonianze dirette di chi spesso ha paura di denunciare o a varcare la soglia di un ufficio di Polizia". Lo rende noto, con un comunicato stampa, la stessa questura. "In questa ottica - e' scritto - la Questura ha voluto presenziare con il suo gazebo, nella giornata del 28 febbraio, in occasione della cerimonia conclusiva del "Crotone Carnival Week", dove un'equipe di poliziotti, appartenenti a diverse articolazioni della Questura ha fornito risposte a quanti intervenuti. L'iniziativa - si legge - ha riscontrato notevole successo suscitando nei piu' giovani, particolare interesse nella discussione con interventi diretti e domande sul fenomeno, nonche' sulle attivita' istituzionali svolte dalla Polizia di Stato".

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2