Sei qui: HomeCRONACASbarco Torre Melissa: salvi bimbo e mamma incastrati nella barca, intanto si cerca un disperso. Arrestati i due presunti scafisti

Sbarco Torre Melissa: salvi bimbo e mamma incastrati nella barca, intanto si cerca un disperso. Arrestati i due presunti scafisti In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronaca Giovedì, 10 Gennaio 2019 14:11

migranti curdi hotel torre melissaL'intervento di alcuni finanzieri della Sezione operativa navale di Crotone, che hanno preso parte, questa mattina, insieme ai carabinieri, nelle operazioni di salvataggio dei migranti approdati sulla costa di Torre Melissa con una barca a vela poi rovesciatasi, e' valso a salvare le vite di una mamma e del suo bambino di pochi mesi. I finanzieri, udendo il pianto di un bimbo proveniente dallo scafo dell'imbarcazione che si era rovesciato, si sono spinti nella risacca marina, malgrado le cattive condizioni meteorologiche, e hanno tratto in salvo il neonato e la madre, che erano rimasti imprigionati nella barca e non riuscivano a uscire. La donna e il suo piccolo, che ha rischiato di morire a causa all'inclemenza del tempo e della bassa temperatura delle acque, sono stati quindi accompagnati, assieme agli altri 49 sbarcati, per le operazioni di assistenza e identificazione, al Centro di accoglienza Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto (Kr). Risulta invece disperso un cittadino extracomunitario che era a bordo della stessa imbarcazione a vela. Sono in corso le ricerche a cura della Capitaneria di Porto. Sono stati gli altri migranti ad allertare le autorità dopo essere stati tratti in salvo. Sono stati anche loro stessi, secondo il loro racconto, ad avviare le prime ricerche.

scafisti russi sbarco torre melissaLe indagini avviate dai carabinieri dopo lo sbarco hanno intanto consentito di rintracciare e trarre in arresto due persone, ritenute essere gli scafisti. I carabinieri della Compagnia di Cirò Marina hanno individuato due cittadini russi di 43 e 25 anni. I due sono stati bloccati in un vicino hotel dove avevano preso alloggio per cercare di sfuggire alla cattura. Presentatisi al portiere di notte, i due hanno esibito dei documenti palesemente falsi, e senza timbri di ingresso in Italia, tanto da far insospettire l'impiegato che ha cercato di prendere tempo assegnando loro una stanza, ma telefonando subito dopo ai carabinieri che, intanto, erano giunti all'albergo seguendo le tracce lasciate sulla vicina spiaggia dai due. I presunti scafisti verranno processati per direttissima nel pomeriggio per favoreggiamento all'immigrazione clandestina. Nei loro bagagli i carabinieri hanno trovato strumentazione per navigare e denaro.

 

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 10 Gennaio 2019 14:24
Redazione

Uffici e Redazione

88900 CROTONE (KR) - Via San Francesco, 6 Pal.8 - Tel. 0962.1920909

 

Segui le notizie del Crotone calcio su

Stadio RossoBlu

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Michele Affidato, orafo Crotone

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".