Martedì, 11 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

manufatto abusivo suveretoI militari della stazione Carabinieri forestale di Crotone, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno sequestrato un fabbricato in fase di costruzione in un'area agricola nella localita' Suvereto di Isola Capo Rizzuto. Le verifiche effettuate presso l'ufficio tecnico dell'Amministrazione comunale hanno evidenziato l'assenza di atti legittimanti l'opera edilizia. I militari hanno preceduto al sequestro del manufatto per interrompere il reato e impedire che potesse essere portato a conseguenze ulteriori mediante la prosecuzione dei lavori. Il manufatto posto sotto sequestro e' stato realizzato su un'area in possesso per acquisto dall'Ovs (Opera di valorizzazione della Sila a cui ora e' subentrata l'Arsac Agenzia regionale per lo sviluppo dell'agricoltura in Calabria) venditrice con patto di riservato dominio. La vendita, tuttavia, non sarebbe stata ancora formalizzata. La committente dei lavori, allo stato degli accertamenti finora eseguiti, sarebbe una donna di settantadue anni nata e residente a Isola Capo Rizzuto.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

cardellini carabinieriCIRO’ MARINA - I carabinieri forestali hanno scoperto e sequestrato, a Ciro' Marina (Kr), 8 cardellini detenuti illegalmente in gabbie da un uomo in un locale adibito a magazzino. L'uomo e' stato denunciato alla Procura della Repubblica di Crotone per detenzione illegale di uccelli. Nel corso di una perquisizione in un locale al pianterreno adibito a deposito i militari forestali hanno notato la presenza di numerosi uccelli detenuti in gabbie di legno e metallo. Tra di essi hanno notato subito 8 cardellini (nome scientifico Carduelis carduelis). Il possessore, alla richiesta degli operatori intervenuti, non ha fornito alcun documento che ne legittimasse la detenzione. Considerato che i volatili erano ormai abituati alla presenza dell'uomo e che una loro eventuale reimmissione in liberta' avrebbe potuto alterare lo stato di detenzione e benessere, i volatili sono stati sequestrati e affidati all'attuale possessore, in attesa delle determinazioni della magistratura. In tutto il territorio nazionale non sono consentite l'uccellagione e la cattura di uccelli e di mammiferi selvatici, nonche' il prelievo di uova, nidi e piccoli nati. L'attivita' venatoria, conseguentemente, si svolge per una concessione che lo Stato rilascia ai cittadini che la richiedono e che possiedano i requisiti previsti dalla legge.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

rifiuti frazione organica carabinieriI carabinieri hanno scoperto un’attività di recupero di rifiuti svolta irregolarmente nel Crotonese. Nel corso di un controllo congiunto svolto alcuni giorni fa da diversi reparti dell’Arma, è emerso che la gestione dell’attività non era conforme all’autorizzazione rilasciata dalla Regione Calabria. Il titolare dell’impresa è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Crotone per violazione del Testo unico ambientale. Le verifiche successive eseguite dai carabinieri forestali della stazione di Petilia Policastro hanno evidenziato diverse irregolarità nel trattamento della frazione organica derivante dalla raccolta differenziata di vari comuni del Crotonese.

rifiuti frazione organica carabinieri2L’effetto più evidente era la presenza di un intenso cattivo odore persistente nell’area, causato dal trattamento dei rifiuti non conforme alle prescrizioni imposte dall’autorizzazione. La società, peraltro, era stata già diffidata alcuni mesi fa, nel corso di un controllo eseguito dal Settore ambiente e territorio, l’ufficio della Regione Calabria a cui è demandata l’istruzione, il rilascio e il controllo delle autorizzazioni in materia di rifiuti. I militari, a conclusioni degli accertamenti svolti, hanno deferito il titolare della società alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone per le valutazioni di competenza. Essi, secondo quanto previsto dalle norme vigenti, hanno impartito al contravventore anche le prescrizioni volte a rimuovere le irregolarità riscontrate.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

terreno mesoraca carabinieri forestaleI carabinieri forestali, in seguito ad accertamenti completati nei giorni scorsi, hanno denunciato un imprenditore per aver invaso un terreno comunale in localita' Luta del comune di Mesoraca (Kr). Il terreno era preteso da diversi contendenti, ma effettivamente e' risultato di proprieta' comunale. L'attivita' dei militari ha avuto inizio da una querela presentata alla stazione carabinieri forestale di Petilia Policastro da privati che lamentavano la potatura e la sottrazione della legna risultante, eseguita da ignoti, su una decina di castagni da frutto in loro possesso. In seguito ad accertamenti si e' risalito al presunto responsabile che, seppur senza esibire documenti, vantava di essere il legittimo proprietario adduncendone l'acquisto con una scrittura privata. I militari, per risalire all'effettiva proprieta' del terreno, hanno eseguito accertamenti anche presso la Conservatoria dei registri immobiliari di Catanzaro e presso studi notarili. Frattanto l'esecutore dei tagli aveva recintato, di sua iniziativa, l'area. E' pero' emerso che il bene era di proprieta' comunale e i diritti vantati dai contendenti non avevano alcun fondamento legittimo. Il presunto esecutore dei tagli, un imprenditore nato e residente a Mesoraca, e' stato denunciato per invasione di terreno, esercizio arbitrario delle proprie ragioni e furto aggravato.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incendio rifiuti carabinieri forestaleI carabinieri forestali di Santa Severina hanno denunciato un uomo che aveva incendiato due cumuli di rifiuti sul proprio terreno, sito nella periferia di Crotone, per disfarsene. Durante un controllo del territorio i militari hanno notato a distanza una colonna di fumo nero e acre, prodotto generalmente dalla combustione di materiale plastico. Intervenuti sul posto, un'area in località Carpentieri, hanno appurato che il fumo era prodotto dall'abbruciamento di due cumuli di materiali vari, in fase di avanzata combustione, tra cui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, molle di materassi e altro. I carabinieri hanno quindi individuato il presunto incendiario, il proprietario del terreno interessato, che vive nelle adiacenze. Dopo una serie di verifiche e accertamenti, l'uomo, un 59enne, è stato segnalato alla Procura di Crotone per combustione illecita di rifiuti.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

taglio alberi mesoraca carabinieri forestaleUn uomo di Petilia Policastro e' stato denunciato dai militari della stazione Carabinieri Forestale di Cotronei (kr). In particolare in localita' "Cicerata" del comune di Cotronei (kr), all'interno della zona "1" di massima tutela paesaggistico-ambientale del Parco nazionale della Sila, i militari dopo aver udito il rumore di una motosega hanno accertato il taglio abusivo di 20 piante di quercia. Poco distante dalla zona interessata al taglio e' stato individuato l'uomo a bordo di un fuoristrada, al cui interno vi era una motosega ed un bidone di plastica, contenente il relativo carburante. Da una ispezione del veicolo e' emersa la presenza del carico di legna certamente riconducibile a quanto trafugato nell'area vicina. Si e' pertanto denunciato l'uomo per furto di legna e violazione della normativa sulle aree protette per il prelievo illegale di materiale legnoso ed introduzione non autorizzata della motosega quale mezzo di distruzione nei cicli biogeochimici all'interno dell'area protetta. E' stata inoltre elevata sanzione amministrativa e posto sotto sequestro il fuoristrada perche' privo di copertura assicurativa e con revisione scaduta. Sempre i militari di Cotronei, unitamente ai colleghi di Savelli hanno nelle scorse settimane posto sotto sequestro amministrativo nove motocicli. Il controllo e' avvenuto in localita' "Monte Paleparto" del Comune di Longobucco all'interno del Parco della Sila. I proprietari, tutti di Rossano (cs) , circolavano sui loro motocicli privi di immatricolazione e di copertura assicurativa per responsabilita' civile contro terzi. Si e' pertanto provveduto al sequestro e ad elevare sanzione amministrativa per violazione al codice della strada.

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 10 di 18