Martedì, 11 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

manufatto abusivo capo rizzutoISOLA CAPO RIZZUTO - La squadra di Polizia edilizia del comando di Polizia Locale, ha eseguito il sequestro di iniziativa di un manufatto di circa 190 metriquadrati in fase di costruzione su via Faro in località Capo Rizzuto, più avanti del Santuario della nota località di mare. L'immobile, nelle intenzioni del proprietario, doveva diventare una villa. L'accertamento è stato fatto nell'ambito dei controlli di prevenzione e contrasto all'abusivismo edilizio, disposti dalla Commissione straordinaria che amministra il Comune. Una volta riscontrato il manufatto gli agenti operanti, siccome sul posto non vi era nessuno, sono risaliti tramite catasto al proprietario, P.S. di anni 39 anni, cittadino di Isola, il quale è stato sottoposto ad interrogatorio alla presenza del suo avvocato di fiducia e ha dichiarato che voleva realizzare una villetta per sé stesso e la sua famiglia, ben consapevole di non essere in possesso di alcun permesso a costruire. Attualmente il sequestro è stato trasmesso alla Procura della Repubblica di Crotone per l'iter di convalida al gip. Nel frattempo gli operatori hanno provveduto ad apporre i sigilli sul manufatto, nominando il custode giudiziario per cui il lavori sono stati interrotti. L'intera pratica passerà quindi all'Ufficio tecnico comunale che curerà l'emissione della prevista ordinanza di demolizione.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

manufatto abusivo soveretoISOLA CAPO RIZZUTO - Un fabbricato abusivo in fase di completamento è stato sequestrato dai carabinieri forestale in un'area rurale di località Sovereto a Isola Capo Rizzuto. Il presunto committente dei lavori, un imprenditore agricolo di 51 anni, è stato denunciato per costruzione abusiva. I militari, nell'ambito delle attività di controllo mirate a prevenire e reprimere gli abusi edilizi hanno individuato il manufatto che è risultato privo delle previste autorizzazioni. Il fabbricato, destinato presumibilmente ad ospitare un allevamento zootecnico per la produzione di latte, è stato realizzato con blocchetti di calcestruzzo su una superficie di sei metri per venti, presenta i muri intonacati all'interno e all'esterno e una copertura a una falda realizzata con pezzi in lamiera.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

inerti fiume neto carabinieriI carabinieri forestali hanno sequestrato un deposito di materiali inerti sottratti dall'alveo del fiume Neto e un autocarro da cantiere in localita' Covello del territorio di Rocca di Neto. Il presunto responsabile dell'attivita' illegale e' stato identificato e deferito alla Procura della Repubblica.
I militari delle stazioni di Santa Severina e di Petilia Policastro durante un controllo nella valle del fiume Neto hanno notato un autocarro mentre depositava materiale inerte. L'autoveicolo e' stato subito fermato insieme al suo conducente, un dipendente di una societa' operante nel trattamento di inerti e confezionamento di calcestruzzi. Nel corso di una attenta ricognizione nell'area e' emerso che il materiale trasportato era stato sottratto, senza alcuna autorizzazione, dall'alveo del fiume Neto. Nelle vicinanze del greto e' stato localizzato un sito dove il materiale prelevato veniva depositato temporaneamente, presumibilmente prima di venire avviato al cantiere di trattamento. L'autocarro e il deposito di ghiaia e sabbia, pari a circa 300 metri cubi, sono stati posti sotto sequestro. In seguito ad accertamenti e' stato denunciato alla Procura della Repubblica, per furto di materiali inerti e altri reati, un imprenditore del luogo, titolare della societa' di estrazione e commercio di inerti che risulterebbe affittuario per scopi agricoli dell'area adibita a deposito, di proprieta' del comune di Rocca di Neto. L'area si trova in prossimita' del greto del fiume Neto e rientra nella ZPS (Zona di protezione speciale) Alto Marchesato e fiume Neto.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

tonni sottomisura capitaneriaSono circa 70 i chilogrammi di tonno rosso sottomisura sequestrati questa notte dal personale della Capitaneria di porto di Crotone. Durante l'ordinaria attivita' di polizia svolta lungo il territorio di giurisdizione, i militari hanno intercettato, nel comune di Ciro' Marina, un veicolo intento a trasportare esemplari di thunnus thynnus, specie pregiata particolarmente tutelata dalla vigente normativa e di taglia inferiore alla quella minima di riferimento. Con ogni probabilita', il prodotto era destinato al commercio illegale. Di fatto, la pesca di questa specie ittica e' consentita alle sole unita' autorizzate e, ad ogni modo, gli esemplari catturati devono avere una lunghezza minima di 115 centimetri ovvero peso non inferiore ai 30 chilogrammi. Una pesante sanzione amministrativa di 24.000 euro e' stata comminata al conducente del veicolo oltre al sequestro del prodotto rinvenuto. Gli esemplari sequestrati, sottoposti a visita ispettiva da parte del personale veterinario dell'Asp di Crotone, sono stati ritenuti idonei al consumo umano e, pertanto, destinati ad enti caritatevoli presenti sul territorio crotonese.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

sequestro manufatti cirò marina carabinieriUndici manufatti realizzati abusivamente sono stati sequestrati a Ciro' Marina, nel Crotonese, dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Crotone e delle stazioni Carabinieri di Ciro' Marina e Torre Melissa e del gruppo Carabinieri Forestale di Crotone. I militari hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip Michele Ciociola su richiesta formulata dal Procuratore della Repubblica di Crotone Giuseppe Capoccia.

sequestro manufatto abusivo strongoli marina2Il provvedimento, secondo quanto reso noto, ha determinato il sequestro di un'area di circa un ettaro di terreno ad altissimo rischio idrogeologico (classificato R4 dal Piano Assetto Idrogeologico della Regione Calabria) ricadente all'interno del demanio fluviale posto in prossimita' della foce del fiume Lipuda di Ciro' Marina, fronte spiaggia ed all'interno dell'alveo del fiume. Gli accertamenti svolti avrebbero permesso di appurare che, da oltre un ventennio, cittadini del luogo avevano proceduto ad edificare ben undici manufatti. Gli edifici, per lo piu' utilizzati nel periodo estivo quali case vacanze, comprendevano anche un bar ristorante di grosse dimensioni posto nelle immediate adiacenze del litorale.

sequestro manufatto abusivo strongoli marina3L'intera area, che presentava una recinzione perimetrale con mura in cemento alte piu' di due metri, era accessibile esclusivamente mediante alcuni cancelli in ferro e veniva utilizzata e gestita da un unico nucleo familiare. Tra i sette indagati, sei dei quali dovranno rispondere in concorso di illecita occupazione di demanio fluviale, anche un ex dipendente del Comune di Ciro' Marina, che, nella sua qualita' di responsabile dell'area tecnica, deve rispondere di falsita' ideologica commessa da pubblico ufficiale ed abuso d'ufficio.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

polizia cozzeSequestrati dalla squadra Nautica della Polizia di Stato molluschi provenienti da raccolta di frodo. Durante servizi di controllo dell’area portuale disposti dal questore della Provincia di Crotone, Massimo Gambino, la locale Squadra Nautica ha proceduto, nei giorni scorsi, a sequestri di molluschi e dei relativi attrezzi utilizzati per la loro raccolta che, di sovente, avviene nella zona compresa tra via Spiaggia delle Forche e la foce del torrente Pignataro. Tali molluschi, risultati ai controlli sanitari non commestibili ed altamente inquinati, se immessi nel circuito della vendita alimentare sarebbero potuti risultare dannosi per la salute.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 7 di 28