Martedì, 20 Ottobre 2020

CRONACA NEWS

PETILIA POLICASTRO – I carabinieri hanno intensificato i controlli nel territorio di Caccuri con numerosi controlli che hanno portato a quattro denunce. In concomitanza del periodo festivo la compagnia carabinieri di Petilia Policastro, ha dato corso ad una intensa attività di controllo del territorio nei centri urbani e rurali dei comuni di Caccuri, Cerenzia e Castelsilano, nel corso dei quali sono state controllate 57 persone e 46 veicoli, elevando 4 sanzioni al Codice della strada e il sequestro di un veicolo sprovvisto della necessaria copertura assicurativa. Nel corso delle attività finalizzate al monitoraggio di soggetti d’interesse operativo, inoltre, sono state effettuate 5 perquisizioni veicolari e due domiciliari. Sempre nel corso della stessa operazione, i militari della stazione carabinieri di Caccuri hanno deferito in stato di libertà il titolare di una ditta edile e un suo operaio per il furto di ghiaia e materiali inerti dal letto del fiume Neto in località “Gips” del comune di Castelsilano, oltre che un pensionato di Caccuri ritenuto responsabile del furto conseguente al taglio abusivo di legna in un terreno in località “Pizzetto”. Inoltre, nell’ambito dei controlli con il personale Enel per il contrasto al furto di energia elettrica, sono stati deferiti in stato di libertà una donna, già nota alle forze dell’ordine, ritenuta responsabile di furto di energia elettrica mediante l’allaccio abusivo alla rete di distribuzione a monte del contatore.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

allacci abusivi enel carabinieriServizi straordinari di controllo dei carabinieri nel territorio compreso tra i comuni di Mesoraca, Roccabernarda e Cotronei. Nell'attività, i militari della Compagnia carabinieri di Petilia Policastro, sono stati coadiuvati da personale dell’Ispettorato del lavoro e dell'Enel. Nel mirino gli allacci abusivi e il conseguente furto aggravato di energia elettrica. I militari della stazione di Mesoraca hanno così denunciato il titolare di un contatore utilizzato da un circolo Arci, un mesorachese di 27 anni, responsabile di aver realizzato un allaccio abusivo alla rete Enel bypassando il contatore del circolo, il cui presidente, trentunenne originario di Catanzaro, è stato deferito a sua volta per l’omessa esposizione della tabella dei giochi proibiti in violazione della normativa. Sempre nell’ambito dei medesimi controlli, i militari della stazione di Roccabernarda hanno invece tratto in arresto un giovane di 28 anni, titolare di un circolo privato adibito ad esercizio pubblico, nel quale l’uomo aveva effettuato un allaccio abusivo direttamente collegato alla rete Enel mediante l’installazione di un by-pass posizionato all’esterno del locale, procurando alla propria attività commerciale un vantaggio di circa 9.000 euro a svantaggio della società elettrica esercente del servizio pubblico. A Roccabernarda, i carabinieri della locale stazione hanno deferito un bracciante agricolo di origini bulgare, residente a Roccabernarda, sorpreso alla guida della propria autovettura con un certificato di revisione contraffatto, successivamente sottoposto a sequestro, sul quale sono in corso più approfondite indagini. Anche a Cotronei, i militari della locale Stazione, hanno deferito un elettrauto di 38 anni, il quale a seguito dei controlli sulla linea elettrica che alimenta l’abitazione e la sua autofficina svolti unitamente al personale Enel, è stato trovato in possesso di un magnete nel vano del contatore finalizzato a ridurre i consumi in esso indicati. Nell’ambito del contrasto delle violazioni in materia di lavoro e legislazione sociale, invece, i militari della Stazione di Cotronei, congiuntamente al nucleo Ispettorato del lavoro dei Carabinieri di Crotone, sono intervenuti in località Trepidò presso l’esercizio commerciale di alimenti e bevande gestito da una una trentacinquenne di origini polacche, titolare dell’attività. La donna aveva impiegato un dipendente non assunto e non risultante in alcuna documentazione. Alla donna è stata contestata la violazione delle norme contro il lavoro nero che prevede la maxisanzione di euro 3.000 per ogni lavoratore ed il recupero dei contributi previdenziali. Sono stati inoltre controllati 9 veicoli, contestando 5 infrazioni al Codice della strada e identificate 17 persone di cui 3 soggetti d’interesse operativo. Controllati anche 7 esercizi pubblici, effettuate 8 perquisizioni e, durante un controllo alla circolazione stradale, la Stazione di Petilia Policastro ha segnalato per detenzione di sostanze stupefacenti un giovane di 27 anni trovato in possesso di 1,5 grammi di “marijuana”.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

carabinieri 112Sabato sera segnato da intensi controlli dei Carabinieri nel Cirotano. I militari della compagnia carabinieri di Cirò Marina, unitamente ai carabinieri del nucleo antisofisticazioni e sanità di Cosenza ed del nucleo ispettorato del lavoro di Crotone, hanno effettuato un servizio di controllo degli esercizi pubblici e del rispetto delle normative disciplinati ristoranti e locali dediti alla somministrazione di bevande. I controlli hanno visto protagonisti diversi esercizi commerciali di Cirò Marina nei quali sono state riscontrate svariate irregolarità inerenti, sia le normative sanitarie, che quelle del lavoro. Presso alcuni ristoranti, infatti, sono state rilevate alcune violazioni relative allo stoccaggio e alla conservazione degli alimenti utilizzati nel confezionamento delle pietanze, oltre alla violazione di specifiche normative concernenti l’abitabilità dei locali annessi alle attività di ristorazione. Durante i controlli inoltre è stata rilevata la presenza di lavoratori sprovvisti di idoneo contratto di lavoro il che ha comportato l’emissione di apposita segnalazione e dell’invito all’immediata regolarizzazione, da parte del datore di lavoro, della situazione contributiva dei dipendenti, oltre ovviamente all’erogazione della contravvenzione prevista per ogni singolo lavoratore risultato impiegato “a nero”. Durante la serata inoltre sono stati effettuati numerosi controlli alla circolazione stradale sulla statale 106 e nei paesi di Strongoli, Torre Melissa, Cirò Marina e Crucoli elevando alcune contravvenzioni tra cui il fermo di un ciclomotore.

 

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

marijuana polizia2Perquisizioni domiciliari a tappeto nei confronti di pregiudicati residenti nel comune di Ciro' Marina: le hanno eseguite gli uomini della Polizia di Stato su disposizione del questore di Crotone, Sanfilippo, alle quali hanno partecipato agenti della squadra Mobile e del Reparto prevenzione crimine Calabria di Cosenza. Nel corso del servizio sono stati rinvenuti e sequestrati diversi quantitativi di sostanza stupefacente e denunciato per il reato di detenzione ai fini di spaccio un diciottenne del posto. Nello stesso territorio di Ciro' Marina sono stati effettuati diversi posti di blocco a seguito dei quali sono state controllate 30 autovetture, identificate 60 persone di cui 41 con precedenti di polizia. Contestualmente, da parte di personale della Divisione polizia anticrimine sono state effettuate numerose verifiche a pregiudicati del luogo, sottoposti al regime degli arresti domiciliari. L'azione operativa degli uomini della Polizia di Stato volta a contrastare i fenomeni criminali nell'ambito del piano d'azione nazionale e transnazionale denominato "Focus 'Ndrangheta" nei prossimi giorni interessera' varie aree della provincia di Crotone.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Controlli serrati sei carabinieri nei comuni di Petilia Policastro, Roccabernarda, Caccuri e relative frazioni. I militari della Compagnia Carabinieri nella giornata di ieri hanno deferito un uomo di 70 anni nato a Roccabernarda, pensionato, già noto alle forze dell’ordine, che all’atto del controllo effettuato a un Piaggio Ape sottoposto a sequestro e del quale era custode, si era reso responsabile del danneggiamento del veicolo sottoposto a sequestro sottraendone diverse parti e pezzi meccanici. Nell’ambito del controllo alla circolazione stradale e alla repressione di violazioni concernenti la guida in stato d’ebrezza, i Carabinieri hanno deferito un uomo di 51 anni che è stato sorpreso, subito dopo pranzo, alla guida della propria autovettura in via Arringa a Petilia Policastro, proprio in prossimità della caserma dei carabinieri, con un valore di alcool nel sangue quasi quattro volte superiore al limite consentito. Anche nell’ambito dei controlli finalizzati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti svolti dall’arma locale, sono stati segnalati due giovani, di 25 e 21 anni trovati in possesso rispettivamente di 1,8 e 2 grammi di marijuana. Inoltre, in ambito preventivo e di controllo del territorio sono state identificate 29 persone e controllati 18 veicoli, effettuate 6 perquisizioni domiciliari, veicolari e personali attraverso un capillare controllo della circolazione che ha perseguito con severità le più gravi violazioni al codice della strada.

Pubblicato in Cronaca

caranineire mitraVasta operazione dei Carabinieri con posti di controllo e verifiche presso attività commerciali. Intensa serata di controlli dei Carabinieri ieri nella zona di Cirò Marina, Torre Melissa e Strongoli. I reparti dipendenti dal Comando provinciale dei Carabinieri di Crotone, in un quadro di intensificazione dei servizi di controllo, disposto dal Comandante Provinciale di Crotone, Colonnello Salvatore Gagliano, hanno effettuato un servizio a largo raggio nel cirotano volto alla prevenzione di eventi criminosi e al contrasto di vari fenomeni di illegalità diffusa. Grazie ad un dispositivo composto da quindici veicoli e trentacinque militari, durante il servizio sono stati effettuati numerosi posti di controllo identificando più di 120 persone e controllando una novantina di veicoli, il che ha permesso di contestare 10 contravvenzioni al codice della strada, in alcuni casi comportanti il sequestro del mezzo ed anche il ritiro di documenti di guida in seguito all’effettuazione di test alcolemico. Durante l’espletamento del servizio sono state inoltre svolte una ventina di perquisizioni personali e veicolari che hanno permesso il sequestro di svariate dosi di sostanze stupefacenti per uso personale del tipo hashish, marijuana e cocaina segnalando 10 persone alla Prefettura di Crotone. I militari inoltre hanno posto una particolare attenzione al controllo delle sale gioco e scommesse sia di Cirò Marina che di Torre Melissa e Strongoli. Grazie anche alla presenza dei Nas (Nuclei antisofisticazione e sanità) dei Carabinieri di Cosenza, che hanno affiancato i militari operanti, è stato possibile effettuare numerosi controlli ad esercizi pubblici quali bar e ristoranti rilevando alcune irregolarità relative ad anomalie strutturali e violazioni di norme inerenti la vendita, la conservazione e il confezionamento degli alimenti.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 5 di 8