Lunedì, 28 Settembre 2020

CRONACA NEWS

hashish guardia finanzaI Baschi verdi del Gruppo di Crotone hanno arrestato un pregiudicato che circolava a bordo di un auto con 9,5 chilogrammi di hashish. I Finanzieri del comparto “Antiterrorismo pronto impiego”, agli ordini del capitano Michele Filomena, nell’ambito del dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti hanno sottoposto a controllo l’auto guidata da M.G. all’ingresso di Crotone.

Le Fiamme Gialle hanno fermato l’autovettura, una Fiat 500, dopo averla vista effettuare una serie di sorpassi in tratti di strada dove la segnaletica orizzontale ne vietava l’esecuzione e mettendo così a repentaglio l’incolumità degli utenti provenienti dal senso di marcia opposto. I baschi verdi hanno dunque bloccato e sottoposto a controllo mezzo e conducente.

Ancora grazie all’efficiente sistema informatico, denominato “Grifo”, ideato dal Comando generale del Corpo (consente ai militari operanti su strada di consultare le potenti banche dati in uso alla Guardia di Finanza attraverso speciali tablets), i Finanzieri hanno potuto constatare, nell’immediatezza, che si trovavano di fronte ad un soggetto pluripregiudicato con precedenti specifici in materia di sostanze stupefacenti.

A quel punto, i militari sono intervenuti con le unità cinofile antidroga, Babel e Val, che, segnalando la presenza di sostanza stupefacente, hanno innescato un’accurata ispezione veicolare da parte dei militari operanti la quale permetteva di rinvenire, suddivisi in panetti, 9,5 chilogrammi di hashish, abilmente occultati all’interno dell’autovettura, nelle intercapedini dei passaruota posteriori.

Le Fiamme Gialle pertanto hanno proceduto al sequestro della sostanza stupefacente, la quale se immessa sul mercato avrebbe fruttato oltre 100.000 euro, ed all’arresto dello spacciatore, nei confronti del quale, il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Crotone, ha disposto l’accompagnamento presso la casa circondariale di Crotone.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

carabinieri marijuana scarrigliaOperazione antidroga dei Carabinieri di Crotone nel popolare quartiere Fondo Gesu’ nel fine settimana appena trascorso, con l’arresto di un 40enne pregiudicato per reati specifici. Da alcune settimane i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, al comando del maresciallo ordinario Madaro avevano notato un insolito via-vai di ragazzi, soprattutto in orari serali, nei pressi di un palazzina popolare del quartiere Gesù. Dopo un lavoro di analisi, si era appurato che nella stessa vivesse un soggetto su cui già gravava una condanna per spaccio di sostanza stupefacenti: da qui la decisione di effettuare una perquisizione domiciliare d’iniziativa per accertare le cose. L’attività è iniziata verso l’ora di cena di venerdì 24 febbraio, bussando alla porta del sospettato, il quale forse pensando all’ennesimo cliente in cerca di una dose, apriva la porta direttamente senza neanche chiedere chi ci fosse dall’altra parte della stessa. Sconcerto, disorientamento e tremori: così Massimo Scarriglia, del 1977, ha accolto in casa i militari del Nucleo Radiomobile i quali, insieme ai colleghi della locale Stazione e del Nucleo Operativo, hanno iniziavano le attività di perquisizione. Scarriglia, ha ammesso da subito di detenere della sostanza stupefacente per mero uso personale e ha così consegnato spontaneamente una busta detenuta in un mobile in salotto con alcune dosi di hascisc, negando di avere altro. Peccato che lo stesso continuasse a manifestare un evidentissimo stato di agitazione: basti pensare che nel giro di 30 secondi lo Scarriglia aveva modo di stappare ben 3 birre e assaggiarle senza consumarle. Stato confusionale forse, sintomo di qualcos’altro da nascondere sicuramente. In cucina è stato infatti rinvenuto un bilancino di precisione e soprattutto, una volta iniziata la perquisizione della camera da letto matrimoniale, sono state rinvenute proprio sotto il letto, due buste con all’interno abbondante sostanza stupefacente: 500 grammi di marijuana e 200 grammi di hashish. Per l’uomo sono scattate quindi le manette, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giorno successivo il giudice al termine dell’udienza di convalida ha disposto per il 40enne gli arresti domiciliari. In queste ore i militari stanno inoltre segnalando ai servizi sociali del Comune di Crotone la situazione inerente la famiglia dell’arrestato, in considerazione del ritrovamento dell’ingente quantità di droga, nell’abitazione ove vivono anche 3 bambini piccoli, al fine di una idonea valutazione di competenza sulle condizioni di vita e di crescita dei minori.

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

A casa nascondeva 12 grammi di hashish, confezionata in dosi e quattro piante di cannabis indica, alte all’incirca un metro e mezzo ciascuna. B.S., quarantatreenne di origini liguri, ma crotonese di residenza, con precedenti di polizia, ha però avuto la sgradita sorpresa di ricevere all'improvviso una “visita” da parte dei Carabinieri del Norm-Aliquota Operativa della Compagnia di Crotone. La sua mattinata, da quel momento, ha assunto una svolta diversa, sfociata in uno stato di arresto, con conseguente restrizione agli arresti domiciliari. I militari erano arrivati a lui a seguito di perquisizioni di edifici effettuate insieme a unità cinofile della Compagnia speciale di Vibo Valentia. Nel corso della perquisizione è stato trovato anche un bilancino di precisione. L’uomo è stato tratto in arresto e condotto agli arresti domiciliari, d’intesa con il sostituto procuratore di turno presso il Tribunale di Crotone.

Pubblicato in Cronaca

cocaina gdf2La Guardia di finanza ha sequestrato 5 chilogrammi di hashish e mezzo chilo di cocaina durante un controllo sulla strada statale 106 in prossimita' del bivio di Isola Capo Rizzuto in direzione Crotone. Arrestato per traffico di sostanze stupefacenti C.D. di 46 anni, crotonese con precedenti di polizia. E' quanto si legge in una nota del comando provinciale. I Baschi verdi avrebbero controllato un'Alfa Romeo 159 sport wagon, condotta dal 46enne, con il contributo di un cane anti-droga. Il pastore tedesco, detto 'Vamos', avrebbe richiamato l'attenzione dei militari sulla parte posteriore dell'autovettura. Trasportato il mezzo in un'autofficina, dove sono state fatte smontare alcune parti della carrozzeria, sarebbero stati scoperti 10 involucri contenenti complessivamente 50 panetti di hashish ed uno di cocaina. Il 46enne è stato prontamente tratto in arresto per traffico di sostanze stupefacenti e recluso presso la casa circondariale di Crotone. Anche l'autovettura, di proprietà del responsabile, è stata sottoposta a sequestro.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

hashish carabinieri3Alla vista dei carabinieri hanno avuto un fare sospetto, tant'è che i militari li hanno avvicinati e identificati, travando poi nella tasca di uno dei due un panetto d'hashish. I Carabinieri di Crotone hanno così tratto in arresto G.O. di 47 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari stavano compiendo un servizio perlustrativo nel centro città e hanno notaro i due soggetti che avevano fare sospetto e sembrano confabulare. Alla vista della pattuglia, poi, hanno cercato di allontanarsi a passo spedito. Tutto ciò ha insospettito i carcabinieri che li ha fermati, avviando a loro carico le operazioni di identificazione con l'esibizione dei documenti e la consultazione della Banca Dati per la verifica di eventuali precedenti penali nei confronti dei due soggetti.

 

È stato però a seguito della perquisizione personale effetuata sul posto che sono arrivate le conferme ai sospetti maturati dagli investigatori: nella tasca del 47enne, infatti, era celato un panetto intero di hashish, per un peso totale di circa mezzo etto. I Carabinieri si sono quindi recati presso l'abitazione dell'uomo, verso cui è stata effettuata un'ulteriore perquisizione domiciliare. Anche questa ha dato esito positivo ai militari, in quanto in un cassetto del comò sono stati rinvenuti due bilancini di precisione, perfettamente funzionanti. L'uomo, è stato quindi dichiarato in stato d'arresto in flagranza di reato, e su disposizione del sostituto procuratore di turno è stato posto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione dell'udienza di convalida.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

hashish carabinieri2I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Crotone hanno tratto in arresto Guglielmo Frio di 50 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il controllo è avvenuto all'interno di un bar di via Tommaso Campanella. I militari, una volta entrati nel locale per effettuare un controllo di routine, hanno notato Frio, già noto alle forze dell'ordine, che giocava a carte con altri soggetti e che palesava un certo nervosismo. Sottoposto a perquisizione personale, l'uomo è stato quindi trovato in possesso di una "barretta" di haschisc di circa dieci grammi, e successivamente all'interno dell'autovettura parcheggiata fuori dal locale sono stati rinvenuti ulteriori 100 grammi della medesima sostanza. A completamento dell'operazione, è stata trovata e posta sotto sequestro un'altra manciata di grammi di marjuana all'interno dell'abitazione dello stesso Frio. L'uomo è stato condotto presso la caserma e, a seguito delle operazioni di fotosegnalamento, è stato tradotto agli arresti domiciliari su disposizione del sostituto procuratore di turno in attesa dell'udienza di convalida.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca