fbpx
Lunedì, 06 Dicembre 2021

CRONACA NEWS

Notte d'incendi tra Crotone e Isola: a fuoco un bar e un capannone industriale (Foto)

Posted On Domenica, 14 Dicembre 2014 18:03 Scritto da

Gli evendi incendiari segnalati tra le 1 e le 2.50 della passata notte. Entrambe le attività sono andate distutte. Adesso si indaga sulla natura degli incendi che, non si esclude, possano essere dolosa.

Notte assai movimentata per il comando provinciale dei Vigili del fuoco di Crotone: sono dovuti intervenire per due diversi incendi segnalati ad altrettante attività economiche del territorio. Una è ubicata in Città, un bar di via esterna Firenze, e l’altra, a Isola Capo Rizzuto ed è un’azienda di infissi in alluminio insistente su via San Nicola. Su entrambi indagano polizia e carabinieri e non si esclude la natura dolosa per le due attività.

 

DTECNO SISTEM2ieci ore per domare le fiamme in un capannone di Isola Capo Rizzuto.

La prima chiamata è pervenuta al centralino della sala operativa del comando provinciale dei Vigili poco dopo le una. Segnalava un ampio incendio sviluppatosi all’interno di un capannone di via San Nicola a Isola. Dopo si è scoperto essere la “Tecno Sistem” di Francesco Curcio, un’azienda impegnata nella produzione di serramenti in alluminio, alluminio e legno, Pvc, porte interne, porte blindate, ecc. Sul posto sono quindi intervenute, dopo pochi minuti, due squadre dei Vigili del fuoco. Le operazioni di spegnimento dell’incendio sono state complicate e lunghe. Sono durate dieci ore e si sono concluse solo alle 11 di questa mattina, registrando l’avvicendamento sul luogo di altre due squadre dei Vigli del fuoco. Sul luogo sono intervenuti anche i carabinieri del distaccamento di Isola che adesso indagano sulle dinamiche che hanno scatenato l’incendio all’interno dell’attività. Non si esclude la natura dolosa, in quanto, sarebbero state rilevate delle effrazioni al cancello d’ingresso della struttura. In queste ore, inoltre, si stanno compiendo le stime dei danni e devono essere davvero ingenti visto che, le fiamme, non hanno interessato solo macchinari e materiali. Il capannone, infatti, ha anche subìto pesanti danni di natura strutturale (è ceduto il tetto).

 

PSurabaya bar2rima il forte scoppio, poi l'incendio in un bar di via Cutro.

Erano le 2.52 minuti quando, invece, il centralino della stessa sala operativa dei Vigili del fuoco veniva nuovamente allertato per segnalare il propagarsi di un incendio a seguito di uno forte scoppio ravvisato su un bar che ha l’entrata principale su via esterna Firenze (in direzione della piazza del Legionario), ma che affaccia anche su via Cutro (in coincidenza della scuola media Vittorio Alfieri). Era dunque il “Surabaya bar” l’attività oggetto della segnalazione. Sul posto sono subito intervenuti due mezzi pesanti dei Vigli: un’autobotte e un’autopompa. Deve essere stata di una discreta intensità la presunta deflagrazione che avrebbe interessato l’attività visto che si sono registrati danni, non solo al gazebo esterno al bar, ma anche ad alcuni autoveicoli che sostavano nelle vicinanze. Così come è stato per il capannone di Isola, anche in questo caso le operazioni di spegnimento delle fiamme sono state lunghe e complicate. Si sono infatti concluse solo alle 7.30 circa di questa mattina. Sul luogo è intervenuta la polizia che ora indaga sull’accaduto. All’interno del bar è andato tutto distrutto. La natura dolosa della combustione non sarebbe scartata dall’alveo delle ipotesi di ricostruzione dell’evento incendiario in quanto sarebbe stata ravvisata, appunto, una deflagrazione precedente all’ingenerarsi delle fiamme.