fbpx
Giovedì, 30 Giugno 2022

CRONACA NEWS

Decine di bambini con virulente infezioni batteriche alla cute: colpa dell'inquinamento da spiaggia?

Posted On Venerdì, 07 Agosto 2015 19:33 Scritto da

eruzioni cutanee bambini internaDecine e decine di bambini con infezioni batteriche alla cute vengono ricevuti quasi quotidianamente, da circa due settimane a questa parte, presso il pronto soccorso del San Giovanni di Dio a Crotone. Le infezioni sono provocate da diversi batteri come enterococchi, stafilococchi e coliformi. C'è un'alta probabilità che, tali spiacevoli insorgenze, siano generate dalle condizioni non ottimali della sabbia e del mare. La notizia è subito rimbalzata sui social network, destando non poche preoccupazioni tra i genitori crotonesi (foto). Anche se al momento non vi è alcuna comunicazione ufficiale da parte dell'Azienda sanitaria crotonese, i sanitari stanno comunque fronteggiando i numerosi casi che sembrano non essere ormai più eventi sporadici. Come è possibile notare dalla foto a corredo dell'articolo i piccoli pazienti arrivano al nosocomio cittadino con evidenti segni di eruzione cutanea e bruciori. I casi si starebbero verificando maggiormente su bambini perché trascorrono più tempo a contatto con la sabbia e con il mare, ma soprattutto in quanto definiti soggetti "immuno deficit", cioè più vulnerabili a livello di difese immunitarie. Tali infezioni batteriche vengono quindi curate con terapia antibiotica e divieto assoluto di esposizione al sole. Dal punto di vista medico-scientifico non è stata ancora stabilita alcuna connessione con le frequenti fughe di acque bianche che si stanno verificando in queste settimane sul litorale cittadino e che stanno provocando numerosi disagi a cittadini e turisti con divieti di balneazione e cattivi odori nei tratti di spiaggia interessati. Inoltre, c'è da sottolineare che la depurazione crotonese viene gestita con un impianto malfunzionante e che, al massimo della sua capacità, riesce a servire 30mila utenti, tra l'altro, con una società sull'orlo del fallimento e con lavoratori senza stipendio. A ciò si aggiunga che la popolazione residente nel periodo estivo aumenta e ciò sta portando al collasso rete fognaria della città. Ultima riflessione: e chissà quanti altri scarichi abusivi, in questi giorni d'estate, confluiscono direttamente in spiaggia e in mare!