fbpx
Lunedì, 04 Luglio 2022

CRONACA NEWS

Maltrattava da anni la madre, torturandola: 45enne in custodia cautelare

Posted On Martedì, 07 Giugno 2022 08:07 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

Una triste storia, consumatasi per anni tra le mura domestiche e che purtroppo vedeva il figlio oggi 45enne compiere vere e proprie torture nei confronti della madre.

Hanno però un punto su tutto questo i carabinieri della Compagnia di Crotone che hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per “maltrattamenti in famiglia”, “lesioni personali aggravate” e “danneggiamento”, emessa nei confronti di L. L., 45enne, crotonese.
In particolare, il gip presso il Tribunale di Crotone, accogliendo le risultanze delle investigazioni, condotte dai militari operanti sotto la direzione della Procura della Repubblica del capoluogo, ha ritenuto rilevanti gli indizi a carico di L. L., il quale, a partire dal 2015, avrebbe posto in essere dei comportamenti domestici «lesivi della dignità» nei confronti della madre, oggi 83enne.
Tali comportamenti sarebbero consistiti, ad esempio, nello «sporcare deliberatamente la loro dimora, anche defecando in tutte le stanze e persino all’interno della macchinetta del caffè», per costringerla a effettuare costantemente delle approfondite pulizie.
Altre volte invece l'uomo avrebbe minacciato verbalmente la povera donna in modo ripetuto e continuo. In ultimo, alla fine dello scorso mese di maggio, nel percuoterla, il 45enne le aveva anche lanciato addosso delle sedie e poi sbattuto volontariamente una porta dell’appartamento contro la testa, provocandole così delle lesioni considerate gravi.
Rilevanti, per la ricostruzione degli eventi, sono state le testimonianze rese dalla donna e dall’altro figlio, che hanno suffragato l’impianto accusatorio raccolto dagli operanti nei confronti di L. L., il quale, dopo essere stato condotto in caserma, al termine degli accertamenti di rito, è stato associato alla Casa circondariale di Catanzaro e messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria mandante del provvedimento cautelare eseguito nei suoi confronti.