fbpx
Lunedì, 14 Giugno 2021

CRONACA NEWS

Da Roccabernarda a Crotone per rifornirsi di marijuana: un arresto e un indagato

Posted On Giovedì, 10 Giugno 2021 18:15 Scritto da Redazione

Erano venuti a rifornirsi di droga a Crotone per poi venderla a Roccabernarda. Questo è quello che è emerso dagli accertamenti effettuati dalla Polizia stradale di Crotone nel pomeriggio del 9 giugno scorso, a seguito di un controllo effettuato da una pattuglia su due soggetti a bordo della loro automobile.

In particolare, gli agenti, nel corso di un posto di controllo sulla Strada statale 106, in località Passovecchio del Comune di Crotone, hanno fermato un’autovettura con a bordo due individui, i quali si sono subito mostrati non collaborativi e irrequieti al momento del controllo.

Per tali motivi e grazie al loro intuito investigativo, gli operatori hanno così proceduto alla loro perquisizione, rinvenendo addosso a uno dei due una busta contenente oltre 50 grammi di marijuana. A seguito di ciò, il soggetto che deteneva materialmente la sostanza, è andato in escandescenza, seguendo anche una colluttazione con gli operatori, i quali prontamente hanno proceduto dunque ad arrestarlo per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Con successivi accertamenti, effettuati su disposizione della locale Autorità giudiziaria presso le abitazioni dei due soggetti, gli uomini della Polizia stradale hanno rinvenuto anche due bilancini per la pesatura, oltre a ulteriore sostanza stupefacente.

Concluse le indagini, dunque, gli operatori hanno proceduto a indagare entrambi i soggetti per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, oltre ad arrestare uno di essi anche per la condotta di resistenza a pubblico ufficiale.

«Tale attività – spiega una nota – si innesta in un più ampio monitoraggio che la Polizia Stradale di Crotone costantemente effettua lungo le principali arterie della Provincia, anche al fine di verificare lo stato psicofisico dei soggetti che si mettono alla guida, oltre a contrastare, più in generale, la criminalità che circola sulle strade; ne è una dimostrazione, oltre ai fatti sopra descritti, anche il rinvenimento da parte degli operatori di sostanze stupefacenti, detenute per uso personale, a carico di altri due conducenti di veicoli solamente nell’arco dell’ultima settimana».