fbpx
Lunedì, 08 Agosto 2022

CRONACA NEWS

La Corte d'Appello di Catanzaro ha ridotto la condanna per un operaio di Crotone accusato di violenza sessuale sulle sue nipoti. L'uomo, di 42 anni, dovrà scontare 15 anni e 6 mesi di reclusione.

Pubblicato in Cronaca

STRONGOLI - "Ridatemi il corpo di mio figlio. Abbiate pietà, è Natale". E' questo l'appello, riportato stamani sulla pagine del giornale il Crotonese, di Anna De Tursi, mamma di Gabriele, il giovane di 19 anni vittima di lupara bianca, scomparso dal 5 giugno del 2013.

Pubblicato in Cronaca

«Come assessore alla Tutela della salute, ma anche come medico presso l'ospedale cittadino, sto da oltre un anno seguendo l'andamento della pandemia che ci vede tutt'altro usciti dal periodo emergenziale». È appello che l'assessore al ramo del Comune di Crotone, Carla Cortese, lancia alla cittadinanza in vista delle festività natalizie.

Pubblicato in In primo piano

La Corte d'assise d'Appello di Catanzaro ha assolto dall'accusa di omicidio Gianluigi Foschini, 27 anni di Crotone, ribaltando la decisione dei giudici di primo grado che avevano condannato il giovane a 30 anni di reclusione. Foschini era accusato dell'omicidio di Francesco Macrì, di 73 anni, ucciso in un agguato in strada a Crotone l'11 agosto del 2014.

Pubblicato in Cronaca

«Il Tribunale del riesame di Catanzaro, a seguito dell'Appello cautelare proposto dalla difesa, ha sostituito, nei confronti di Massimiliano Allevato, ex sovraintendente capo della Polizia di Stato, la misura della custodia cautelare in carcere con quella degli arresti domiciliari con l'ausilio del Braccialetto elettronico». Lo rende noto il collegio difensivo composto dagli avvocati Fabrizio Salviati e Giovanni De Martino.

Pubblicato in Cronaca

Il sindaco Vincenzo Voce ha indirizzato una nota al presidente del Consiglio Conte, al ministro della Salute Speranza ed al presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Sprilì, avente ad oggetto l'emergenza Coronavirus.

Nella nota si legge: «I dati dei casi di questi ultimi giorni in città e nella provincia di Crotone, ci consegnano una situazione allarmante. Mentre continua il balletto dei commissari alla Sanità che sta ridicolizzando la Calabria in tutto il paese l'emergenza sanitaria nel nostro territorio si fa sempre più stringente. Stiamo facendo tutto quello che in questo momento ci è possibile in collaborazione stretta con l'Azienda sanitaria provinciale. E' cominciata la campagna di screening con i test rapidi gratuiti per le fasce più disagiate della popolazione. Stiamo lavorando per effettuare a quanti più cittadini possibili questa forma di prevenzione. Si stanno accelerando i tempi per l'ospedale da campo che sarà installato nel parcheggio dell'Ospedale».

«Tanti medici e infermieri – sottolinea Voce –, volontari delle associazioni di protezione civile stanno mettendo gratuitamente a disposizione le proprie professionalità. Arrivano contributi da tanti privati. Tuttavia questi interventi, gli sforzi che si stanno producendo sul territorio sono quotidianamente superati da una escalation del virus che sta mettendo in tilt l'intero sistema sanitario crotonese. L'Ospedale cittadino è al limite, il personale medico ed infermieristico, encomiabile, è in forte difficoltà per l'emergenza che si sta creando. Occorre adesso un segnale forte per la città e per il territorio, prima che sia troppo tardi».

Tutto ciò premesso, il sindaco Voce chiede: «Un intervento specifico per la città di Crotone e la sua provincia, potenziare la struttura sanitaria, destinare altro personale medico ed infermieristico, utilizzare strutture ospedaliere pubbliche attualmente in disuso e private per l'ospitalità e all'assistenza dei pazienti covid».

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 4