Domenica, 27 Settembre 2020

CRONACA NEWS

I militari della compagnia di Crotone hanno eseguito un servizio straordinario di controllo coordinato del territorio che ha consentito di ottenere i seguenti risultati: 58 persone identificate; 51 autovetture controllate; 2 sanzioni al Codice della strada; e 41 grammi di marijuana e 1,2 grammi di cocaina sequestrati. Nel corso del medesimo servizio, un uomo è stato deferito in stato di libertà, poiché trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di 16 cm, mentre altre due persone sono state segnalate all’autorità prefettizia poiché trovate in possesso di sostanza stupefacente.

I carabinieri della compagnia di Petilia Policastro hanno eseguito un servizio straordinario di controllo coordinato del territorio che ha consentito di ottenere i seguenti risultati: 33 persone identificate; 23 autovetture controllate; 3 perquisizioni personali e veicolari; 3 perquisizioni domiciliari; 11,5 grammi di marijuana sequestrati.

Inoltre, nel corso del medesimo servizio, quattro persone sono state segnalate all’autorità prefettizia poiché trovate in possesso di sostanza stupefacente, altre tre persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Crotone, una persona è stata denunciata per furto di energia elettrica e minaccia a pubblico ufficiale, e altre due persone denunciate per porto armi ed oggetti atti ad offendere poiché trovati in possesso di un coltello e una mazza da baseball.

 

Pubblicato in Cronaca

Rapine, scippi, prostituzione e abusivismo commerciale: su questi fenomeni di devianza sociale si sono concentrati questa settimana i servizi di controllo del territorio della Polizia di Stato. Effettuati su disposizione del questore Luigi Botte, hanno preso parte all'attività anche gli equipaggi del reparto Prevenzione crimine “Calabria settentrionale” di Cosenza e delle Volanti di Crotone. Il bilancio dei servizi di controllo ha portato alla denuncia di 9 persone; a 18 perquisizioni; a 23 sanzioni per violazioni al Codice della strada; a 4 fermi-sequestri; e al controllo di 39 persone sottoposte a misure restrittive.

 

Per il reato di furto aggravato ai danni di un supermercato del centro cittadino, avvenuto nella giornata del 13 ottobre, gli agenti della Polizia hanno deferito in stato di libertà, D. A., nato il primo gennaio del 1986 in Guinea, senza fissa dimora. Nella stessa giornata è stato deferito sempre in stato di libertà per il reato di minacce gravi, S. E., crotonese, di 40 anni. L'uomo, in presenza degli operatori di polizia, ha profferito minacce, anche di morte, all'indirizzo di una persona, rea, a suo dire, di avergli sottratto fraudolentemente del denaro. Nella giornata del 14 ottobre personale della Squadra Volanti ha deferito all' Autorità giudiziaria, I. F., nato a Crotone il 6 marzo 1983, per il reato di guida senza patente, poiché revocata. Nella stessa giornata, personale della Squadra Mobile, nell'ambito di servizi relativi al Piano d'azione nazionale e transnazionale denominato "Focus 'Ndrangheta" e, a seguito di perquisizione domiciliare, ha deferito all'Autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato di energia elettrica, C. S., nato a Crotone, di 36 anni, residente a Isola Capo Rizzuto. Per il reato guida in stato di ebbrezza alcolica, nella giornata del 15 ottobre, è stato deferito all'Autoirtà giudiziaria, M. L., crotonese, di 35 anni. Nella stessa serata, personale della Squadra Mobile ha deferito in stato di libertà  N. G., di Isola di Capo Rizzuto, di 40 anni, per guida con patente revocata per mancanza dei requisiti psicofisici. Nella giornata di ieriè stato deferito C. S., crotonese, di 46 anni, per il reato di furto aggravato di energia elettrica con segnalazione al prefetto. Nella stessa giornata, personale del Reparto Prevenzione Crimine "Calabria Settentrionale" di Cosenza ha deferito R. A., crotonese, di 22 anni, per il reato di guida senza patente. Nella stessa circostanza è stata deferita S. G., crotonese, di 48 anni, per il reato di violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Settimana di intensi controlli a Isola Capo Rizzuto che hanno portato all'arresto di 6 persone dai parte dei carabinieri. A cadenza quotidiana sono stati svolti dagli uomini della tenenza una serie di servizi mirati al controllo di luoghi di ritrovo di pregiudicati o di giovanissimi al fine di reprimere condotte illegali come la mancanza della copertura assicurativa, o la guida di motocicli senza casco. Sono state effettuate numerose perquisizioni alla ricerca di armi e droga, oltre al controllo della regolare tenuta delle armi legalmente detenute dagli aventi diritto. E così a inizio della settimana, nel corso di un servizio effettuato unitamente a personale dell'Enel, sono stati arrestati F.P. di 50 anni per un allaccio abusivo nella propria abitazione in località Cannella ed A.M. di 28 anni per il medesimo reato perpetrato nella propria casa di via Togliatti. Un pluripregiudicato isolitano di 49 anni è finito in manette sempre nel corso di questa settimana perché aveva ridotto la libertà, malmenato ed abusato della propria compagna. La donna, grazie all'intervento dei Carabinieri, è stata tratta in salvo e trasferita in una località protetta. L'uomo inizialmente è stato tradotto in carcere e poi, a seguito della convalida da parte del giudice, sono stati applicati gli arresti domiciliare. L'altra notte, invece, è stato arrestato Antonio Bevilacqua dopo un rocambolesco inseguimento sulla statale 106 (conclusosi alle porte di Crotone): al giovane vengono cotestati violenza e resistenza a pubblico ufficiale, inoltre è stato trovato alla guida con un tasso alcolemico pari a 2.05, senza copertura assicurativa al mezzo e sprovvisto di patente perché' revocata. Nel pomeriggio di ieri, infine, i militari al comando del tenente Cristian Modena hanno tratto in arresto V.R. di 32 anni e G.P. di 29 anni, poiché sorpresi alla guida del loro Fiat Doblo' ed a seguito di una minuziosa perquisizione veicolari veniva rinvenuta sotto i sedili del mezzo una pistola semiautomatica "cz mod. 70 "cal. 7,65 browning con matricola abrasa, completa di caricatore e di sei colpi: per i due sono scattate le manette e gli arresti domiciliari in attesa dell'udienza di convalida.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

botte questoreDue arresti, sei persone denunciate, dieci perquisizioni effettuate e cinque fermi-sequestri. È il bilancio dei servizi di Polizia diposti su Crotone e provincia anche nel corso di quest'ultima settimana dal questore, Luigi Botte, con l'ausilio degli equipaggi del Reparto prevenzione crimine "Calabria Settentrionale" di Cosenza e delle Volanti. All'origine dei controlli la prenzione dei reati contro il patrimonio quali rapine, scippi o fenomeni come la prostituzione o l'abusivismo commerciale. Nella fattispecie sono state inoltre identificate 2.480 persone, controllati 175 veicoli (elevate 19 sanzioni per violazioni al Codice della Strada), controllate 36 persone già sottoposte a misure restrittive ed eseguiti 5 controlli amministrativi ad esercizi pubblici che hanno portato alla elevazione di 3 sanzioni amministrative e 2 sequestri amministrativi.

 

Contrasto al lavoro nero: sanzioni a carico di datori di lavoro e dipendenti non assunti.

Nella giornata del 7 settembre u.s., personale della Squadra Amministrativa, a seguito di un controllo presso una struttura insistente nel comune di Isola di Capo Rizzuto (KR), adibita a ristorazione, ha riscontrato la mancata attuazione del manuale di autocontrollo sanitario Haccp e, pertanto, ha proceduto a segnalare al competente servizio presso l'Azienda sanitaria di Crotone. Inoltre, 3 dipendenti su 6 controllati, risultavano non essere regolarmente muniti di contratto di assunzione. È stato così disposto il pagamento di una sanzione amministrativa pari a 1.950,00 euro a carico del datore di lavoro ed al pagamento, per i lavoratori, di una ulteriore sanzione pro capite di 4.200,00 euro per un totale di € 12.600,00. Inoltre, lo stesso personale ha effettuato controlli amministrativi presso attività per la somministrazione di alimenti e bevande insistenti nel Comune di Cirò, a seguito dei quali, ha riscontrato in uno di essi che, un dipendente su 5 controllati, è risultato non essere regolarmente munito di contratto di assunzione. Il personale intervenuto ha così elevato il pagamento di una sanzione amministrativa pari a 4.200,00 euro a carico del datore di lavoro e al pagamento, per il lavoratore, di un'ulteriore sanzione di 4.200,00euro. Per lo stesso esercizio sono state inoltre impartite prescrizioni di adeguamento igienico sanitario.

 

Gestiva un'agenzia di scommessa senza concessione in Italia: denunciato 24enne di Crotone.

Nella giornata del 9 settembre, personale della Squadra amministrativa ha effettuato controlli amministrativi presso attività per la raccolta di scommesse. A seguito dei suddetti accertamenti, presso uno di questi esercizi commerciali si procedeva al deferimento all'Autoriotà giudiziaria di R. F., crotonese, classe 1982, per aver organizzato attività di scommesse in assenza di concessione, autorizzazione o licenza di Polizia, al contestuale sequestro di una ricevuta di giocata effettuata per conto dell'allibratore estero non autorizzato, rinvenuta all'interno dell'attività, ed al sequestro di congegni elettronici del tipo "Totem" denominati "Goldplay", non collegati, come previsto dalla vigente normativa alla rete del totalizzatore nazionale. Sono state elevate contestazioni amministrative pari a 6.666,66 euro a video gioco per un totale di 19.999,98 euro.

 

Aveva reperti non dichiarati: denunciato 43enne di Isola Capo Rizzuto.

Nella giornata del 09 settembre 2015, nell'ambito del piano d'azione nazionale e transnazionale denominato "Focus 'Ndrangheta", personale della Squadra Mobile, coadiuvati da personale del Reparto Prevenzione Crimine Calabria di Cosenza ha effettuato dei controlli a Isola di Capo Rizzuto. Tale attività ha portato al deferimento in stato di libertà alla competente Autorità giudiziaria di C. F. A., nato a Isola di Capo Rizzuto, di 43 anni, per illecito possesso di beni culturali.

 

Due giovani denunciati perché guidavano ma senza avere la patente.

Personale della Squadra Volanti, a seguito di controllo in questa via G. La Pira, ha deferito in stato di libertà all'A.G. G. F., crotonese, di 24 anni, per il reato di guida senza patente. Alle successive ore 18.00, personale del Reparto Prevenzione Crimine "Calabria Settentrionale", in atto qui aggregato, ha denunciato in stato di libertà A. D., crotonese, di 19 anni, perché resosi responsabile del reato di guida senza patente, perché mai conseguita.

 

Sorpreso a rubare i paletti di recinzione nel piazzale dello stadio: arrestato giovane con problemi di droga.

Alle ore 16.00 di ieri, personale della Squadra Volante ha tratto in arresto Danilo Ventura, crotonese, di 41 anni, poiché colto nella flagranza del reato di furto aggravato di alcuni paletti di sostegno della recinzione del piazzale di parcheggio dello Stadio "E. Scida". Su disposizione dell'Autorità giudiziaria competente, tempestivamente informata, l'uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza, in attesa dell'udienza di convalida.

 

Trovato in possesso di 8,9 grammi di marijuana: obbligo di dimora per un 22enne crotonese.

Nella nottata odierna, personale della Squadra Volante ha tratto in arresto Giovanni Scerra, nato a Genova, di 22 anni, residente a Crotone, perché resosi responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Nella circostanza, a seguito di perquisizione personale e veicolare, Scerra è stato trovato in possesso della somma di  785,00 euro in contanti e di una bustina in cellophane contenente 8,9 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Scerra, quindi, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria competente, tempestivamente informata, veniva sottoposto alla permanenza presso la propria abitazione in attesa di giudizio.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca