fbpx
Sabato, 20 Luglio 2024

CALABRIA NEWS

«In queste ultime ore, abbiamo appreso dalla stampa, che il consigliere comunale del gruppo Jole Santelli, Mario Megna, si è dimesso da coordinatore cittadino di Forza Italia». È quanto scrivono in una nota i consiglieri forzisti Antonio Manica (capogruppo), Alessia Le Rose, Fabio Manica e Giuseppe Fiorino.

Pubblicato in In primo piano

«Dopo i rimpasti, le voci di rimpasti, i rientri in Giunta, le crisi di maggioranza e i sostegni annunciati e poi ritirati (da Vibo), le "pizze di classe" per tracciare la linea da seguire alle politiche, le sedute di Consiglio andate a vuoto (che se lo fa la minoranza è istituzionalmente scorretto, ma quando lo fa la maggioranza c'è sicuramente una ragione), ora pare arrivi il cambio alla Presidenza in Consiglio comunale».

Pubblicato in In primo piano

«Nell'ambito delle Commissioni consiliari – informa una nota del comune di Crotone – i componenti delle stesse stanno procedendo alla nomina degli organismi».

Pubblicato in Politica

procopio megna mauroGiovanni Procopio Consigliere Comunale “Crotone Bene Comune” ha scritto una lettera al presidente del consiglio comunale Serafino Mauro in cui esprime «stupore nell’apprendere che il consigliere comunale Mario Megna, membro delle opposizioni, nonché capogruppo del Partito democratico alla Provincia di Crotone, è stato autorizzato a recarsi, insieme al sindaco della città, a Vicenza in occasione della 34^ assemblea dell’Anci. La perplessità è nata non tanto dalla missione del consigliere, ma dal criterio da cui deriva l’indicazione di un membro dell’opposizione a rappresentare, insieme al sindaco, il Comune di Crotone. Nessuna informazione né tantomeno alcuna discussione è stata fatta con i consiglieri di opposizione qualora fosse stata ravvisata la necessità di una rappresentanza non di maggioranza a partecipare ai lavori dell’Anci. Democrazia vuole che sia l’opposizione a designare un suo rappresentante, altrimenti l’indicazione fatta dalla maggioranza assume ben altro significato. Si dice che in “democrazia anche la forma è sostanza”, per cui mi trovo, mio malgrado, ancora una volta a constatare che vengono continuamente mortificate le più elementari forme di democrazia. Signor presidente del consiglio comunale nel ricordarle, ove ce ne fosse bisogno, che lei è il presidente di tutti i consiglieri e non di una parte, mi appello a lei affinché venga ripristinata l’agibilità democratica del consiglio comunale e lo faccio riconoscendole senso di equilibrio e responsabilità. Infine, nel momento in cui una missione viene legittimata con tanto di impegno di spesa vuol dire che si è ritenuto indispensabile la presenza proprio di quel consigliere e in genere ciò accade all’interno della maggioranza. A tal proposito, caro presidente, le porgo le mie scuse nel caso in cui nel frattempo sia cambiata la maggioranza e io non me ne sia accorto».


Pronta la replica del presidente del consiglio comunale Serafino Mauro che ha anche lui indirizzato la seguente nota al consigliere comunale del gruppo "Crotone Bene Comune": «Caro consigliere Procopio, in riferimento alla sua del 13 ottobre scorso, con la quale esprime alcune valutazione relativamente alla missione autorizzata al consigliere Mario Megna per la partecipazione al congresso nazionale dell'Anci svoltosi nei giorni addietro a Vicenza, mi corre l'obbligo, per dovere istituzionale, formularle alcune precisazioni e considerazioni. Lo stupore da lei manifestato si tramuta nel sottoscritto in meraviglia e in abbondante sorpresa, perché voglio sottolineare che l'assemblea nazionale dell'Anci non riguarda soltanto le maggioranze ma tutte le rappresentanze delle amministrazioni e dei Consigli comunali di tutta Italia. La data di svolgimento di questo evento di particolare rilevanza era a conoscenza di tutti i consiglieri comunali e i sindaci dell'intero Paese, e pertanto qualunque consigliere comunale, di maggioranza o di minoranza che sia, avrebbe potuto manifestare il proprio interesse alla partecipazione, e in relazione al numero dei Consiglieri che ne avessero fatto richiesta, senza distinzione o discriminazione, questa presidenza, nel caso di più richieste, si sarebbe adoperata per organizzare un apposito incontro per condividere il numero e la composizione della delegazione del Comune di Crotone, nel rispetto della pluralità dei gruppi e senza alcuna distinzione e discriminazione, chiedo scusa per la ripetizione. Tra l'altro vorrei ricordarle che questa metodologia, cristallina, è già stata utilizzata in altre circostanze. Mi riferisco in particolar modo alla visita istituzionale che una delegazione dell'amministrazione comunale effettuerà nella città di Samos, in Grecia. In questa circostanza, su mia sollecitazione, si è stabilito, avendo avuto più disponibilità alla partecipazione, una delegazione composta da consiglieri di maggioranza e di minoranza. Mi auguro che lei non voglia sostenere che anche in questo caso i due consiglieri di minoranza che parteciperanno a Samos siano passati con la maggioranza. Di conseguenza nessuna ferita alla democrazia e alla sua agibilità è stata inferta dal sottoscritto, e, a onor del vero, nemmeno dal consigliere Megna che ha legittimamente e con correttezza presentato la sua richiesta per iscritto e nella sua qualità, oltre che di Consigliere, anche di capo gruppo e di presidente di una delle Commissioni permanenti. Le preciso, inoltre, che dopo quattordici mesi di vita di questa Consiliatura, questa missione è stata la prima autorizzata dal sottoscritto. Come vede, caro consigliere Procopio, il mio agire, in rispetto al ruolo che ricopro e secondo il mio stile di vita, è sempre orientato alla correttezza istituzionale e alla trasparenza, al di là di chi possa scrivere il contrario o semplicemente suggerirlo. La pregherei in futuro di evitare verso la presidenza del Consiglio comunale rilievi di natura politica e la invito ad attenersi unicamente, come è d'obbligo per tutti i Consiglieri a partire dal sottoscritto, a valutazioni di carattere istituzionale e non a velate o meno polemiche che appartengono al solo dibattito politico».

Pubblicato in Politica

mario megna«Sulla questione riferita – scrive Mario Megna – alla eventuale incompatibilità dell'assessore all'Urbanistica Salvatore De Luca, in qualità di presidente della prima commissione consiliare permanente Trasparenza, ribadisco un concetto già enunciato in sede di Commissione, ossia che la stessa deve limitarsi nel caso in specie a valutare gli atti pubblici prodotti dall'Ente e quindi il decreto di nomina del sindaco e non entrare nel merito di una situazione assai controversa in termini giuridici lasciandone la competenza agli organi preposti. Per quanto è a conoscenza della Commissione, la nomina dell'assessore De Luca risulterebbe valida ed efficace e non viziata da elementi ostativi. Ogni aspetto successivo verrà valutato nelle opportune sedi dai soggetti competenti. E' questo il modus operandi della Commissione da me presieduta che entra esclusivamente nel merito della trasparenza degli atti escludendo valutazioni legate a precostituite posizioni di ordine politico».

Pubblicato in Politica

mario megna«Nella mattinata di sabato 25 febbraio - informa una nota -, presso i locali della federazione del Partito democratico crotonese, si sono incontrati il segretario provinciale Gino Murgi, la segreteria provinciale e i consiglieri provinciali Mario Megna, Paola Carvelli, Giampiero Amato e Samuele Albanese. Dopo una accurata analisi di quella che dovrà essere l’azione del Pd e dei sui consiglieri in seno al consiglio provinciale, si è deciso all’unanimità di nominare portavoce del gruppo Pd in Provincia il consigliere Mario Megna».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 2 di 3