Sabato, 15 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

strade allagate ciròCIRO’ – «Maltempo, rete fognaria in tilt a causa del bloccaggio delle pompe di sollevamento e gravi disagi in alcune zone, l'ufficio tecnico sta procedendo con la richiesta di somma urgenza». È quanto fa sapere il sindaco Francesco Paletta informando che gli operatori sono intervenuti e stanno continuando ad intervenire anche sulle strade di competenza non strettamente comunale per liberare il manto da fango e detriti e che al momento la maggiore preoccupazione è rappresentata dalla frana sul costone di via Alcide De Gasperi, zona monitorata dalla Protezione civile dal 2011 e che attende da oltre 5 anni di essere messa in sicurezza. Ricevuta la comunicazione da parte della protezione civile regionale del superamento dei livelli pluvimetrici previsti il primo cittadino continua a raccomandare prudenza ed invita la popolazione a non mettersi sulla strada se non per stretta necessità. «Un garage a fuoco – informa il sindaco – perché colpito da un fulmine; contrada Sant’Elia isolata; strade allagate e sommerse dal fango; abitazioni fatiscenti a rischio crollo; principi di frane registrate sul territorio. Sono, queste, alcune delle criticità sulle quali l'unità Coc (Centro operativo comunale) riunita dalle prime ore di questa mattina (venerdì 5), è prontamente intervenuta per risolvere le diverse emergenze causate dal maltempo. Ordinata la pulizia dei fossi ai proprietari dei terreni. Entro lunedì 15 ottobre tutti i proprietari o conduttori di terreni frontisti di strade comunali, interpoderali e/o vicinali sono obbligati alla completa ripulita dei fossi dalle erbacce e da qualsiasi ostacolo o impedimento, alla sagomatura dello stesso con quote adeguate alla portata di acqua che devono smaltire, alla pulizia dei tombini e ponticelli di passi carrabili. Coloro che svolgono lavorazioni agricole devono rispettare le distanze dal ciglio del canale così come previsto dalla legge, qualora si ostruisca il fosso si deve procedere al ripristino immediato del regolare flusso. È quanto contenuto nell'ordinanza sindacale per la manutenzione di fossi, ripe ed in materia di condotta delle acque e di canali artificiali, regimentazione opere idrauliche e pulitura margini nel territorio comunale firmata dal primo cittadino ieri (giovedì 4)».

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

lilio papa gregorioCIRÒ – Su proposta del matematico cirotano Luigi Lilio, il giovedì 4 ottobre del 1582, furono soppressi 10 giorni dal calendario. Oggi è l'anniversario dei 10 giorni mai più vissuti dall'umanità. Il contributo che Cirò ha saputo dare alla storia universale attraverso l'opera del suo più illustre concittadino, Lilio che al pari di Pitagora è uno dei marcatori identitari distintivi di questo territorio e della Calabria intera, merita una maggiore attenzione da parte delle istituzioni sovracomunali. Gli sforzi di un piccolo comune non possono essere sufficienti a far conoscere l'impresa di un uomo e di uno scienziato che ancora non si conosce abbastanza. Eppure si continua a servirsi da oltre 436 anni della sua invenzione: il calendario. È quanto dichiara e ribadisce il sindaco Francesco Paletta che, in vista della VII Giornata regionale del calendario in memoria di Aloysius Lilius, il prossimo 21 marzo 2019, coglie l'occasione per ricordare la speciale ricorrenza odierna. Nel 1582, infatti, papa Gregorio XIII promulgò il nuovo calendario, grazie alla geniale proposta di riforma elaborata da Luigi Lilio che consentì di riallineare l'equinozio di primavera al 21 marzo e correggere l'errore contenuto nel calendario giuliano. Nel 1582 dal giovedì 4 ottobre si passò al venerdì 15 ottobre, cancellando letteralmente dal calendario 10 giorni, un fatto sicuramente epocale. Da allora, il calendario gregoriano suddivide l'anno in 12 mesi con durate diverse, da 28 a 31 giorni, per un totale di 365 giorni e di 366 nel caso degli anni bisestili.

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

carabinieri 112 lateraleI carabinieri della stazione di Ciro' Superiore hanno tratto in arresto due 43enni ed un 28enne, i primi due residenti al Nord Italia ed il terzo del luogo, ritenuti responsabili di rissa e resistenza a pubblico ufficiale. In particolare, i militari, intervenuti presso l'abitazione del 28enne per sedare una rissa scaturita da futili motivi, nel dividere i partecipanti, hanno riportato lievi lesioni. L'arresto e' stato convalidato dal Tribunale di Crotone, che ha disposto contestualmente la misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

paletta giunta ciròCIRÒ – Finanziati dalla Regione Calabria due progetti per il Comune di Cirò per l’adeguamento di due scuole (primaria Sant’Elia e infanzia San Francesco) per un ammontare di 442mila euro. «Ogni euro recuperato ed investito nell'elevazione degli standard di sicurezza scolastica rappresenta un contributo prezioso all'affermazione del diritto alla studio, alla formazione ed alla qualità della vita scolastica e civica delle nuove generazioni e di tutta la rete di educatori, dagli insegnanti alle famiglie, orbitano attorno ad ogni cellula scolastica». È quanto dichiara il sindaco Francesco Paletta esprimendo a nome della giunta municipale «soddisfazione per il ribadito lavoro di squadra che si sta portando avanti e, quindi, per questi ulteriori due finanziamenti richiesti e concessi dalla Regione Calabria. Trecentonavantaduemila euro per l'adeguamento sismico della scuola primaria di via Sant’Elia (aderendo l'Ente ad una manifestazione d'interesse relativamente al Por Calabria per l'adeguamento sismico delle scuole). Cinquantamila euro per l'adeguamento dell'impianto idrico ed elettrico, il ripristino dei cornicioni e della facciata dell'edificio che ospita la scuola dell'Infanzia in località San Francesco (concessione di un contributo richiesto sulla base della legge regionale 23/90 in materia di pianificazione regionale). A tanto ammontano, rispettivamente, le risorse extra-bilancio intercettate dall'Amministrazione comunale a beneficio della riqualificazione del patrimonio scolastico cittadino. Questi ultimi due finanziamenti – conclude Paletta – rientrano in una cornice di attenzione complessiva della giunta al tema dell'edilizia scolastica. Essi fanno seguito, infatti, al completamento lavori che hanno interessato la scuola media cittadina nei mesi scorsi».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

celebrazioni calendario lilianoCIRÒ – Innesca la polemica il sindaco Francesco Paletta nell’intervento pronunciato oggi a conclusione della giornata ufficiale per le celebrazioni regionali annuali dell'Equinozio di primavera dedicato alla memoria del cirotano Luigi Lilio (Cirò, 1510 – Roma, 1574). Cadono oggi, infatti, i 436 anni dalla promulgazione (era il 1582) della Riforma del Calendario che modificava quello Giuliano allora in vigore da parte di Papa Gregorio XIII, con la bolla papale “Inter gravissimas” promulgata a “Villa Mondragone” presso Monte Porzio Catone a Roma. «Da una parte – ha detto Paletta –, resta il solo sforzo economico ed istituzionale e la sfida culturale e di riscatto sociale che Cirò, con orgoglio e con convinzione, ha avviato e porta avanti ormai da anni, per restituire dignità, immagine e peso nazionale ed internazionali alla figura storica dell'astronomo e matematico calabrese Luigi Lilio, inventore del Calendario Gregoriano utilizzato in quasi tutto il mondo. Dall'altra, si è purtroppo costretti a registrare la reiterata latitanza della Regione Calabria che, nonostante sei anni fa abbia approvato una legge per istituire la giornata regionale del Calendario prevedendo persino delle risorse da destinare annualmente per rafforzare contenuti, messaggio e diffusione di questo evento socio-culturale, identitario e turistico, continua nei fatti ad essere gravemente ed irresponsabilmente assente, dimostrando così di restare lontana anni luce dagli obiettivi di rilancio strategico di questa terra attraverso la valorizzazione su scala mondiale dei propri marcatori identitari distintivi. Per quel che ci riguarda – ha proseguito il sindaco – continueremo ad investire energie e risorse proprie nella valorizzazione e promozione del nostro patrimonio identitario, con la consapevolezza e con l'ambizione di volere e di potere fare della cultura l'antidoto più efficace contro ogni devianza sociale e lo strumento più utile per costruire in concreto occasioni di sviluppo eco-sostenibile, trasformando in ricchezza le nostre risorse e creando occasioni tangibili di crescita e progresso economico, soprattutto per le nuove generazioni. In questa cornice – ha aggiunto Paletta – avvieremo tutte le iniziative utili per costruire ed arrivare, con il contributo di tutti gli attori culturali, scientifici ed istituzionali territoriali a definire il valore universale della “Riforma liliana” e presentare al ministero dei Beni e delle attività culturali (Mibatc) la proposta di candidatura da parte dello Stato del Calendario Liliano a patrimonio mondiale dell'umanità Unesco». All'incontro odierno, dal titolo “Mito, logos e scienza di Pitagora, Gioacchino da Fiore e Aloysius Lilius”, ospitato nella sala consiliare nel centro storico di Cirò e che ha chiuso l'intensa tre giorni di iniziative ed appuntamenti promossi dall'Amministrazione comunale della città del vino e del calendario, coordinati da Francesco Vizza, direttore dell'Istituto di chimica dei composti organometallici del Cnr di Firenze (che ha anche concluso la manifestazione offrendo contributi interessanti sugli ultimi documenti rinvenuti sulla famiglia di Lilio), oltre al primo cittadino, all'assessore alla Cultura Francesco Mussuto ed alla dirigente scolastica Rita Anania, sono intervenuti anche il sindaco di San Giovanni in Fiore Giuseppe Belcastro, l'assessore alla Cultura del Comune di Crotone Antonella Cosentino, Sandra Giglio presidente dell'associazione Leonardo Da Vinci ed il commissario prefettizio del Comune di Cirò Marina Giuseppe Gualtieri. Di elevata qualità e spessore gli interventi scientifici che, anche in questa sesta edizione, hanno riscosso apprezzamento unanime e conquistato l'attenzione e gli applausi della sala gremita, tra i quali numerosissimi studenti: da quello della famosa astrofisica calabrese Sandra Savaglio su Lilio (“Il tempo nella vita umana e in quella dell'universo”) a quello di Giuseppe Succurro presidente del Cisg di San Giovanni in Fiore sulla concezione del tempo nelle visioni di Gioacchino da Fiore a quello di Luca Parisoli, professore del dipartimento di Studi umanistici dell'Unical in merito a Pitagora e la concezione del tempo. Nel pomeriggio dal Castello Carafa è partita la tradizionale rappresentazione itinerante della Tavola della Biccherna curata dal parco Tommaso Campanella di Cosenza con la regia e i costumi di William Gatto. L'evento si è concluso con l'annullo filatelico a cura di Poste italiane.

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

carnevale bomboletteStretta sugli scherzi indesiderati a Cirò per il Carnevale 2018. È quanto stabilito nell'ordinanza emanata questa mattina dal Francesco Paletta. Il provvedimento ha durata fino a mercoledì 14. «Per garantire l'incolumità pubblica – spiega il sindaco – è vietata la vendita ai minori di 18 anni di bombolette, uova, farina, agrumi e spray contenenti schiumogeni o altri oggetti idonei ad offendere o molestare. È vietato a chiunque fare uso improprio, in luogo pubblico, dei suddetti oggetti. Il divieto mira ad emarginare episodi di vandalismo che, negli anni scorsi, si sono verificati durante le manifestazioni verso la collettività e il patrimonio pubblico. Tutti i trasgressori saranno puniti secondo la legge».

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 4 di 9