fbpx
Mercoledì, 24 Luglio 2024

CRONACA NEWS

incendio autocompattatore vigili fuocoCUTRO - Un incendio sulle cui cause sono in corso accertamenti ha danneggiato un mezzo compattatore per la raccolta dei rifiuti del Comune di Cutro. Le fiamme, sviluppatesi nella tarda serata, sono state spente da due squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Crotone che sono intervenuti con due automezzi. Gli operatori hanno prima spento l'incendio che ha coinvolto la cabina dell'autocarro e, successivamente, dopo avere effettuato un foro sul tetto dell'automezzo, hanno agito per estinguere le fiamme che hanno interessato i rifiuti contenuti all'interno del compattatore. Così facendo i vigili hanno evitato che le fiamme si propagassero all'intero automezzo che ha comunque riportato danni. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Cutro.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

carabinieri 112CUTRO – I carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 38enne rumeno ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale. I militari, nel corso di un servizio di pattuglia, sono intervenuti in via Marco Aurelio, dove l’uomo, impugnando un bastone e sotto l’effetto di bevande alcoliche, stava minacciando alcuni abitanti della zona per impedire loro di parcheggiare le auto davanti la sua dimora. I militari, dopo aver tentato invano di riportare alla calma il soggetto, aggrediti, ingaggiavano una breve colluttazione, riuscendo a bloccarlo e trarlo in arresto.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incendio macchine cutroUn incendio partito da un cumulo di rifiuti ha distrutto due autovetture a Cutro (Kr). E' accaduto questa mattina, alle ore 11 circa. Due squadre dei Vigili del Fuoco di Crotone, con due automezzi, sono intervenute per domare le fiamme. Il rogo, sviluppatosi su dei cumuli di rifiuti, a causa del forte vento, ha immediatamente raggiunto le due autovetture, parcheggiate nelle vicinanze. All'arrivo sul posto, i vigili hanno spento le fiamme, impedendo che causassero ulteriori danni.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

strada provinciale 63 cutroIntervento di messa in sicurezza sulla Strada provinciale 63 in direzione Steccato di Cutro. «Nella mattinata di giovedì 20 dicembre – informa una nota - la Provincia di Crotone ha provveduto all'installazione di una serie di new jersey sulla strada provinciale 63 in direzione Steccato di Cutro. L'intervento si è reso necessario per garantire la percorribilità del tratto stradale interessato da una frana. L'intervento predisposto dalla Provincia di Crotone servirà a garantire la sicurezza del tratto stradale in attesa dell'avvio dei lavori di ripristino richiesti, sollecitati ed ottenuti grazie al lavoro di squadra messo in campo dal Presidente della Provincia Ugo Pugliese, dalla consigliera regionale Flora Sculco e dal consigliere provinciale Rino Le Rose.
Gli uffici della Regione Calabria hanno assicurato la disponibilità e le risorse necessarie per restituire alla collettività il tratto della strada provinciale 63. L'amministrazione provinciale, la consigliera regionale Flora Sculco ed il consigliere provinciale territoriale Rino Le Rose, sono in continuo contatto con gli uffici regionali diretti da Domenico Pallaria, affinché si intervenga in tempi brevi. In attesa dunque dell'intervento definitivo e risolutivo da parte della Regione, la Provincia ha inteso predisporre la sistemazione dei new jersey per assicurare la percorribilità del tratto in piena sicurezza.
La viabilità provinciale, come più volte ricordato e sottolineato dallo stesso Presidente Ugo Pugliese, è al centro delle attività dell'Ente. Attività resa difficile dalle esigue risorse economiche e peggiorata nelle ultime settimane dalle intense piogge che hanno aggravato situazioni già difficili e creato nuove emergenze. La Provincia di Crotone non può essere lasciata sola, il territorio crotonese è fragile dal punto di vista idrogeologico, e deve per questo essere oggetto di interventi complessi che richiedono risorse economiche adeguate.
"I rappresentanti istituzionali del territorio – ha spiegato il Presidente Pugliese- devono far squadra. Il territorio provinciale rischia l'isolamento, e le frane di questi ultimi mesi hanno dimostrato che gli interventi non sono più rinviabili. Oggi l'Ente si trova a dover far fronte ad un'emergenza dietro l'altra, il che non consente di avviare un programma strutturale di interventi sull'assetto viario provinciale. Il Governo deve consentirci – conclude il Presidente Pugliese- di uscire dalle emergenze e per poter finalmente "programmare"».

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

furto energia carabinieriCUTRO - Cinque persone, appartenenti a due diversi nuclei famigliari, residenti rispettivamente a Cutro, nel Crotonese, e nella frazione San Leonardo, sono state denunciate dai Carabinieri per furto aggravato in concorso di energia elettrica. I militari, in seguito ad un'ispezione effettuata con tecnici verificatori della societa' “E- distribuzione Spa” nelle rispettive abitazioni delle due famiglie, hanno accertato che, al fine di sottrarre energia elettrica ai danni della societa' distributrice, erano stati realizzati allacci abusivi alla rete, utilizzando alcuni cavi e determinando un danno economico quantificato in 20.000 euro circa.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

cutro maltempo banca"Dare tutto il sostegno possibile alle comunità di Cutro e di Papanice duramente colpite da un tornado, classificato come F1, che, martedì scorso, si è abbattuto con una violenza inaudita sui nostri territori". Lo afferma in una nota Flora Sculco, capogruppo in Consiglio regionale di 'Calabria in rete' secondo la quale "oggi si contano i danni che, ad un primo esame, appaiono ingenti". "A Cutro al di là delle abitazioni scoperchiate – prosegue Sculco - i danni peggiori riguardano le attività produttive soprattutto quelle agricole e noi, le istituzioni tutte, non possono che affiancarsi a questi imprenditori per sostenerli e aiutarli a rimettersi in piedi. A Papanice è stata colpita la scuola di viale Calabria. Anche qui tutti gli sforzi devono andare nella direzione di restituire immediatamente alla comunità questo luogo simbolo di emancipazione, socialità e cultura". "Ho già contattato gli amministratori di Cutro e Crotone – conclude l'esponente politico - per dare loro tutta la mia disponibilità per sostenere le loro richieste dopo questo terribile evento meteorologico che ha devastato questi territori e che, solo per fortuna, non ha prodotti danni alle persone, nello stesso tempo non ho mancato di sollecitare il presidente della Regione non solo ad assumere provvedimenti che impegnano direttamente la stessa Regione, ma anche di richiedere al Governo il riconoscimento dello stato di calamità per questi territori e le popolazioni interessate".

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 62 di 75