fbpx
Mercoledì, 22 Settembre 2021

CRONACA NEWS

Maxi-sequestro di marijuana in localita' Farina a Crotone: 4 persone arrestate

Posted On Giovedì, 22 Luglio 2021 11:06 Scritto da Redazione

Rivenuti e sequestrati in un’abitazione 106,5 chilogrammi di marjuana, arrestati quattro soggetti in zona Farina a Crotone. È accaduto nella mattinata del 20 luglio scorso, quando personale dell’Upgsp e della Squadra Mobile ha tratto in arresto 4 soggetti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, il personale operante ha sorpreso i soggetti, due uomini e due donne in un’abitazione in zona Farina intenti a celare all’interno di un vano dell’appartamento ben 23 sacchi tradizionalmente utilizzati per l’immondizia con all’interno sostanza stupefacente del tipo marjuana da poco raccolta. Al momento dell’irruzione dei poliziotti uno dei quattro arrestati era proprio intento a pulire i rami di marjuana per estrarne le inflorescenze.

I soggetti sono stati subito identificati in: Mauro De Luca di 48 anni, Salvatore Stirparo di 42 anni, Monica Murgeri di 47 anni e T.M.D.L. di 18 anni.

Il solo Mauro De Luca è soggetto con precedenti specifici in materia di reati inerenti agli stupefacenti e conosciuto agli operatori. Tutti e 4 sono stati comunque condotti presso gli Uffici della Questura per gli accertamenti del caso e su disposizione dell’Autorità giudiziaria sono stati poi associati presso le Case circondariali di Crotone e Castrovillari con la sola eccezione di Teresa Maria De luca che è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari.

L’ingente quantitativo di sostanza stupefacente è stata recuperata e pesata presso il locale Gabinetto di Polizia scientifica. All’esito delle operazioni è emerso che ogni sacco aveva un peso di circa 4,5 chilogrammi per un totale complessivo pari a 106.5 chilogrammi.

Nel giro di pochi giorni tutta la sostanza sarebbe sicuramente stata confezionata e poi smistata per rifornire le varie piazze di spaccio della città e della provincia anche atteso il quantitativo rinvenuto. La sostanza sul mercato avrebbe fruttato almeno 120 mila euro.