Giovedì, 21 Gennaio 2021

CRONACA NEWS

Attentato a pm Bruni: individuata la cosca del Cosentino che lo progettava

Posted On Giovedì, 27 Novembre 2014 16:50 Scritto da

La cosca degli "zingari", colpita stamani da un'operazione congiunta di carabinieri e polizia nel Cosentino, era quella che stava progettando un attentato nei confronti del pm della Dda di Catanzaro Pierpaolo Bruni.

È la convinzione degli investigatori che, pur non contestando a nessuno degli arrestati fatti specifici - sulla vicenda indagano i magistrati di Salerno - avrebbero comunque individuato la cosca come quella che, secondo quanto riferito da un detenuto alla polizia penitenziaria, stava organizzando l'attentato. Secondo il racconto fatto dal detenuto, il progetto di attentato contro Bruni sarebbe stato pensato da cosche della 'ndrangheta del crotonese, del cosentino ed anche di Lamezia Terme per la pressione esercitata dal magistrato che ha coordinato diverse inchieste sul territorio. L'attentato, ha riferito il detenuto, avrebbe dovuto essere portato a termine nelle vicinanze di una galleria lungo la strada statale 107 percorsa dal magistrato per recarsi a Cosenza in occasione delle udienze di processi contro esponenti della criminalità organizzata. La fonte ha anche dato una descrizione della galleria che è stata verificata come reale dagli investigatori. Il detenuto ha anche fornito informazioni sul tipo di auto usata dal magistrato e sull'identità dei suoi uomini di scorta. Bruni ha già subito intimidazioni, minacce ed è stato al centro di altri progetti di attentato. Da anni è in prima linea nella lotta contro le cosche della 'ndrangheta di Crotone, Vibo Valentia e Cosenza. Recentemente si è occupato delle procedure per l'applicazione del regime detentivo del 41 bis nei confronti dei maggiori boss calabresi.