Lunedì, 21 Settembre 2020

CRONACA NEWS

Violazioni norme anti-Covid: 53 persone sanzionate a Crotone dalla Polizia

Posted On Sabato, 11 Aprile 2020 14:39 Scritto da Redazione

Sono state 53 le persone sanzionate a Crotone nel corso della settimana per violazioni alle norme anti Covid-19. È questo il bilancio dei servizi di controllo straordinario condotti da personale della Questura di Crotone unitamente a personale del Reparto prevenzione crimine di Cosenza, che ai sensi del decreto legge 19 del 25 marzo 2020, in quanto in circostanze diverse, i soggetti sono stati sorpresi lungo le vie cittadine senza giustificato motivo.

Nella giornata di lunedì 6 aprile scorso personale della Divisione Pasi - Squadra amministrativa, ha eseguito controlli amministrativi presso alcuni esercizi commerciali di Crotone riscontrando presso un’attività, delle violazioni ed elevando una sanzione amministrativa con pagamento ridotto pari a 280 euro, e presso un’altra attività di vicinato per la vendita di prodotti per la casa, elevando 3 sanzioni amministrative: 1.032,00 euro per la mancata esposizione del cartello indicante l’orario di lavoro; 121,00 euro per il mancato pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico; e 1.032,00 euro per la vendita di mascherine allo stato sfuso non rispettando le norme vigenti.

Nella giornata dell’8 aprile scorso, durante l’attività di controllo per il contenimento anti Covid-19, personale della Divisione Pasi - Squadra amministrativa, ha proceduto a controllare, in piazza Montessori, delle persone appiedate. Durante il controllo, uno dei due si è dato a precipitosa fuga sottraendosi al controllo, così che anche l’altra persona ha seguito medesimo comportamento. Successivamente rintracciata presso la sua abitazione veniva identificato il R. V. crotonese di 31 anni, e dopo aver acquisito la dovuta autocertificazione (ai sensi del D.L. 19/2020) e considerato il comportamento non coerente con quanto dichiarato, gli operatori hanno elevato sanzione amministrativa di 400,00 euro (prevista ai sensi dell’art. 4 comma 1 del D.l. 19/2020), rispetto all’intimazione dell’invito a rimanere presso la propria abitazione e sottoporsi alla quarantena, a deferire lo stesso alla Autorità giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale (di cui all’art. 337 del c.p.), oltre alla segnalazione all’Asp competente per sottoporre il predetto alla quarantena di cui all’Ordinanza del Presidente della Regione Calabria nr.12 del 20.03.2020 punto n. 10.

Nella medesima giornata, personale della Squadra Volante, in luoghi e momenti diversi, ha deferito alla competente Autorità giudiziaria, V. F., crotonese di 29 anni, e O. M., nato in Nigeria di 27 anni, senza fissa dimora, ritenuti responsabili del reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Nella giornata del 9 aprile scorso, personale della Squadra Volante ha tratto in arresto B. G., crotonese di 32 anni, perché resosi responsabile dei reati di danneggiamento aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nella giornata del 9 aprile scorso, personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, nell’ambito di controlli relativi all’osservanza delle disposizioni previste dal D.L. n. 19 del 25 marzo 2020, in relazione alle norme anti COVID, ha elevato, al titolare di una impresa edile, intenta alla ristrutturazione di un appartamento, la sanzione amministrativa dell’importo a pagamento ridotto di euro 280,00 entro giorni 30. Inoltre è stata comminata la chiusura provvisoria dell’attività per giorni cinque ai sensi dell’art. 4 c.4 del D.L.NR. 19/2020. Infine gli è stato contestato, poiché non era in grado di fornire relativo contratto di assunzione di uno dei due operai trovati intenti a lavorare nel cantiere edile, quindi lavoratore a nero e pertanto sarà fatta segnalazione al competente Ispettorato Territoriale del Lavoro.

Nella medesima giornata durante i controlli di alcune attività di servizi effettuati in questa piazza Berlinguer si è avvicinato, senza alcun motivo, un cittadino extracomunitario, che veniva più volte invitato ad allontanarsi. Il predetto oltre a non rispettare l’indicazione data, creava assembramento sul luogo del controllo e quindi si procedeva alla sua identificazione mediante l’accompagnamento presso gli uffici della Questura. Il predetto, identificato per D. E., cittadino della Guinea classe 1998 senza fissa dimora, da accertamenti in banca dati risultava essere oggetto di un Rintraccio per Notifica della Revoca delle Misure di Accoglienza, pertanto veniva stato emesso biglietto d’invito a presentarsi presso l’Ufficio Immigrazione, inoltre gli veniva elevata la sanzione amministrativa secondo quanto previsto all’art.4 comma 1 del D.L. nr.19/2020 dell’importo a pagamento ridotto previsto per euro 280,00 entro giorni 30. Infine, in relazione al punto 10 dell'Ordinanza del Presidente della Regione Calabria nr. 12 del 20/03/2020, il soggetto verrà segnalato al Dipartimento di Prevenzione dell'ASP di Crotone al fine di essere sottoposto alla quarantena obbligatoria.

Nella giornata del 10 aprile u.s., durante l’attività di controllo per il contenimento anti COVID-19, personale della Squadra Amministrativa procedeva a controllare un esercizio di noleggio di auto. Al termine del controllo veniva elevata sanzione amministrativa di € 400,00, prevista ai sensi dell’art. 4 comma 1 del D.l. 19/2020, ed alla contestuale sospensione dell’attività per gg 5 (cinque).

Nel pomeriggio di ieri, 11 aprile u.s., personale della Squadra Volante traeva in arresto, per il reato di detenzione di sostanza stupefacente, R. F., crotonese classe 1986, in quanto trovato in possesso di due involucri contenente sostanza stupefacente, del tipo marijuana, per un peso complessivo di 97,57 gr., opportunamente sequestrata.

Nella medesima serata, personale della Squadra Volante rinveniva, in via Venticinque Aprile, un involucro contenente sostanza stupefacente, del tipo cocaina, per un peso di 0.80 gr. opportunamente sequestrata a carico di ignoti.