fbpx
Domenica, 26 Maggio 2024

CRONACA NEWS

'Ndrangheta e politica, l'inchiesta della Dda di Reggio potrebbe estendersi al Crotonese

Posted On Martedì, 19 Luglio 2016 17:05 Scritto da

inchiesta dda reggioIl verminaio di accordi tra ‘ndragheta, politica e massoneria deviata messo in luce dai magistrati della Distrettuale antimafia di Reggio Calabria potrebbe coinvolgere l’intera Calabria. Secondo quanto scrive il direttore del Corriere della Calabria, Paolo Pollichieni, “i boss e la loro interfaccia politico-massonica hanno solo allargato il raggio operativo, includendo al tavolo rappresentanze di Crotone, Catanzaro, Vibo Valentia e Cosenza e cambiato i propri referenti ai quali hanno garantito appoggio elettorale nelle amministrative e nelle regionali del 2014”. Chi conosce Pollichieni sa che non è un giornalista che si avventura a scrivere su argomenti di questa portata senza avere in mano carte e informazioni dirette. Su quello che scrive “ci si può calare la pasta”, che risponde al vero. Si tratta solo di aspettare che i magistrati della Dda di Reggio Calabria diano il via libera per il troncone dell’inchiesta che riguarda gli accordi politico-mafiosi-massoneria deviata del Crotonese. Questi accordi, secondo Pollichieni, riguardano le elezioni regionali del 2014. Sui palazzi del potere locale sta, quindi, per abbattersi un terremoto di magnitudo elevatissimo. Tutto, comunque, dipende dai nomi che sono stati scritti nel taccuino dei magistrati della Dda reggina.