fbpx
Lunedì, 24 Giugno 2024

CRONACA NEWS

carabinieri 112A Cutro sono intervenuti nella notte i carabinieri in via Nazionale per l’incendio di un autocarro di proprietà di un ditta di frutta e verdura. Le fiamme, domate degli stessi proprietari, hanno provocato lievi danni al mezzo. Sono in corso le indagini dell’Arma locale per fare chiarezza sull’accaduto. A cirò Marina, invece, i militari della locale Compagnia e del nucleo Ispettorato del lavoro di Crotone hanno eseguito una serie di servizi mirati al controllo delle aziende ubicate nell’area cirotana. I militari hanno proceduto all’arresto di un imprenditore, 45enne, per il reato di furto aggravato di energia elettrica, in quanto aveva realizzato un bypass tale da alimentare la propria azienda, direttamente con la rete pubblica. Nel medesimo contesto operativo, è stato denunciato un altro imprenditore cinquantenne, per aver impiegato cittadini extracomunitari, privi di permesso di soggiorno, per lavoro subordinato “in nero”. In particolare il personale del nucleo Ispettorato del lavoro di Crotone, ha individuato tre lavoratori “in nero” ed ha così adottato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, contestando tre maxi-sanzioni amministrative per un totale di 10.000 euro e recuperando contributi previdenziali ed assistenziali per un importo di 1.000 euro. Sempre in questi giorni, a Petilia Policastro, i carabinieri del Norm hanno denunciato due persone resesi responsabili di violazione degli obblighi derivanti dalla misura della sorveglianza speciale alla quale sono sottoposti. In particolare, gli stessi non avevano versato la cauzione di 1.000 euro, prevista dalla vigente normativa antimafia.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

furto energia carabinieri3I Carabinieri della compagnia di Crotone hanno arrestato a Cutro due uomini, padre e figlio, per furto di energia elettrica. Avevano realizzato nella loro azienda agricola in localita' "Cavalieri", un allaccio elettrico abusivo. I militari della locale stazione si sono avvalsi di una squadra di tecnici dell'azienda erogatrice di energia elettrica, chiedendo loro una perizia che ha confermato l'esclusione dei contatori privati con un allaccio abusivo alla rete pubblica. Dall'inizio dell'anno, in prvincia di Crotone, i Carabinieri hanno arrestato 40 persone per questa tipologia di condotta illecita.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

galleria cutro fsSaranno completati a fine mese gli interventi di manutenzione straordinaria e potenziamento infrastrutturale che Rete ferroviaria italiana sta realizzando sulla linea Sibari - Crotone - Catanzaro Lido (linea Jonica). Fino a sabato 30 settembre resta in vigore l'attuale offerta commerciale, consultabile nelle stazioni, uffici assistenza clienti e su tutti i canali informativi, telematici e on line del Gruppo FS, mentre il regolare programma di circolazione treni sara' ripristinato dal giorno successivo. "Il termine dei lavori, infatti, era inizialmente previsto per domenica 10 settembre - si legge nella nota di Rfi - ma un cedimento parziale della volta in galleria Cutro, tra Isola Capo Rizzuto e Cutro, ha causato un allungamento dei tempi programmati per realizzare l'importante opera di consolidamento del tunnel, con un'inevitabile posticipo della data di riapertura della linea. I cantieri, che hanno operato in via continuativa lungo l'intera tratta rinnovando quasi 40 km di binari, hanno anche eseguito adeguamenti al Piano Regolatore Generale (PRG) delle stazioni di Corigliano e Calopezzati, realizzando interventi in grado di innalzare i limiti di velocita' del tracciato, incrementandone gli standard di affidabilita' e sicurezza. L'investimento economico, circa 40 milioni di euro, si inserisce nel piu' ampio progetto di potenziamento complessivo che verra' sviluppato nei prossimi anni, da Rocca Imperiale sino a Reggio Calabria, per migliorare l' esperienza di viaggio sia in termini di tempi di percorrenza sia di accessibilita' al servizio".

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

incendio abitazione cutro vigili del fuocoQuesto pomeriggio, alle ore 16 circa, la squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Petilia Policastro e una di Crotone, sono intervenute con due automezzi nel Comune di Cutro, in via Arturi, per un incendio d' appartamento, posizionato su tre piani. L'incendio, sviluppatosi nel vano cucina, posto al primo piano, si è propagato per l'intero piano provocando ingenti danni. I vigili intervenuti immediatamente, hanno evitato che le fiamme si propagassero anche agli altri due piani, limitando i danni, anche alla struttura. Sul posto erano presenti i carabinieri di Cutro.

Pubblicato in Cronaca

finanza genericaApriva supermercati in tutta Italia, acquistava merce ottenendo dilazioni nei pagamenti, poi svuotavano i magazzini della merce, chiudevano i conti correnti e fuggivano senza lasciare traccia: i militari della Guardia di finanza hanno identificato i presunti responsabili, arrestando una persona e indagando altre cinque, tutti calabresi. L'operazione è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari ed è stata compiuta dai finanzieri della Tenenza di Altamura in collaborazione con il Nucleo PT/Gico di Milano e della Compagnia di Crotone. In particolare all'arrestato, Dante Mannolo, 49 anni di Cutro, che è ai domiciliari, sono stati contestati i reati di riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori. Secondo gli investigatori l'uomo sarebbe legato ad ambienti della criminalità organizzata calabrese e si sarebbe servito di numerosi prestanome per creare piccoli supermercati - il primo dei quali individuato ad Altamura - sistematicamente svuotati durante il primo anno di attività.

Pubblicato in Cronaca

armi cutro carabinieriSei fucili, due carabine e cinque pistole insieme ad altri 'accessori', come ottiche per mirini, silenziatori e munizioni per pistola: e' un piccolo arsenale quello che i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Crotone hanno rinvenuto e sequestrato in un'azienda agricola di Cutro al termine di una operazione di controllo alla quale hanno concorso militari delle Compagnie di Crotone, Ciro' Marina e Petilia Policastro, dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria e del Nucleo Cinofili, traendo in arresto due persone del luogo. Oltre sessanta uomini hanno rastrellato ampie zone del territorio di Cutro controllando abitazioni, stabilimenti, officine e aziende. Nel capanno di un'azienda agricola, nascosto nel serbatoio di un atomizzatore, e' stato trovato un pacco di plastica con all'interno oltre 225 proiettili per pistola, di calibro 9 e 9.21, tra cui poco meno di 50 classificati da armamento militare e dunque di detenzione vietata. Il ritrovamento ha indotto gli investigatori a approfondire il controllo e nella scatola del cambio di un piccolo escavatore abbandonato nei pressi di una casupola sono stati trovati involucri di cellophane nero che proteggevano fucili e pistole. In particolare due carabine calibro 22, sei fucili calibro 12, cinque pistole semiautomatiche o revolver, un silenziatore artigianale ed un'ottica di precisione. Molte di queste armi hanno la matricola abrasa o comunque resa illeggibile; una e' risultata anche rubata e sono in corso accertamenti per ricostruirne l'origine. Tutte, comunque, erano perfettamente funzionanti e corredate da una gran quantita' di proiettili per pistola: ben 667. I carabinieri hanno chiesto spiegazioni prima ad un uomo che lavora nell'azienda e poi al titolare i quali non hanno fornito giustificazioni. A casa di uno dei due, peraltro titolare di porto d'arma da caccia, durante una successiva perquisizione e' spuntato altro materiale detenuto illegalmente: 15 cartucce per pistola (tra cui anche calibro 9 parabellum, dunque, anch'esse munizionamento militare) e cinque da fucile calibro 12. I due interessati sono stati tratti in arresto per detenzione illegale di armi da sparo, oltre che di munizionamento da guerra e di armi clandestine, e tradotti in carcere.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 66 di 74