Lunedì, 10 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

Reggio Emilia, fratello e sorella di origini crotonesi arrestati dalla Polizia per detenzione di droga ai fini di spaccio

Posted On Giovedì, 11 Aprile 2019 19:26 Scritto da

marijuana reggio emilia polizaREGGIO EMILIA – Un crotonese di 32 anni, la sorella di 29 anni e il compagno reggiano di 27 sono stati arrestati con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio. I tre sono agli arresti domiciliari in quanto incensurati. In particolare il 32enne di origini crotonesi nascondeva nell'officina dove lavorava, a Quattro Castella, circa tre chili di marijuana in sacchetti sottovuoto nascosti in uno scatolone. Il blitz della polizia è partito dai controlli effettuati sui consumatori di droga in città ed è così a risalita al nascondiglio, effettuando un blitz nei giorni scorsi.
Nel corso dei controlli nell’officina, gli agenti hanno poi trovato anche 50 grammi di cocaina, di cui venti già suddivisi in quattro sacchetti da cinque grammi l'uno e addirittura nascosti nell'auto di un cliente ignaro del tutto e totalmente estraneo alla vicenda. Rinvenuto dalla Polizia anche un bilancino di precisione.
I poliziotti hanno quindi esteso le perquisizioni alla casa, sia del crotonese, che del suo socio reggiano, senza trovare altra droga. Controlli che sono proseguiti poi anche a casa della sorella del crotonese. La ragazza, di 29 anni, che vive in città con il compagno, un reggiano di 27 anni, è stata trovata in possesso di circa un chilo di marijuana nascosto sotto il letto matrimoniale.
I tre, quindi, sono stati arrestati con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio e sono agli arresti domiciliari in quanto incensurati. La Squadra Mobile, però, prosegue le indagini perché il crotonese arrestato è nipote di uno dei condannati di Aemilia.