fbpx
Giovedì, 08 Dicembre 2022

CRONACA NEWS

Cinque condanne e un'assoluzione per l'omicidio Tersigni: la sentenza d'Appello

Posted On Martedì, 22 Novembre 2022 18:24 Scritto da Giuliano Carella

CATANZARO Condanna confermata per l'esecutore materiale, riformate invece quelle di altri 4 imputati e un'assoluzione. La Corte di assise d'Appello di Catanzaro si è pronunciata sulle richieste di riformulazione per gli imputati dell'omicidio di Giovanni Tersigni avvenuto a Crotone, nella serata del 7 settembre 2019, tra le vie del centro storico.

La prima Sezione, attraverso la camera di consiglio (Gabriella Reillo presidente e Domenico Commodaro a latere), ha pronunciato la rideterminazione della sentenza di primo grado nell'udienza di questo pomeriggio tre anni anni dopo l'agguato, maturato nell'ambito di contrasti sulle zone di spaccio di droga a Crotone.
Confermata la pena a 20 anni di reclusione per Cosimo Berlingieri, di Catanzaro, ritenuto l'esecutore materiale dell'omicidio di Giovanni Tersigni.
Francesco Oliverio, accusato di essere il mandante dell'agguato (poi divenuto collaboratore di giustizia), difeso dall'avvocato Claudia Conidi, è stato condannato a 11 anni e 4 mesi di reclusione (in primo grado erano 18 anni, 9 mesi e dieci giorni di reclusione).
Paolo Cusato (che avrebbe nascosto la pistola lanciandola su un tetto di un edificio del centro storico), difeso dall'avvocato Aldo Truncè, dovrà scontare 14 anni e 8 mesi di reclusione (18 anni, 9 mesi e 10 giorni di reclusione in primo grado.
Condannato anche
Giuseppe Passalacqua (legale Alessio Spadafora) a 10 anni 9 mesi e 10 giorni di reclusione (14 anni, 1 mese e 10 giorni).
L'uomo che che aveva accompagnato Berlingieri da Catanzaro a Crotone, Dimitrov Dimitar Todorov, difeso dagli avvocati Francesco e Alberto Laratta, è stato condannato a 10 anni di reclusione (12 anni, 6 mesi e 20 giorni).
Assolto, infine, colui che avrebbero fatto da palo durante l'agguato, perché incapace di intendere e di volere,
Cosimo Damiano Passalacqua, difeso dall'avvocato Alessio Spadafora (era stato condannato a 9 anni, 5 mesi e 10 giorni).