Sabato, 15 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

carabinieri piantagione marijuanaI Carabinieri della Stazione di Cirò hanno individuato una coltivazione di cannabis indica occultata tra alcuni terreni agricoli. E' stato arrestato questa mattina P.E., ventitreenne agricoltore del luogo, in quanto trovato in possesso di una ventina di piante di marijuana. La piantagione, occultata nei terreni agricoli del padre, comprendeva circa venti piante di cannabis indica di un’altezza media di circa 1 metro e mezzo. Le indagini dei militari, impiegati da tempo nell'ambito in operazioni di servizio volte alla prevenzione e repressione dello spaccio e della vendita di sostanze stupefacenti, si sono concluse questa mattina quando gli stessi hanno eseguito una perquisizione domiciliare a casa del giovane, poi estesa ai terreni di proprietà della famiglia dove, su un apposito terrazzamento collocato nei pressi di un terreno scosceso e ben nascosta dalla vegetazione circostante, cresceva rigogliosa una piantagione di cannabis indica. La piantagione è stata estirpata e la droga posta sotto sequestro, come disposto dal magistrato di turno della Procura di Crotone, il quale inoltre ha disposto per il giovane gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Pubblicato in Cronaca

giunta caruso ciroCIRÒ – Esecutivo Caruso, azzerata la Giunta. Francesco Mussuto è il nuovo assessore alla Cultura e alla pubblica istruzione nominato questa mattina (mercoledì 28 dicembre) dal primo cittadino. A Francesco De fine è stata conferita la delega alle Politiche agricole. Confermato il vicesindaco Francesco Paletta al quale restano le deleghe allo sport, al commercio, all'ambiente e alla protezione civile. A darne notizia è lo stesso sindaco cogliendo l'occasione per precisare che le deleghe lavori pubblici, urbanistica e finanza locale restano al primo cittadino. «Intendiamo proseguire – dichiara Mussuto nel assessore alla cultura – l'azione amministrativa portata avanti egregiamente in questi anni dal sindaco. Questa scelta completa la collaborazione dimostrata subito dopo le elezioni amministrative di maggio 2012. Ora bisogna puntare, ancora di più, sulla cultura e sulla pubblica istruzione, investendo sulla storia e sull'identità del nostro territorio. La promozione cultura dovrà continuare a rappresentare l'investimento principale della nostra squadra amministrazione. Tra i diversi progetti – prosegue – vi è l'istituzione della fondazione Luigi Lilio finalizzata a promuovere la conoscenza nel mondo del riformatore del calendario gregoriano. Avvieremo le procedure per un accordo di programma con la direzione generale scolastica della Calabria per stipulare convenzioni con le scuole al fine di avviare visite guidate nei nostri musei in sinergia con un piano di accoglienza nelle nostre strutture ricettive. Ogni progetto – conclude Mussuto – potranno realizzarsi, come accaduto fino ad oggi, soltanto grazie alla preziosa collaborazione con il mondo delle associazioni locali».

 

 

 

Pubblicato in Politica

mercato vini piacenzaLa Calabria e la Fivi. Nello scorso fine settimana si è tenuto presso la fiera di Piacenza il “Mercato dei vini” organizzato dalla Fivi (Federazione italiana vignaioli indipendenti), non potevano mancare i rappresentanti del nostro territorio. Sono sette i produttori provenienti dalla Calabria, di cui cinque da Cirò (‘A vita, Arcuri, Calabretta, Dell’Aquila, Tenute del Conte). Partiamo con ‘A vita, di Francesco de Franco, che presenta per la prima volta un bianco: il “Leukò” ottenuto da Greco bianco per l’85% e per il rimanente 15% da Gaglioppo vinificato in bianco. Vino complesso, non di facile lettura, naso molto ricco e intenso, al palato risulta pieno, fresco e con una bella persistenza. Si continua con un rosato di grande franchezza e buona acidità dell’annata 2015 e si passa al Rosso Classico 2013, che si presenta con un bel colore scarico, un rubino tenue , tipico della nostra uva; un naso intensissimo, frutta rossa, aromi mediterranei: origano,liquirizia. In bocca è rotondo,elegante, e di lunghissima persistenza. Sulla stessa scia viaggia la Riserva 2012, tra gli aromi si aggiunge il cappero ed una persistenza epica. Passiamo a Sergio Arcuri, che presenta in fiera due rossi da Gaglioppo: “Aris” 2014 e presenta la nuova riserva “Più Vite” 2011. Partiamo dall’ Aris, anche qui, il colore è molto tenue; naso molto mediterraneo, note speziate, al palato è franco, privo di spigoli, tannino elegante ed una bella persistenza. “Più Vite” 2011. Colore quasi mattonato; naso di grande complessità ed eleganza: frutta rossa, cappero, liquirizia, tabacco. In bocca è pieno, di grandissimo equilibrio, la trama tannica si sposa perfettamente con l’acidità. Altro rappresentante del nostro territorio è Cataldo Calabretta, che presenta il suo Cirò bianco, a base di Greco bianco: fresco, franco e molto intenso, bella freschezza in bocca. Si passa poi ad un freschissimo rosato e si giunge ai due rossi. Il primo è un Rosso Classico 2014, anche qui, il colore è molto scarico; il naso è franco ed intenso, anche qui ritroviamo la frutta rossa, liquirizia ed una bella speziatura, bel tannino levigato ed una buona persistenza. Abbiamo poi il Rosso Classico Superiore 2013: colore mattonato; frutta rossa, liquirizia, cappero, pepe. In bocca è rotondo, con tannino fine e persistente, di ottima persistenza. Si passsa a Dell’Aquila, si parte subito con il rosato “Terre dell’Olimpo” vino corretto, di buona freschezza e bella bevibilità. Il Rosso Classico “Gemme” 2014, anche qui un colore molto scarico; un bouquet olfattivo vario ed intenso, si va dal cuoio alle spezie, passando per frutta rossa e note mediterranee. In bocca è rotondo con una buona persistenza. Si passa poi al Salvogaro 2013, vino di ottima intensità olfattiva. Al palato risulta armonico con una bellissima nota sapida. Si conclude il nostro giro con le Tenute del Conte. Subito un Cirò bianco 2015, vino franco, corretto, profumato e di buona freschezza. Si prosegue con un rosato 2015 a base di Gaglioppo; naso franco, floreale, in bocca è fresco e sapido. Il Rosso Classico Superiore 2013 ha sempre un colore mattonato, il naso è ricco e intenso; fico, liquirizia, frutta rossa, capperi. Al palato è avvolgente, pieno, persistente. Il “Dalla Terra” 2011 è una Riserva, si presenta con il solito colore chiaro, il naso è complesso, note di frutta rossa, balsamiche. In bocca è armonico, tannino levigato, buona struttura ed ottima persistenza. Ecco a voi la Cirò revolution!

Francesco Paolo Sciumbata

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

marijuana ciro carabinieriI Carabinieri della Stazione di Cirò sequestrano alcune piante di Cannabis alte circa 3 metri. Era ormai da alcune settimane che i militari avevano avviato attente indagini volte alla prevenzione e alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti nella propria giurisdizione. Le risultanze delle indagini svolte li avevano portati a indagare sulla presenza nelle contrade agricole limitrofe al paese di alcune piantagioni di “Cannabis Indica” sapientemente celate in terreni isolati. Dopo aver eseguito attente indagini e sopralluoghi nelle campagne circostanti al paese durante lo scorso week-end i Carabinieri della locale stazione hanno così individuato una piantagione di alcune piante di marijuana, in piena maturazione, ciascuna dell’altezza di tre metri. Le piante erano ben occultate tra i campi coltivati ad ulivi e alcune depressioni del terreno di una zona abbastanza impervia in località “Cappellieri”. I militari hanno quindi predisposto uno specifico servizio di osservazione che gli ha poi permesso di individuare, in fragranza di reato, Antonio Malena, di 46 anni, mentre si accingeva alla raccolta delle piante di stupefacente. Dopo aver tratto in arresto l’uomo ed aver sradicato e repertato le piante, i militari hanno messo l’arrestato a disposizione dell’Autorità giudiziaria di Crotone, nella persona del sotituto procuratore Luisiana Di Vittorio che ha coordinato le indagini. Il 46enne, in seguito, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

caruso mario sindaco«Vendemmia 2016 al via». Lo annuncia il sindaco di Cirò, Mario Caruso, che lancia un appello. «Continuare a favorire e stimolare - chiede il primo cittadino - la sinergia pubblico-privata nel settore vitivinicolo. Valorizzare l'importante risorsa enologica che rappresenta il moto dell'economica locale. Comprare le pregiate uve locali per produrre il mosto. Bisogna continuare - esorta Caruso - a puntare sul nostro prodotto d'eccellenza che insieme a Luigi Lilio rappresentano i principali marcatori identitari grazie ai quali Cirò è conosciuta in tutto il mondo. Nonostante sia previsto un calo della produzione del 20% - annuncia il sindaco - anche quest'anno Cirò si appresta ad offrire l'80% dell'intera produzione vitivinicola calabrese. Nel 2016 il consumo mondiale di vini italiani pregiati è in aumento, l'export – continua Caruso – è cresciuto del 4% e ci affacciamo a mercati sempre più internazionali. Significa che siamo sulla strada giusta – conclude – e ciò deve essere uno stimolo per i giovani affinchè tornino ad occuparsi e ad investire in agricoltura».

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

carabinieri ciro marijuanaUna piantagione di cannabis indica nascosta tra ulivi e vitigni di "Gaglioppo" dai quali si produce il vino Cirò. E' quanto hanno scoperto in un terreno di località "Brigante" di Cirò i carabinieri che hanno arrestato e posto ai domiciliari, Nicodemo Giorno, di 37 anni, con precedenti, che aveva la disponibilità dell'appezzamento agricolo. Il terreno, ubicato in una zona impervia e sorvegliato da alcuni cani, è stato individuato dai militari della Compagnia di Cirò Marina a seguito di indagini e sopralluoghi. Tra i vitigni sono state trovate le piante di droga alte circa tre metri e difficilmente individuabili. Successivamente è stato perquisito un fienile, utilizzato presumibilmente come essiccatoio, dove è stata trovata altra droga e una carabina calibro 22, priva di matricola, di fabbricazione austriaca e dotata di ottica di precisione, oltre ad alcune munizioni.

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca
Pagina 6 di 9