Martedì, 07 Luglio 2020

CRONACA NEWS

"Testificari evangelium gratiae" (At 20,24): questo il motto che campeggia sullo stemma episcopale di monsignor Angelo Raffaele Panzetta, arcivescovo eletto di Crotone-Santa Severina, collocato all'entrata del palazzo della diocesi.

Pubblicato in Attualita'

«In un momento difficile - si legge in una nota -, in forte contrasto con l'atmosfera di festa che solitamente contraddistingue questo periodo a Crotone, il gruppo Spanò (Cai Service e Puliverde) ha deciso di mettere a disposizione la propria esperienza pluriennale per cercare di regalare un po' di normalità alla comunità, sanificando per tutta la settimana la Basilica cattedrale che ospita l'effige della Madonna di Capocolonna e donando alla diocesi di Crotone e ai fedeli due piantane igienizzanti che verranno poste all'ingresso del Duomo e della Chiesa di Capocolonna, retta da don Bernardino Mongelluzzi. Dopo la consegna delle piantane, avvenuta ieri mattina alla presenza di Cesare Spanò e del rettore della Basilica cattedrale don Serafino Parise, ieri sera hanno avuto inizio le operazioni di sanificazione che proseguiranno fino a sabato, assicurando un po' di tranquillità in più ai fedeli che già stanno accorrendo numerosi per un momento di preghiera, pur nel rispetto delle norme per contrastare la diffusione del Covid-19».

Pubblicato in In primo piano

dodò messa 10 anni don ciotti"Lo sentiamo, sentiamo la sua voce graffiante. Lui continua a parlare, a gridare. Ma c'è bisogno di continuità, perché quello che conta è la memoria viva che si traduce ogni giorno in responsabilità". A dirlo don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, a Crotone per ricordare Domenico "Dodò" Gabriele, il bambino di 11 anni morto il 20 settembre del 2009 dopo essere stato ferito, il 25 giugno precedente, mentre giocava su un campo di calcetto in un agguato di mafia per il quale gli autori sono stati condannati all'ergastolo. Don Ciotti, presenti i genitori di Dodò, Giovanni e Francesca, ha celebrato messa nella Cattedrale di Crotone. Il sacerdote ha detto che il sacrificio di Dodò "non è stato vano, ma ha permesso di trasformare la paura in coraggio, il dolore immenso in responsabilità e impegno. La responsabilità deve essere di tutti noi, serve risvegliare le coscienze ed avviare una rivoluzione culturale, sociale, che metta al centro i diritti umani, le politiche per i giovani, le famiglie".

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

pino caiazzo collagePapa Francesco ha nominato arcivescovo di Matera-Irsina il reverendo Antonio Giuseppe Caiazzo, del clero dell'arcidiocesi di Crotone-Santa Severina, finora parroco e vicario episcopale per il clero e la vita consacrata. Lo riferisce il Bollettino della Santa Sede. Una folla di fedeli ha accolto la lieta notizia questa mattina. Emozione, commozione e gioia, infatti, si sono susseguite nella Basilica Cattedrale dove è avvenuta la lettura della bolla papale con la quale si nomina don Pino Caiazzo vescovo di Matera.

 

Il sindaco Vallone: «Per noi resterai sempre don Pino».

«La comunità di Crotone - scrive il sindaco Peppino Vallone - accoglie con gioia la nomina di don Pino Caiazzo a Vescovo di Matera. Ringrazio Papa Francesco che ha voluto posare il suo sguardo paterno sulla nostra città designando il "nostro" don Pino a ricoprire l'incarico di guida spirituale di una importante diocesi del nostro paese. La nomina vescovile rappresenta anche un importante riconoscimento per la Chiesa di Crotone guidata da monsignor Domenico Graziani. Un ringraziamento di cuore, oltre all'augurio per il suo futuro impegno, a don Pino Caiazzo che ha rappresentato un punto di riferimento fondamentale per la nostra gente ed in particolare per gli abitanti del quartiere Tufolo. Lo scorrere del lungo e positivo percorso alla guida della comunità parrocchiale di San Paolo è la dimostrazione di come la parola, il dialogo, la fede sono gli elementi cardine per l'unione e la crescita di una comunità. Don Pino ha visto nascere il quartiere, è stato uno dei protagonisti dello sviluppo di questa importante zona della nostra città. Ha "costruito" quella che è, ancora oggi, anche la mia parrocchia. Ha sostenuto con il suo impegno la casa di Dio le cui mura, simbolicamente, accolgono e reggono le mura di tutte le case delle famiglie del quartiere. Nel suo dialogo con la gente ha sempre usato parole semplici ma che colpivano il cuore di quanti hanno guardato alla Chiesa come punto di riferimento durante il percorso della loro vita. Ha espresso ed è stato testimone dei valori positivi che fanno da collante alla socializzazione di una comunità. Ha fatto in modo che una struttura eretta sulla pietra come la parrocchia di S. Paolo si arricchisse, ogni giorno, di altre piccole pietre rappresentate dalle vite di tutti gli abitanti delle case del quartiere per diventare un'unica costruzione. Di questa sua grande umanità lo ringrazio formulando, nel contempo, gli auspici per il suo impegno vescovile. La comunità di Crotone ti abbraccia. Per noi resterai sempre il don Pino».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

Il Giubileo della diocesi di Crotone-Santa Severina inizierà questa domenica (13 dicembre) alle ore 10 con l'apertura della Porta Santa della Basilica Cattedrale. La funzione partirà dalla chiesa dell'Immacolata. Considerando l'importanza di tale evento, l'arcivescovo Domenico Graziani ha disposto che dalle ore 9.30 alle ore 12 di domenica non sia celebrata nessuna messa su tutto il territorio diocesano, tranne che nella Cattedrale con una solenne celebrazione eucaristica presieduta dallo stesso arcivescovo e da tutto il clero diocesano.  Per tale occasione i parcheggi, per eventuali pullman, sarà disponibile il piazzale vicino il bar Nettuno (ingresso nord di Crotone), mentre per le auto si utilizzi la strada via Regina Margherita sopra e sotto. «Con la promulgazione della bolla di indizione Misericordiae Vultus - è scritto in una nota della Curia - papa Francesco ha indetto un Giubileo straordinario che ha come centro la Misericordia di Dio. Con un apposito decreto, l'Arcivescovo di Crotone-Santa Severina, monsignor Domenico Graziani, ha disposto che il Giubileo straordinario della Misericordia sia celebrato nella Diocesi di Crotone–Santa Severina. L'arcivescovo ha disposto, poi, che per questo evento ecclesiale diocesano si favorisca la partecipazione di tutte le realtà diocesane. Per l'occasione è stata istituita una speciale commissione giubilare composta da uno dei vicari generali e delegato a presiederla in caso di assenza dell'arcivescovo, dai vicari episcopali dei settori interessati e dai rettori e/o parroci delle chiese giubilari. Tale Commissione resterà in carica fino alla conclusione dell'Anno giubilare. L'Anno Santo si concluderà nel novembre 2016,  prima nelle chiese giubilari della Diocesi e nella Concattedrale di Santa Severina, quindi domenica 13 novembre 2016 con la chiusura della Porta della Misericordia nella Basilica Cattedrale di Crotone seguita da una solenne Liturgia Eucaristica di ringraziamento per questo speciale evento di grazia».


TUTTE LE DATE.
Giubileo della Curia Diocesana – 14 gennaio 2016 – Cattedrale
Giubileo degli Ammalati e Operatori Sanitari – 11 febbraio 2016 – Cattedrale
Giubileo dei Giovani – 13 marzo 2016 – Concattedrale
Giubileo delle Aggregazioni Laicali – 10 aprile 2016 – Isola Capo Rizzuto
Giubileo Mariano – 8 maggio 2016 – Cattedrale
Giubileo dei Sacerdoti e dei Diaconi – 23 giugno 2016 – Umbriatico
Giubileo del mondo del Volontariato – 16 luglio 2016 – Cutro
Giubileo dello Sport – 28 agosto 2016 – Belvedere Spinello
Giubileo delle Famiglie – 25 settembre 2016 – Torretta di Crucoli
Giubileo dei Catechisti – Mese di ottobre con data da stabilire - Mesoraca

Pubblicato in Cronaca