fbpx
Domenica, 21 Aprile 2024

CALABRIA NEWS

botte questoreIl questore di Crotone, Luigi Botte (foto), ha presentato il progetto "Sos sordi", attivato in seguito al protocollo d'intesa con l'Ente nazionale sordi che è stato siglato mercoledì 15 aprile. «Una Polizia di Stato - ha detto il Questore - sempre più integrata con i cittadini, una polizia sempre più attenta al sociale e disponibile a collaborare con i cittadini, anche coloro i quali hanno difficoltà nel comunicare». Quella di Crotone è la seconda questura calabrese ad avere attivato il progetto Sos sordi promosso dall'Ente nazionale sordi e condiviso con la Direzione centrale per gli Affari generali della Polizia di Stato, con l'obiettivo di rendere accessibili i servizi di emergenza alle persone sorde mediante l'utilizzo dell'applicazione Sos sordi che ha ottenuto recentemente anche il patrocinio dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Un'applicazione per Android e Iphone consente alla persona sorda di richiedere l'intervento della Polizia di Stato generando una mail che viene ricevuta e presa in carico dalle centrali operative dei servizi richiesti. Oltre ai dati della persona che richiede aiuto l'app invia la localizzazione della persona e consente di aggiungere informazioni aggiuntive, quali il nominativo di un interprete di lingua dei segni, di un familiare e altro testo utile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

«Un risultato davvero eclatante - informa una nota - quello ottenuto dalla lista della Uiltec, guidata da Enzo Morandi, nella centrale Ionica Gas di Eni a Crotone. Il 65,8% che i lavoratori hanno inteso assegnare ai candidati della Uil, rappresenta di gran lunga la più alta percentuale ottenuta nelle elezioni delle Rappresentanze sindacali unitarie del gruppo Eni nell'intero territorio nazionale. Un impegno nuovo - commenta la Uil - quello che attende il sindacato già nei prossimi mesi. Imprevedibili, infatti, potrebbero rivelarsi gli scenari nel sistema estrattivo del Paese, nei quali potrebbero inserirsi soggetti interessati alle risorse energetiche di cui attualmente dispongono gli impianti Eni. Noi solleciteremo il governo - assicura la Uil - affinché svolga una funzione di attenta vigilanza per evitare che scelte incontrollate possano tradursi in un pericoloso salto nel buio. Ci piace sottolineare che il voto espresso dai lavoratori della Ionica Gas, rappresenta un esempio perché è stato caratterizzato da una piena e consapevole libertà di scelta, che ha saputo respingere ogni ingerenza e pressione che pure è stata irresponsabilmente esercitata. Un monito - commenta ancora Uil - per coloro che ancora non comprendono che la scelta di ogni singolo lavoratore, della propria rappresentanza sindacale, non deve e non può essere condizionata da presunte appartenenze politiche. Qualcuno ha cercato, in buona sostanza, così come è avvenuto nella pubblica amministrazione dove, nel corso delle ultime elezioni delle Rsu, si sono mobilitati dirigenti politici, sindaci, presidenti, assessori e consiglieri comunali, di importare metodi che, ormai, suscitano l'indignazione anche dei cittadini quando, cercando di esercitare in piena autonomia il proprio diritto al voto, subiscono una sorta di assedio che ne limita la libertà e finisce per produrre risultati che, soprattutto, nelle autonomie locali appaiono profondamente inadeguati. Ringraziamo, infine, i lavoratori - conclude la nota - per la fiducia ed il consenso che hanno inteso manifestarci e siamo certi che Enzo Morandi saprà rappresentarli in un quadro di interessi generali anche del territorio».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

soakro catanzaroDomani la protesta si sposterà sotto la Prefettura di Crotone dove è stato convocato un vertice operativo per discutere coi sindaci e le società pubbliche dei disservizi nell'erogazione dell'acqua.

Pubblicato in Cronaca

«Proviamo rabbia e rammarico - scrive la segreteria cittadina dei Giovani democratici Crotone - per la decisione del tribunale civile di Crotone di rigettare l'istanza di concordato preventivo della S. Anna Spa [LEGGI ARTICOLO]. Una forte battuta di arresto per il crotonese proprio adesso che Ryanair aveva da poco festeggiato 100mila passeggeri. Facile in queste circostanze - commentano i Gd - puntare l'indice, ma è sotto gli occhi di tutti che questo triste epilogo è frutto della politica che ha gestito come peggio non poteva fare la S. Anna Spa, troppo spesso utilizzata come strumento di propaganda. Urge, in questo momento, convocare immediatamente un tavolo tecnico che coinvolga le parti interessate per tentare quantomeno di programmare un futuro per lo scalo crotonese. Un ultimo pensiero vogliamo - concludono - rivolgerlo ai dipendenti della società, a cui manifestiamo tutta la nostra solidarietà».

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

«Le Amministrazioni comunali di Crotone, Cotronei e Strongoli stanno compiendo, e continueranno a farlo, tutti i passaggi necessari per garantire la normale erogazione dell’acqua nei rispettivi centri abitati. E proprio in quest’ottica prenderanno parte all'incontro convocato per domani presso la Prefettura di Crotone, per cercare soluzioni al contenzioso apertosi tra Sorical e Soakro». I sindaci di Cotronei Nicola Belcastro, di Strongoli Michele Laurenzano e di Crotone Peppino Vallone, in una nota congiunta, sottolineano come le rispettive Amministrazioni stiano «monitorando attentamente la situazione che riguarda il contenzioso tra le due società che gestiscono l’erogazione dell’acqua, e sui gravi disagi che esso sta di fatto provocando alla popolazione della provincia di Crotone». «La riduzione del flusso dell’acqua - scrivono le Amministrazioni - ad opera di Sorical, dopo i problemi provocati nella città capoluogo, nei prossimi giorni potrebbe riguardare anche Strongoli e Cotronei. Sulla vicenda - scrivono i sindaci - stiamo mantenendo la massima attenzione, come dimostrano la convocazione dell’assemblea dei sindaci, le pressanti richieste avanzate alla Prefettura di Crotone perché si faccia promotrice di una mediazione tra le due società fino alla risoluzione del problema, e come dimostra anche l’intervento del prefetto De Vivo che legittima le ordinanze sindacali come quella emessa dal primo cittadino di Crotone. A tutela della salute pubblica - concludono Belcastro, Vallone e Laurenzano - e a garanzia di un diritto inalienabile come quello all’acqua, siamo pronti a compiere tutti i passaggi necessari per garantire la normale e corretta erogazione dai rubinetti delle case dei nostri concittadini».

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

ryanair6E' stata dichiarata inammissibile dai giudici del Tribunale civile di Crotone la richiesta di concordato preventivo avanzata dalla Sant'Anna spa, la società che gestisce l'omonimo scalo aeroportuale. Il decreto e' stato depositato oggi pomeriggio insieme alla sentenza che dichiara il fallimento della società di gestione in accoglimento della richiesta che era stata avanzata nelle precedenti udienze dall'ufficio di Procura. Al momento non si conoscono le motivazioni che hanno indotto i giudici a rigettare la richiesta della società. La Società Sant'Anna si era impegnata a rientrare interamente dai debiti ricorrendo all'aumento di capitale da parte dei soci (Regione, Provincia di Crotone, Camera di commercio, Comuni di Crotone e Cutro) e alle risorse che i comuni della fascia ionica avrebbero dovuto versare girando all'aeroporto l'otto percento delle royalties del metano. Intanto il curatore nominato dal Tribunale sta avanzando richiesta di esercizio provvisorio dell'attività per evitare la sospensione dei voli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano