fbpx
Mercoledì, 30 Novembre 2022

CRONACA NEWS

PETILIA POLICASTRO – Un 47enne di Crotone è stato arrestato per atti persecutori nei confronti della sua ex compagna e resistenza a pubblico ufficiale. I militari sono intervenuti presso l’abitazione della sua ex convivente dove l’uomo aveva minacciato la stessa ed aveva insistentemente cercato di entrare nella sua abitazione. Alla vista dei militari, intervenuti sul posto, lo stesso ha inveito contro gli operanti, minacciandoli e rendendo necessario il suo arresto.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

violenza donneAccusato di atti persecutori, minaccia grave ed aggravata il 35enne destinatario di una misura cautelare ai domiciliari emessa dal Tribunale di Crotone ed eseguita dal personale della Squadra volanti. Nell'ultimo periodo, il ripetersi di chiamate di aiuto giunte alla utenza 113 da parte di una donna, ha dato seguito ad altrettanti interventi di personale della Squadra volanti, sempre attento a problematiche di questo tipo. Nel corso degli interventi, l'accurata attività di ascolto della parte offesa, posta in essere dagli agenti intervenuti, ha consentito di capire che si verificavano condotte di natura violenta, tanto che la malcapitata, era più volte costretta a ricorrere a cure mediche. Effettuata una fedele e dettagliata ricostruzione degli eventi, veniva interessata la locale autorità giudiziaria, anche ai fini della valutazione di un provvedimento di natura cautelare che impedisse che dette condotte venissero ancora poste in essere.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

questura crotoneUn crotonese di 40 anni e' stato arrestato dagli agenti della squadra Volanti della Questura con l'accusa di atti persecutori nei confronti della madre. Le iniziali dell’arrestato sono S. B. e nei suoi confronti e' stato eseguito un ordine di carcerazione emesso dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Crotone. L'uomo da tempo sottoponeva la madre a continue e pressanti richieste di denaro, minacce ed insulti. Dopo le formalita' di rito il 40enne e' stato tradotto presso la locale casa circondariale a disposizione dell'autorita' giudiziaria.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 2 di 2