fbpx
Giovedì, 20 Giugno 2024

ATTUALITA' NEWS

Ztl, un cittadino: «Multato due volte, a distanza di un minuto, sullo stesso percorso»

Posted On Martedì, 28 Maggio 2024 10:37 Scritto da

Salve, sono un cittadino italiano, crotonese, residente in Inghilterra da diversi anni.

 

Vorrei segnalare quanto accadutomi con la speranza che possa aiutare altri cittadini Crotonesi ad evitare la "trappola" installata nella Ztl del lungomare di Crotone.
Mi trovavo a Crotone per le vacanze di Pasqua. Durante il weekend, mentre guidavo nel tratto da via Nuovo Poggioreale a Piazzale Ultras, non ho fatto attenzione al segnale che indicava la zona a traffico limitato situato in via Nuovo Poggioreale (punto A della foto).

Poche decine di metri dopo aver oltrepassato il “varco”, ho percepito, dalle gesta di individui lì presenti, che potevo aver commesso un’infrazione stradale. Il traffico in effetti era insolitamente scorrevole.
Ho proceduto, con qualche esitazione, fino a Piazzale Ultras, confortato dalla presenza di un paio di autovetture che procedevano piuttosto distanti di fronte a me.
All’arrivo in Piazzale Ultras, ho avuto modo di chiedere informazioni ad un ausiliare del traffico, il quale mi ha confermato che a quell’ora non era consentito circolare.
Mi son detto: pazienza, pagherò la multa.
All’incirca 45 giorni dopo, in un breve periodo in cui mi trovavo nuovamente a Crotone, arriva la raccomandata, 99 euro da pagare, 75 se si paga entro 4 giorni. Effettuo il pagamento immediatamente.
Due giorni dopo arriva un’altra raccomandata. Stesso importo, stessa data, soltanto l’ora è diversa, un minuto più tardi dalla prima contravvenzione.
Cerco tra i dettagli del verbale e noto con stupore che le infrazioni contestate si riferiscono a due punti del mio percorso. Il primo, in via Nuovo Poggioreale (punto A), il secondo all’incrocio tra via Venezia e Piazza Berlinguer (punto B della foto).
Mi sono così recato all’ufficio del comando di polizia locale per chiedere spiegazioni. Non ricevono il pubblico ogni giorno, era un venerdì, son dovuto ritornare lì il martedì successivo. Mi è stato detto che la doppia notifica, ad un minuto di distanza, fosse assolutamente regolare, dal momento che una volta giunto in piazza Berlinguer, avrei potuto svoltare a destra, verso via Interna Marina, uscendo quindi dalla Ztl.
Ho parlato con più persone in quell’ufficio e da tutti mi è stata detta la stessa frase, “è la prassi”.
Basito e amareggiato, son tornato a casa e mi sono precipitato a pagare il dovuto. La macchina è intestata a mia madre, ottantenne, ho voluto così evitare di causarle ulteriori grattacapi.

Qualche considerazione
. A parte il fatto che mi sembra assurdo che facciano due contravvenzioni nella stessa Ztl. Ma come si evince dalle foto allegate, il segnale che indica la Ztl in via Venezia, non è visibile ad un guidatore che giunge da Piazza Berlinguer.

Come detto sopra, avevo già intuito di aver fatto qualcosa di sbagliato, se avessi visto quel segnale mi sarei fermato e avrei cercato una via di uscita. Ma non potevo sapere che lì ci fosse un’altra videocamera.

Vorrei anche segnalare che il “varco” di via Venezia è particolarmente ambiguo. Infatti, il guidatore che scende da via Venezia, commette un’infrazione solo nel caso in cui svolti a destra verso Piazzale Ultras. Non commette invece nessuna infrazione nel caso in cui svolti a sinistra. Io non so quanti guidatori che non vivono a Crotone, possano interpretare quel segnale nel modo corretto. Fatto sta che quel segnale dovrebbe essere lì per controllare solo gli ingressi da Via Venezia, adeguatamente allertati del divieto, non per quelli che già si trovano su Piazza Berlinguer.

Mi amareggia il fatto di non aver riscontrato alcun buon senso nell’ufficio in cui mi sono recato. E mi amareggia ancora di più confrontare questa esperienza con episodi simili, accadutimi nel paese in cui risiedo, risolti con il semplice invio di una spiegazione scritta, utilizzando un modulo messo a disposizione online.
Nel ringraziarvi per l’attenzione, vi porgo i miei più cordiali saluti

Luigi Covelli