fbpx
Lunedì, 27 Giugno 2022

CRONACA NEWS

demolizione capannone crucoliCRUCOLI - Sono iniziate nella tarda mattinata odierna le operazioni di demolizione di un capannone abusivo in seguito all’ordinanza emanata dal comune di Crucoli. La costruzione era stata edificata nel demanio dello Stato in un’area d’attenzione del fiume Nicà, anche soggetta a vincolo paesaggistico. Il fabbricato era stato individuato e sequestrato dagli uomini della stazione forestale Cirò nel gennaio 2015 perché realizzato in assenza di permesso di costruire e nullaosta paesaggistico ambientale. La superficie interessata dalla costruzione, estesa circa 60 metriquadrati, per di più ricadeva nel demanio statale lungo l’argine destro del fiume Nicà in area d’attenzione per rischio idraulico censita dal Pai (Piano di assetto idrogeologico) fra le aree storicamente inondate.
La responsabile dell’abuso, una pensionata residente a Cariati (CS), era stata condannata dal tribunale con sentenza divenuta irrevocabile. Nonostante tutto aveva proceduto al completamento della copertura del capannone rurale ed era stata nuovamente denunciata dai carabinieri forestali per violazione dei sigilli, oltre che per l’abuso edilizio.
L’Amministrazione del comune di Crucoli, attualmente gestita dalla Commissione straordinaria, ha incaricato un’impresa per procedere alla demolizione. Le spese relative saranno imputate alla responsabile dell’abuso. Continua così a dare i suoi frutti la convenzione sottoscritta dalla Procura della Repubblica e dalle Amministrazioni comunali, tesa a demolire gli immobili abusivi. La demolizione si aggiunge alle altre già realizzate nel territorio della provincia di Crotone nel corso dell’anno appena passato, dando un segno concreto della volontà delle Amministrazioni pubbliche di tutelare il territorio contro gli abusi, per contenere il consumo di suolo e prevenire il dissesto idrogeologico.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

crucoli veduta aereaIn seguito dello scioglimento del Consiglio comunale di Crucoli per infiltrazioni mafiose, deliberato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 25 ottobre, si e' insediata oggi la Commissione straordinaria per la provvisoria gestione dell'ente. La Commissione, composta dal viceprefetto Aldo Lombardo, dal viceprefetto aggiunto Salvatore Tedesco e dal funzionario economico finanziario Francesco Giacobbe, sara' operativa fino alla pubblicazione del decreto del Presidente della Repubblica e sino al massimo di 90 giorni.

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

dimaio conte salviniIl Consiglio dei ministri ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Crucoli e di Casabona, entrambi in provincia di Crotone, per infiltrazioni mafiose. La proposta di scioglimento e' stata avanzata dal ministro dell'Interno Matteo Salvini dopo aver recepito la relazione del prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, a conclusione del lavoro svolto per sei mesi dalle commissioni d'accesso insediatesi nei due comuni del crotonese.
Lavoro dal quale "sono emerse forme di ingerenza da parte della criminalita' organizzata che espongono l'amministrazione a pressanti condizionamenti e ne compromettono il buon andamento" precisa una nota del Consiglio dei ministri. Le commissioni d'accesso nei Comuni di Casabona e Crucoli erano state inviate nel gennaio 2018 subito dopo l'operazione antimafia della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro denominata 'Stige', che porto' all'arresto di alcuni consiglieri ed amministratori dei due comuni ma anche all'arresto dei sindaci di Ciro' Marina e Strongoli i cui Consigli comunali sono stati gia' sciolti nei mesi scorsi per lo stesso motivo.
Con Casabona e Crucoli, dunque, salgono a quattro i Consigli comunali sciolti per effetto dell'operazione antimafia 'Stige' e addirittura a cinque se si aggiunge il Comune di Isola Capo Rizzuto sciolto per un'altra operazione antimafia, quella denominata Jonny del maggio 2016, sui conivolgimenti delle cosche locali nella gestione del centro per immigrati.
"La notizia dello scioglimento mi amareggia ma comunque siamo in attesa delle motivazioni che se le riterremo ingiuste faremo di tutto per avere giustizia fino all'ultimo respiro, nel frattempo mi consola il fatto che la mia famiglia e' contenta di tale provvedimento". Questo il commento del sindaco di Casabona, Natale Carvello, eletto nel 2014 con una lista civica, alla notizia dello scioglimento del Consiglio per infiltrazioni mafiose disposto dal Consiglio dei ministri. "Ringrazio tutti per la fiducia e stima che ho avuto in questi anni e che mi accompagna in ogni passo e chiedo scusa per gli immancabili errori commessi" ha aggiunto Carvello.
"Avrei preferito terminare alla scadenza naturale del mandato, ma il decreto di scioglimento ha anticipato i tempi. Nessun rammarico per quello che e' stato questo periodo di impegno civile, nessuna amarezza e soprattutto nessun attacco alle istituzioni perche' convinto che la Prefettura prima e il Ministero dell'Interno dopo abbiano agito nell'esclusivo interesse di Crucoli" ha affermato dal canto suo Domenico Vulcano, sindaco Pd del comune di Crucoli, dove le elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale erano previste per la primavera prossima.

 

 

Pubblicato in Politica

armi crucoli carabinieriCRUCOLI - Un arsenale e' stato scoperto dai carabinieri della Compagnia di Ciro' Marina in un casolare abbandonato alla periferia di Crucoli. I militari, nell'ambito di un servizio di controllo del territorio, hanno trovato, all'interno dello stabile disabitato, un fucile "Beretta" calibro 12 risultato rubato, una carabina "browning f.n herstal" con matricola abrasa e un fucile d'assalto Ak 47. Durante la perquisizione sono state trovate anche circa 300 munizioni di vario calibro. Le armi erano avvolte in vari involucri all'interno di un tubo metallico sistemato in un forno serrato da alcune tavole. Sulle armi verranno effettuati degli esami tecnici. Indagini sono in corso per risalire agli utilizzatori dell'arsenale.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

settimana contro razzismo«Tornano le iniziative a Crucoli – informa una nota – per sensibilizzare la cittadinanza sui temi della diversità e promuovere la ricchezza derivante da una società multietnica e multiculturale. Nell'ambito della XIV Settimana di azione contro il razzismo, che va dal 19 al 25 marzo, l’Amministrazione comunale Ionica per il 4°anno consecutivo, in sinergia con le associazioni locali, ha inteso dare il proprio contributo promuovendo un articolato e nutrito programma di iniziative di informazione, individuando un percorso di confronto, condivisione e riflessione inteso a prevenire e contrastare fenomeni di intolleranza, discriminazione e razzismo. Nei giorni scorsi il sindaco Vulcano ed il presidente del consiglio Bruno in una partecipata assemblea pubblica hanno incontrato le associazioni per organizzare e definire i dettagli della manifestazione.

settimana contro razzismo crucoliSabato 24 marzo il borgo marino si trasformerà in un palcoscenico a cielo aperto e l’intera giornata sarà dedicata a momenti di riflessione, giochi, musica e rappresentazioni teatrali. Il programma prevede il raduno alle 9.30 nel piazzale delle scuole medie per poi recarci in un coloratissimo corteo fino al piazzale delle scuole elementari luogo dell’evento. Dopo i saluti istituzionali da parte delle Autorità presenti sarà la volta dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo che presenteranno i lavori di componimento ed artistici. Nel piazzale verrà inoltre allestita una installazione artistica dal titolo “Oltre allo specchio” promossa da Sos Villaggi dei Bambini. Dopo una pausa di qualche ora, alle 18 si riprenderà in piazza Matteotti, dove Sos Villaggi dei Bambini in collaborazione con Sct “Social community theatre centre” presenterà lo spettacolo teatrale “StorieMigranti”».

 

 

Pubblicato in Politica

carabinieri posto blocco mesoracaCIRO' MARINA E STRONGOLI – Un servizio coordinato di controllo del territorio da parte dell’Arma ha portato a un arresto e due persone denunciate. I carabinieri della compagnia di Cirò Marina, nello specifico, hanno arrestato un commerciante 56enne di Strongoli perché, presso la propria attività commerciale, aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica Enel, mediante bypass. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione della competente Autorità giudiziaria. Nel medesimo contesto operativo, durante il controllo alla circolazione stradale, sono stati denunciati: un commerciante 41enne, trovato in possesso di un tagliando di revisione contraffatto ed un ragazzo 29enne di Cirò Marina per guida reiterata senza patente.

 

MESORACA –I carabinieri dell’aliquota radiomobile di Petilia Policastro e della Stazione di Mesoraca hanno denunciato un ragazzo di 24 anni, il quale, in seguito a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama lunga 7 centimetri ed un taglierino professionale della lunghezza totale di 14 centimetri, posti sotto sequestro.

 

CRUCOLI – Controlli alla circolazione stradale con etilometro da parte dei carabinieri hanno portato alla denuncia di un 48enne di Crucoli perché, in seguito ad accertamento è emerso che si era posto alla guida dall’autovettura con un tasso alcolemico superiore a quello consentito.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 4 di 7