Sabato, 28 Novembre 2020

CRONACA NEWS

Crollo di una palazzina a Petilia Policastro per una frana: nessuna vittima

Posted On Sabato, 31 Gennaio 2015 13:30 Scritto da

Nel frattempo sono state fatte sgomberare quattro famiglie. Accertamenti ad altri stabili nella frazione di Foresta. Il sindaco Nicolazzi: «Se lo Stato non ci aiuta mi dimetto».

Quattro famiglie sono state sgomberate a causa di una frana, nella frazione Foresta di Petilia Policastro, che ha provocato il crollo di una palazzina. Sono intervenuti i vigili del fuoco ed il personale del Comune di Petilia Policastro. Sono in corso accertamenti in numerose abitazioni della frazione Foresta, interessata da un movimento franoso molto vasto. I tecnici stanno compiendo verifiche sull'agibilità di tre abitazioni adiacenti alla palazzina crollata. Oltre alla palazzina crollata, ci sono altre tre abitazioni che hanno subito ingenti danni a causa della stessa frana che è avvenuta nei pressi della chiesa nella frazione di "Foresta". Il movimento franoso è stato alimentato dalla pioggia caduta nelle ultime ore. Al momento del crollo della palazzina, fortunatamente, i proprietari non erano in casa. Sono così intervenuti i vigili del fuoco che hanno installato le apparecchiature per monitorare costantemente la situazione della frana. Dai primi accertamenti sarebbe a rischio l'intero quartiere. Secondo quanto si è appreso dai tecnici comunali, il numero delle persone sgomberate è destinato ad aumentare. «Lo Stato mi aiuti a gestire la situazione di questa frana oppure mi dimetto». Così ha reagito il sindaco di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi, circa la frana che ha provocato il crollo della palazzina. «Non voglio trovarmi nelle condizioni - ha aggiunto - di dover piangere i morti. Sto lanciando un grido d'allarme per questa situazione, che ritengo molto grave e che interessa decine di famiglie. L'intera frazione è a rischio e stamane siamo stati fortunati che non ci sono stati vittime. E francamente io non me la sento di rischiare». «Queste mie esternazioni - ha proseguito Nicolazzi - le riferirò anche al Prefetto di Crotone, con il quale mi incontrerò nei prossimi giorni. Sono stato eletto per tutelare la mia comunità e chiedo allo Stato di mettermi in condizione di poterlo fare. Se nessuno mi aiuterà, allora io lascio per l'impossibilità di svolgere il mio ruolo».