fbpx
Domenica, 21 Aprile 2024

CALABRIA NEWS

Diciassette sindaci della provincia di Crotone hanno deciso di dire la loro in merito allo scandalo "gettonopoli". Si tratta di Enzo Pugliese sindaco di Roccabernarda, Natale Carvello sindaco di Casabona, Gino Murgi sindaco di Melissa, Michele Laurenzano sindaco di Strongoli, Vincenzo Durante sindaco di Castelsilano, Marianna Caligiuri sindaco di Caccuri, Roberto Siciliani sindaco di Cirò Marina, Domenico Vulcano sindaco di Crucoli, Nicola Belcastro sindaco di Cotronei, Franco Parise sindaco di Verzino, Carmine Maio sindaco di Carfizzi, Franco Spina sindaco di Savelli, Luigi Marangolo sindaco di Rocca di Neto, Amedeo Nicolazzi sindaco di Petilia Policastro, Pasquale Abenante sindaco di Umbriatico, Mario Caruso sindaco di Cirò e Armando Foresta sindaco di Mesoraca. «È innegabile - scrivono - che negli ultimi anni la crisi economica ha reso il lavoro dei sindaci difficilissimo e spesso demoralizzante per l'impossibilità di dare risposte concrete ai cittadini, ma è altrettanto vero che laddove si abdica ad una guida politica per una prettamente tecnico-amministrativa, i problemi non solo non vengono risolti ma non trovano neppure quella voce di difesa che un Sindaco può garantire. Lo sciacallaggio - commentano - di pseudo forze non meglio identificate, tra l'altro largamente minoritarie nella città, non può e non deve incidere sul destino di Crotone. Il gravissimo momento di crisi economica e sociale - sottolineano - che sta vivendo il territorio crotonese, necessita improrogabilmente di risposte fattive che devono avviare un percorso di risoluzione dei problemi. Il futuro delle società partecipate dell'ente Provincia, legate necessariamente alla situazione economica della stessa, devono trovare nelle istituzioni e negli attori sociali i principali interlocutori. Eventuali ipotesi di commissariamento - stigmatizzano - sarebbero deleterie in questo momento sia per la città capoluogo che per l'ente Provincia, poiché priverebbero il territorio delle rappresentanze istituzionali necessarie ad interloquire con i livelli regionali e nazionali, come avvenuto positivamente in questi giorni con la vicenda dello scalo aeroportuale, arrivata ad una prima risoluzione grazie alla mediazione ed al lavoro dei principali attori istituzionali del territorio e regionali a partire dal sindaco Vallone e dal presidente Mario Oliverio. Noi sindaci della provincia di Crotone - concludono - auspichiamo che il sindaco Vallone, al quale rappresentiamo vicinanza, possa portare a conclusione il suo mandato e farlo nella indispensabile tranquillità necessaria a lavorare per il bene del territorio».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

Bollino di qualità al circolo culturale Auser di Crotone. L'assegnazione ufficiale del Bollino è avvenuta a nell'ambito della Conferenza nazionale d'Organizzazione Auser a Roma presso il Centro Congressi Frentani. In particolare è stata segnalata una buona capacità di confronto con gli altri soggetti territoriali, la scelta delle professionalità docenti attenta e accurata, attenzione ai temi dell'intergenerazionalità dell'interculturalità e della pluridisciplinarità, nonché l'adozione di metodologie didattiche appropriate per un pubblico di adulti. Il Comitato Auser per la certificazione della qualità delle Università popolari e dei Circoli culturali è composto da Allulli Giorgio, dirigente dell'Isfol, coordinatore del Reference Point per la Qualità dell'istruzione e della formazione professionale per l'Unione Europea in Italia; Antonelli Giulia, esperta di educazione degli adulti, già dirigente dell'Ufficio istruzione e integrazione dei sistemi formativi della Regione Emilia Romagna. Componente di diverse commissioni istituzionali; Farinelli Fiorella, presidente del Comitato Scientifico della Scuola Superiore per l'Amministrazione locale. Già direttore Studi e Programmazione del Ministero della Pubblica Istruzione; Maggio Francesco, economista e giornalista, docente di Economia Civile all'Università Bicocca di Milano; Serreri Paolo, docente di "Bilancio di competenze" presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Roma 3, valutata la documentazione presentata ha dichiarato il Circolo Culturale Upelk - Auser Volontariato Crotone meritevole del Bollino di qualità. Viva soddisfazione hanno espresso Michele Lombardo, Presidente Auser Volontariato Crotone e Bruno Tassone, presidente Auser Territoriale Crotone, nonché responsabile Upelk-Università Popolare età libera Kroton.
Il Presidente Bruno Tassone, ringrazia tutti i collaboratori nonché i docenti Annamaria Cecilia Costantino, Anna Marzia Rita Gentile, Alessandro Tassone, Pasquale Attianese, Giuseppe Rende, Enrico Franza, Andrea Tassone, Teresa Maria Caruso, Emanuela Tassone, Giuseppe Marino e Giuseppe Tallarico, i quali, in modo volontario e gratuito, hanno consentito il risultato conseguito.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'
Giovedì, 23 Aprile 2015 23:40

Il culto di Apollo nell'antica Kroton

Attraverso l'Oracolo di Delphi il dio della bellezza e della luce nell'VIII secolo a.C.  ordinò Miscello a fondare la nostra città.

Pubblicato in Cultura Krotonese

venticinqueaprile"Venticinque Aprile: la libertà compie 70 anni": da piazza XI settembre a Cosenza, al lungomare di Crotone, da piazza Municipio a Vibo Valentia ad Amantea, e in tante altre piazze calabresi, è fitta e varia la serie di appuntamenti, organizzati dalle Camere del Lavoro della Cgil insieme all'Anpi e a tante associazioni in tutta la regione, dibattiti con docenti universitari, concerti (tra cui i Carboidrati a Crotone) letture di brani, momenti di festa e di profonda riflessione per celebrare i 70 anni da quel 25 aprile del 1945, la lotta partigiana, la liberazione dell'Italia dal regime fascista e dalla occupazione nazista. A Crotone i festeggiamenti per i settant'anni della Liberazione cominceranno un giorno prima, il 24 aprile, alle 17, nella sala del Consiglio comunale  "incontro sui valori della Resistenza e della liberta" e termineranno il 25 sera con un incontro molto atteso dai ragazzi, quello con la band "I Carboidrati", a partire dalle 19 in un concerto musicale sul lungomare. A partire dalle 9, poi, la gara podistica in piazza della Resistenza e alle 18 l' inaugurazione della targa ricordo ai comandanti  partigiani, i fratelli Nicoletta. a Vibo Valentia, che vive più che mai una vera e propria emergenza lavoro e dove da mesi la Confederazione della Cgil provinciale ha messo su tendopoli in piazza per tenere accesa l'attenzione sulle tante troppe vertenze che minano sempre di più l'assetto sociale ed economico della provincia. A Vibo la festa organizzata dalla Cgil insieme all'Anpi e a tante associazioni, sarà una festa "dal basso", poco istituzionale e molto partecipata. Alle 10, l'appuntamento è a Corso Umberto dove, come da tradizione, verranno deposti i fiori davanti alle tre lapidi dei partigiani vibonesi.  Nel pomeriggio dalle cinque in poi  insieme alla Cgil il mondo delle associazioni, dall'Anpi a Libera, dalla Federconsumatori alla Cia e alla Cna. Migranti, disoccupati, precari, leggeranno e commenteranno pezzi della nostra Costituzione. La celebrazione del 25 aprile terminerà con il "Concerto di Primavera", alle ore 18, l'orchestra di fiati del Conservatorio "F. Torrefranca". «Questo anniversario - ha commentato il segretario della Camera del Lavoro di Vibo Valentia Luigi De Nardo - è in forte continuità con la protesta che portiamo avanti da mesi in piazza per l'emergenza lavoro nella nostra provincia. Perché quella di oggi, purtroppo è una libertà che presenza sempre meno robustezza, senza lavoro è difficile parlare di libertà e la società è minata nel profondo, e oggi più che mai è necessaria  serve la lotta per difendere i nostri diritti». Ci spostiamo a Cosenza dove la manifestazione organizzata dalla Camera del Lavoro cittadina insieme all'Anpi, al circolo Gd Valarioti e insieme a tante voci del mondo della società civile cosentina "Il fiore del partigiano. Parole e pensieri" sarà in piazza XI settembre. Si comincia alle 16.30 con letture di brani e lettere e il dibattito "Resistenza e Costituzione antifascista", moderato dal giornalista Francesco Graziadio, con l'intervento, tra gli altri, di Donatella Loprieno, docente di Diritto costituzionale all'Università della Calabria, per concludere con un omaggio ai fratelli Cervi. Rossella Celati leggerà brani tratti dallo spettacolo "Dopo un racconto ne viene un altro" a cura del T eatro dell'Acquario. Ad Amantea, in una manifestazione organizzata da Cgil Cosenza, Cgil Spi e Anpi, si partirà alle 10,30 con un raduno davanti al municipio e un corteo fino alle "Case sciollate", luogo simbolo della seconda guerra mondiale. Alle 17 una mostra fotografica sulla memoria a cura di Antonio Cima in piazza Amanteani nel mondo. Alle 20 gli interventi delle istituzioni locali e dei dirigenti sindacali dello Spi (Pensionati) Cgil e della Cgil.

 

*Nella foto di copertina: Giulio Nicoletta (Crotone, 21 agosto 1921 – Giaveno, 23 giugno 2009) partigiano e militare italiano, decorato con la medaglia d'argento al valor militare.

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

comune manifestazioneL'invito è rivolto a tutte le forze attive del territorio: «Riflettere, consapevolmente, su cosa voglia dire, oggi, un commissario per gestire il Comune di Crotone».

Pubblicato in In primo piano

liceo pitagoraGli studenti del Liceo "Pitagora" hanno partecipato alla festa della lettura di Barcellona che si è svolta il 23 aprile. Il liceo ha infatti aderito al progetto culturale "Travel Game: la cultura della lettura", iniziativa promossa dall'associazione cultura Movida con il patrocinio della Regione Calabria (Legge regionale 27/85). Erano stati gli alunni della classe "VA" a vincere la prima gara che si è svolta in aula magna il 17 aprile (pochi giorni prima della partenza verso la Spagna). Alla prima sfida avevano partecipato, con grande entusiasmo, tutte le quinte classi sul tema Calabria arte e cultura. «L'amore per i libri e la lettura viene potenziato se si utilizzano metodi innovativi - ha affermato Alessia, capitano della VA - c'è stato presentato sotto forma di gioco un test di lettura. Imparare divertendosi è un motto che ben sintetizza l'esperienza vissuta a scuola realizzata grazie all'ausilio di moderne pulsantiere wireless». La dirigente Ornella Campana ha salutato gli alunni infondendo in loro l'importanza di seguire e accogliere percorsi culturali mirati alla valorizzazione della lettura. La professoressa Carmen Barbieri, collaboratore vicario del dirigente scolastico, si è soffermata assieme ai ragazzi sull'importanza della sana competizione tra alunni che si sono confrontati su temi inerenti la Calabria e il territorio socializzando tra loro. La tecnologia Ars Power utilizzata durante la prova si pone come supporto alla didattica tradizionale. Anche l'idea di organizzare il viaggio d'istruzione delle quinte classi in Spagna sui percorsi della sana competizione, della socializzazione e dello spirito di appartenenza è un'idea innovativa che trasforma l'esperienza del viaggio in un momento di crescita per le giovani generazioni. Gli studenti del Liceo "Pitagora" hanno così partecipato alla festa della lettura di Barcellona che si è svolta il 23 aprile. Per gli alunni la sfida è proseguita durante il viaggio durante il quale hanno avuto modo e occasione di incontrare altri studenti coetanei calabresi. «Vivo un'emozione sempre molto forte nel vedere i sorrisi dei ragazzi che ti accolgono nelle proprie scuole carichi e vogliosi di imparare. Questa scuola è da sempre vicina alla nostra associazione - ha dichiarato Rita Macrì - e in passato ha già partecipato al Salone del libro di Torino. Ringrazio la preside Campana e la vicepreside Barbieri per aver anche quest'anno accolto favorevolmente il nostro progetto culturale».

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli