Lunedì, 10 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

delmira vulcano2Giovani che sanno distinguersi per merito e capacità fuori dalla propria città. C'è un'altra studentessa crotonese fra i 400 migliori laureati della Sapienza per l'Anno accademico 2013/2014 [LEGGI ARTICOLO]. Si tratta di Delmira Vulcano che, il prossimo 5 luglio, compirà 25 anni. Si è laureata a maggio 2014 presso la facoltà di Giurisprudenza con il massimo dei voti e la lode con una tesi in Diritto internazionale, il cui relatore è stato il professor Enzo Cannizzaro. Attualmente sta frequentando la scuola di specializzazione per le Professioni legali sempre presso la stessa Università e ha superato la selezione per l'ammissione al praticantato presso l'Avvocatura generale dello Stato. Delmira aveva frequentato a Crotone il Liceo scientifico Filolao conseguendo nel 2008 la maturità scientifica con 100 e lode. Lo scorso 30 aprile la giovane laureata crotonese è stata insignita col riconoscimento speciale della Sapienza per meriti accademici. A consegnare il premio Gianni Letta, assieme a Luisa Todini, presidente di Poste italiane ed il rettore della Sapienza, Eugenio Gaudio. A Delmira e a tutta la sua famiglia giungano i più vivi complimenti della redazione e uno speciale in bocca al lupo per la sua carriera professionale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

Bollino di qualità al circolo culturale Auser di Crotone. L'assegnazione ufficiale del Bollino è avvenuta a nell'ambito della Conferenza nazionale d'Organizzazione Auser a Roma presso il Centro Congressi Frentani. In particolare è stata segnalata una buona capacità di confronto con gli altri soggetti territoriali, la scelta delle professionalità docenti attenta e accurata, attenzione ai temi dell'intergenerazionalità dell'interculturalità e della pluridisciplinarità, nonché l'adozione di metodologie didattiche appropriate per un pubblico di adulti. Il Comitato Auser per la certificazione della qualità delle Università popolari e dei Circoli culturali è composto da Allulli Giorgio, dirigente dell'Isfol, coordinatore del Reference Point per la Qualità dell'istruzione e della formazione professionale per l'Unione Europea in Italia; Antonelli Giulia, esperta di educazione degli adulti, già dirigente dell'Ufficio istruzione e integrazione dei sistemi formativi della Regione Emilia Romagna. Componente di diverse commissioni istituzionali; Farinelli Fiorella, presidente del Comitato Scientifico della Scuola Superiore per l'Amministrazione locale. Già direttore Studi e Programmazione del Ministero della Pubblica Istruzione; Maggio Francesco, economista e giornalista, docente di Economia Civile all'Università Bicocca di Milano; Serreri Paolo, docente di "Bilancio di competenze" presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Roma 3, valutata la documentazione presentata ha dichiarato il Circolo Culturale Upelk - Auser Volontariato Crotone meritevole del Bollino di qualità. Viva soddisfazione hanno espresso Michele Lombardo, Presidente Auser Volontariato Crotone e Bruno Tassone, presidente Auser Territoriale Crotone, nonché responsabile Upelk-Università Popolare età libera Kroton.
Il Presidente Bruno Tassone, ringrazia tutti i collaboratori nonché i docenti Annamaria Cecilia Costantino, Anna Marzia Rita Gentile, Alessandro Tassone, Pasquale Attianese, Giuseppe Rende, Enrico Franza, Andrea Tassone, Teresa Maria Caruso, Emanuela Tassone, Giuseppe Marino e Giuseppe Tallarico, i quali, in modo volontario e gratuito, hanno consentito il risultato conseguito.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

ivan zaccanelliTra i 400 migliori laureati della Sapienza per l'Anno accademico 2013/2014, c'è anche Ivan (Giovanni) Zaccanelli, nato il 3 maggio del 1990. Ai genitori Gregorio e Rossella Vincelli vanno gli auguri della redazione per il risultato eccellente conseguito dal figlio Ivan, insignito di un riconoscimento speciale per meriti accademici da Gianni Letta. Zaccanelli, laureato in matematica il con 110 e lode, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento insieme alle altre eccellenze delle facoltà dell'ateneo. Con Gianni Letta a premiare il giovane matematico c'era anche Luisa Todini, Presidente di Poste italiane ed il rettore della Sapienza, Eugenio Gaudio. Ivan ha frequentato il liceo classico Pitagora a Crotone nella sezione A del corso di matematica sperimentale con il professore Fernando Amendola. Alla Sapienza si è laureato con il massimo dei voti e la lode con il professore Corrado De Concini. Ha adesso anche ottenuto un dottorato di ricerca triennale con Borsa in Germania presso l'università di Friburgo. Festeggiamenti in pompa magna oggi alla presenza dei più alti rappresentanti delle istituzioni e dell'imprenditoria, e speciali progetti pensati da "Brain at Work" per i migliori studenti dell'Università La Sapienza. Oggi, in occasione dei 712 anni dall'istituzione dello Studium Urbis, l'aula magna del palazzo del Rettorato che ha ospitato la terza edizione della Giornata del laureato, kermesse dedicata alle eccellenze universitarie, organizzata dall'Associazione Alumni NoiSapienza e promossa dalla Fondazione Roma Sapienza. Noi Sapienza intende inoltre promuovere e sostenere l'eccellenza all'interno dell'università, creando un'efficiente rete di job placement e uno spazio di condivisione tra diverse generazioni di studenti.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

affidato ciro esposito2Anche il maestro orafo Michele Affidato ha dato il suo contributo artistico alla presentazione del libro "Ciro Vive", edito dalla casa editrice Graus e scritto dalla giornalista Rai di "Porta a Porta" Vittoriana Abate. Il libro testimonia la storia di Ciro Esposito, il tifoso napoletano che lo scorso 3 maggio perse la vita in occasione della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina. Alla presentazione, tenutasi mercoledì primo aprile nella sala conferenze dello Stadio Olimpico, sono intervenuti, oltre all'autrice, il presidente del Coni, Giovanni Malagò; il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in collegamento telefonico da Napoli; il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio; il sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, il tenente Colonnello Walter Borghino, il professor Massimo Antonelli, direttore di Anestesiologia e rianimazione dell'ospedale Gemelli; il senatore Vincenzo Cuomo; l'avvocato Cataldo Calabretta, Alessandro Iovino, Nicola Lombardo, responsabile della comunicazione della società calcistica Napoli; il cantante Gigi D'Alessio, oltre alla mamma di Ciro Esposito, Antonella Leardi, e l'editore Pietro Graus. Antonella Leardi e Giovanni Malagò hanno ricevuto una creazione del maestro orafo Michele Affidato che le ha realizzate appositamente per l'occasione. «Ho ritenuto doveroso contribuire con la mia arte ad un'iniziativa non solo in ricordo di Ciro, ma anche di sensibilizzazione affinché il calcio e lo sport in generale tornino ad essere animati da sano agonismo e non da violenza e fanatismo», dichiara Affidato, sempre vicino ad iniziative su tematiche sociali. «La partita Roma - Napoli deve essere una festa dello sport». E' quanto ha dichiarato invece il presidente del Coni, a cui hanno fatto eco tutti gli intervenuti. «Mio figlio - ha ribadito Antonella Leardi - era entusiasta quando andava allo stadio, era effervescente. E noi dobbiamo cercare di vincere questa battaglia con l'amore affinché i tifosi possano godersi le partite». A consegnare il premio realizzato da Michele Affidato alla mamma di Ciro è stato Gigi D'Alessio, che ha ricordato: «Il calcio ci deve dividere solo per 90 minuti, ma resta uno spettacolo e bisogna portare i figli allo stadio come i nostri genitori hanno fatto con noi».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli

dorinaLa deputata Ncd Dorina Bianchi potrebbe occupare la poltrona di ministro degli affari regionali con delega ai fondi strutturali Ue lasciata vacante da Carmela Lanzetta. È ancora da stringere però l’accordo tra i centristi e il premier Renzi che, nel suo esecutivo, vorrebbe mantenere gli equilibri relativi alle quote rosa. I vertici di Ncd si erano presentati all'incontro col presidente del Consiglio con in tasca il nome di Quagliariello. Ecco perché hanno deciso di prendersi qualche ora prima di tornare da lui con un nuovo nome. Con Graziano Delrio ministro delle Infrastrutture in pectore, il rebus del minirimpasto in corso all'interno del governo Renzi si concentra ora su queste due caselle: il ministro per gli Affari regionali e le deleghe che lo stesso Delrio lascera' libere col suo approdo a Porta Pia. Nel primo caso, il dubbio riguarda  il genere del nuovo ministro, oltre naturalmente al nome, ma non il partito: sara' infatti un esponente di Ncd, componente di maggioranza penalizzata dall'inchiesta sulle grandi opere e dalle conseguenti dimissioni di Maurizio Lupi, ad insediarsi al ministero. Il nome proposto da Ncd e' Gaetano Quagliariello, ma se dovesse prevalere la volonta' di Renzi, determinato a ripristinare la parita' uomo-donna all'interno dell'esecutivo, violata con l'avvicendamento Gentiloni-Mogherini alla Farnesina, i nomi in ballo allora sarebbero altri. E in questo caso il nuovo ministro per gli Affari Regionali potrebbe essere scelto da una terna composta da Dorina Bianchi, Rosanna Scopelliti e Federica Chiavaroli. Nella rosa di donne Ncd c'e' chi inserisce anche l'ex-eurodeputata Erminia Mazzoni e la portavoce Valentina Castaldini. Sul fronte interno alla presidenza del Consiglio, i problemi sembrano relativi, poiche' Matteo Renzi, eventualmente, procedera' a una nomina interna al proprio "cerchio magico" per rimpiazzare il "buco" lasciato da Delrio, e questo potrebbe avvenire o con il trasferimento all'altro sottosegretario Luca Lotti delle deleghe attualmente in capo a Delrio, o con la nomina di un esponente renziano - anche se capace di assumere posizioni dissenzienti verso il premier e leader Pd - , come ad esempio Matteo Richetti. Anche in questo caso, un'incognita riguarda la delega ai fondi Ue, in capo a Delrio, che molti vogliono reclamata da Ncd, assieme al ministero per gli Affari Regionali. Nodi che verranno sciolti nell'incontro tra Renzi e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che potrebbe avvenire in giornata.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

mariagrazia cucinottaGerardo Sacco al gran gala per i 20 anni del settimanale "Chi". Con le sue creazioni orafe hanno infatti premiato i vincitori del concorso indetto dalla stessa rivista. La cerimonia di consegna dei premi si è svolta nel corso di una serata di gala organizzata a Palazzo Serbelloni martedì scorso (24 marzo). Tanti i personaggi del mondo della TV, del cinema, della musica, dello sport e dell'imprenditoria che hanno preso parte alla serata. Da Caterina Balivo, a Maria Grazia Cucinotta, e Rita dalla Chiesa, Andrea della Valle, Barbara D'urso, Mara Maionchi, Federica Panicucci, Alba Parietti, Ana Laura Ribas, Vittorio Sgarbi, Anna Tatangelo, Mara Venier e Simona Ventura. Tra gli ospiti di Alfonso Signorini, direttore del settimanale, c'è stato anche il maestro orafo crotonese e la figlia Viviana Sacco, accompagnati dalla splendida Maria Grazia Cucinotta, amica e volto delle più importanti campagne della maison Gerardo Sacco. L'attrice siciliana, per l'occasione, ha indossato una delle ultime creazioni della nota casa orafa della linea "Ricami".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cultura e spettacoli
Pagina 17 di 19