fbpx
Lunedì, 06 Dicembre 2021

CRONACA NEWS

Arrestati due giovani crotonesi accusati del furto di tre termosifoni nella scuola "Alcmeone"

Posted On Sabato, 24 Gennaio 2015 17:21 Scritto da

Denunciata anche una donna rumena che avrebbe detenuto in casa un connazionale per un presunto prestito non restituito. Sequestrate A Cirò Marina anche due apparecchi elettronici per il gioco ritenuti irregolari.

Nella giornata di ieri, il personale della Squadra volanti della Questura di Crotone ha dato esecuzione a un'Ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Ermenelgildo Andrea Misticoni crotonese, di 34 anni, e Giuseppe Maiorano, crotonese anche lui, di 24 anni, entrambi responsabili del reato di tentato furto aggravato di tre termosifoni di grosse dimensioni dell'istituto scolastico "Alcmeone" sito in via Giovanni Paolo II.

 

Il personale della Squadra mobile, invece, contattato dall'autorità consolare rumena in Italia, è dovuto intervenire nel Comune di Cotronei, dove G. H., di origine rumena, sarebbe stata trattenuta in un appartamento contro la sua volontà dalla connazionale A. M. I. Pare che la ragione di tale comportamento fosse in ragione di un presunto piccolo debito della stessa nei suoi confronti. La A.M.I. è stata per tanto deferita all'Autorità giudiziaria e messa in stato

 

di libertà per il reato di violenza privata ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

La divisione della Polizia Amministrativa e Sociale, infine, nel corso di controlli amministrativi presso esercizi commerciali ubicati nel Comune di Cirò Marina, ha proceduto ieri al sequestro amministrativo di due videogiochi installati in violazione a quanto previsto dall'art. 110 comma 9 lettera f ter del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza riguardante appunto la disciplina degli apparecchi e dei congegni elettronici per il gioco lecito.