fbpx
Giovedì, 08 Dicembre 2022

CRONACA NEWS

Sarà allestita a partire da domani (ore 9-19) e fino a mercoledì mattina (ore 9-12), la camera ardente per le esequie del colonnello dei carabinieri Gabriele Mambor, tragicamente scomparso sabato scorso all'età di 49 anni durante un'immersione effettuata nelle acque di Crotone.

Pubblicato in Cronaca

ISOLA DI CAPO RIZZUTO E' morto il boss della 'ndrangheta Nicola Arena, capo dell'omonima cosca di Isola Capo Rizzuto, considerata tra le più potenti dell'organizzazione criminale calabrese. Arena, che aveva 85 anni ed era malato da tempo, è deceduto nella sua abitazione dove viveva da persona libera, avendo scontato tutte le condanne che gli erano state comminate. Si svolgeranno domani all'alba e senza corteo i funerali del boss. Lo ha disposto, per motivi di ordine pubblico, il questore di Crotone, Marco Giambra. Ai funerali di Arena, che si svolgeranno nel cimitero di Isola Capo Rizzuto, sarà consentita la partecipazione soltanto dei parenti più stretti del boss. Nicola Arena era stato arrestato più volte. Nel 1993 fu coinvolto, con l'accusa di associazione per delinquere di tipo mafioso, nell'operazione "Delta", condotta dai carabinieri, ma riuscì a sfuggire all'arresto, rendendosi irreperibile. Fu individuato e bloccato nel 1996 dagli stessi militari dell'Arma, che lo sorpresero in un terreno di sua proprietà ad Isola Capo Rizzuto. Successivamente era stato condannato a 14 anni di reclusione, 10 per associazione mafiosa e 4 per una serie di estorsioni commesse ai danni di alcuni villaggi turistici del crotonese.
Nel 2010 gli era stata inflitta un'altra condanna a 6 anni e 10 mesi di reclusione per rapina ed estorsione aggravata dal metodo mafioso. Condanna che aveva scontato, a causa dei suoi problemi di salute, agli arresti domiciliari.
Ad Arena erano stati anche confiscati i beni, consistenti in terreni agricoli e fabbricati che il Comune di Isola Capo Rizzuto aveva poi affidato ad alcune cooperative sociali.

Pubblicato in In primo piano

«Taisiia è il simbolo di pace, di unità della chiesa cristiana e bizantina. Simbolo di unità in una tragedia, quella che noi viviamo in Ucraina da otto anni e della tragedia avvenuta a Cantorato». Lo ha detto padre Vasyl Kulynyak, parroco della comunità ucraina della diocesi di Crotone, nell'omelia pronunciata durante i funerali della bambina ucraina morta domenica a causa di un incidente stradale.

Pubblicato in Cronaca

«Come aveva anticipato nella immediatezza della tragedia – informa una nota del comune di Crotone –, il sindaco Voce ha proclamato il lutto cittadino in occasione dei funerali di Taisiia, la piccola ucraina la cui scomparsa ha destato profondo dolore in tutta la comunità cittadina».

Pubblicato in Cronaca

Se ne va un’altra colonna storica del sindacato e della sinistra crotonese. Si è spento quest’oggi, all’età di 81 anni Francesco (detto Ciccio) Samà. Di origini melissesi, dove’è stato sindaco dal 1964 al 1970, ha speso gran parte della sua attività anche da sindacalista presso la Camera del lavoro di Crotone.

Pubblicato in In primo piano

COSENZA - E' stata aperta, nella chiesa di San Nicola a Cosenza - dove alle 16.30 saranno celebrati i funerali - la camera ardente della presidente della Regione Calabria Jole Santelli, morta nella notte tra mercoledì e giovedì. Lunghi applausi hanno accompagnato il feretro all'uscita dell'abitazione della governatrice ed all'arrivo in chiesa.

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 4