fbpx
Lunedì, 15 Luglio 2024

CALABRIA NEWS

Redazione

Redazione

Una scritta contro il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi è stata fatta su una parete lungo la strada che collega la statale 106 a Cutro dove oggi pomeriggio è in programma la riunione del Consiglio dei ministri dopo il naufragio del barcone di migranti del 26 febbraio che ha provocato 72 morti accertate. «Cutro non difende Piantedosi» è la frase scritta, probabilmente all'alba, da ignoti lungo la strada.

«ACutro contro la passerella del Cdm e per dire basta alle morti nel Mediterraneo». È il comunicato a firma dell'Usb Calabria in merito alla manifestione di protesta annunciata per domani pomeriggio in piazza Di Bona a Cutro in occasione del Consiglio dei ministri straordinario sull'immigrazione dopo il naufragio dello scorso 26 febbraio.

Un unico decreto, "recante disposizioni urgenti in materia di flussi di ingresso legale dei lavoratori stranieri e di prevenzione e contrasto all'immigrazione irregolare": è denominato così il provvedimento sui migranti inserito nell'aggiornamento dell'ordine del giorno del preconsiglio, che si riunirà in mattinata alle 8.30, in vista del Consiglio dei ministri previsto nel pomeriggio a Cutro. Porta tutto il governo in trasferta a Cutro.

È stato bloccato il trasferimento di tutte le salme delle vittime del naufragio da Crotone al cimitero musulmano di Bologna. Grazie alla mediazione della Prefettura si è riusciti a dare una risposta alle famiglie che da stamattina stavano protestando contro il trasferimento.

CUTRO Due le vetture, una Mercedes Classe A e un Fiat Fiorino, sono rimasti coinvolti in un incidente stradale verificatosi questa mattina intorno alle ore 9.15 sulla Strada statale 106 in locolità Votapozzo nel comune di Cutro (KR). Il Fiorino, a seguito dell'impatto, è finito fuori strada finendo la sua corsa in un fossato.

Sono state avviate le procedure per l'estradizione di Gun Ufuk, il turco di 28 anni, arrestato nella tarda serata di ieri al confine con l'Austria con l'accusa di essere uno degli scafisti dell'imbarcazione naufragata il 26 febbraio davanti alle coste di Steccato di Cutro (Crotone).

Pagina 390 di 474