Mercoledì, 12 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

ISOLA CAPO RIZZUTO - I carabinieri forestali hanno scoperto, nei giorni scorsi, due fabbricati abusivi non ancora ultimati a Isola Capo Rizzuto nella località Suvereto, in un'area agricola. I manufatti sono stati posti sotto sequestro. Due persone, responsabili degli abusi, sono state deferite all’Autorità giudiziaria.

Pubblicato in Cronaca

ISOLA CAPO RIZZUTO - La squadra di Polizia edilizia, ripartita dopo l’emergenza Covid con gli accertamenti in materia di abusivismo, ha riscontrato la presenza di due manufatti abusivi in corso d'opera, entrambi in totale assenza del permesso a costruire.

Pubblicato in Cronaca

demolizioni le cannella punta cannoneISOLA CAPO RIZZUTO – Sono in corso le demolizioni di due manufatti abusivi costruiti anni fa su suolo comunale a Le Cannella in località “Punta Cannone”. Entrambi gli immobili sono stati riconosciuti nella disponibilità di soggetti legati alla criminalità organizzata. La villetta è di circa 200 mq, mentre lo scheletro in cemento non terminato è di circa 300 mq. I manufatti erano oggetto di confisca ed assegnati al Comune di Isola che, anche in ottemperanza alla convenzione sottoscritta con la Procura della Repubblica, ha ritenuto di demolirli. A tenere sotto controllo gli interventi di demolizione ci sono gli uomini della Polizia locale coordinati dal comandante Francesco Iorno.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

sequestro manufatti cirò marina carabinieriUndici manufatti realizzati abusivamente sono stati sequestrati a Ciro' Marina, nel Crotonese, dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Crotone e delle stazioni Carabinieri di Ciro' Marina e Torre Melissa e del gruppo Carabinieri Forestale di Crotone. I militari hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip Michele Ciociola su richiesta formulata dal Procuratore della Repubblica di Crotone Giuseppe Capoccia.

sequestro manufatto abusivo strongoli marina2Il provvedimento, secondo quanto reso noto, ha determinato il sequestro di un'area di circa un ettaro di terreno ad altissimo rischio idrogeologico (classificato R4 dal Piano Assetto Idrogeologico della Regione Calabria) ricadente all'interno del demanio fluviale posto in prossimita' della foce del fiume Lipuda di Ciro' Marina, fronte spiaggia ed all'interno dell'alveo del fiume. Gli accertamenti svolti avrebbero permesso di appurare che, da oltre un ventennio, cittadini del luogo avevano proceduto ad edificare ben undici manufatti. Gli edifici, per lo piu' utilizzati nel periodo estivo quali case vacanze, comprendevano anche un bar ristorante di grosse dimensioni posto nelle immediate adiacenze del litorale.

sequestro manufatto abusivo strongoli marina3L'intera area, che presentava una recinzione perimetrale con mura in cemento alte piu' di due metri, era accessibile esclusivamente mediante alcuni cancelli in ferro e veniva utilizzata e gestita da un unico nucleo familiare. Tra i sette indagati, sei dei quali dovranno rispondere in concorso di illecita occupazione di demanio fluviale, anche un ex dipendente del Comune di Ciro' Marina, che, nella sua qualita' di responsabile dell'area tecnica, deve rispondere di falsita' ideologica commessa da pubblico ufficiale ed abuso d'ufficio.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

manufatti abusivi crotoneLotta serrata all’abusivismo edilizio da parte della Polizia municipale di Crotone coordinata dal comandante Francesco Iorno. Questa settimana, infatti, la squadra edilizia della polizia locale ha accertato la presenza di 3 manufatti abusivi in localita' Farina, tre manufatti abusivi in localita' Scifo di Capocolonna ed un manufatto abusivo sul lungomare di via Cristoforo Colombo. I primi tre consistono in tettoie realizzate in ferro e legno, imbullonati stabilmente al pavimento con chiusure laterali realizzate con finestre in alluminio e vetro. A Scifo invece sono stati sottoposti a sequestro preventivo tre manufatti in legno di varie dimensioni costruiti su platea di cemento. Infine sul lungomare cittadino, sul lastrico solare di un immobile adibito a noto esercizio pubblico era stata realizzata una copertura configurante di fatto sopraelevazione. Tutto quanto accertato risulta privo dei titoli autorizzativi e concessori. I proprietari e i committenti sono stati denunciati all'Autorita' giudiziaria ed i manufatti in corso di realizzazione sono sottoposti a sequestro. Con l'arrivo della primavera ed il bel tempo le attivita' di accertamento edilizio saranno intensificate.

Pubblicato in Cronaca

via pastificio strada racuperataRestituita alla collettività una strada chiusa da manufatti abusivi nel quartiere Acquabona. «La via della legalità – è scritto in una nota – non è solo un concetto astratto. Nel caso specifico della strada limitrofa a via Pastificio nel quartiere Acquabona prende significato concreto. Un’azione specifica di legalità frutto dell'accordo di programma per il "progetto di legalità" e della sinergia istituzionale instaurata dal sindaco Ugo Pugliese con il procuratore della Repubblica Giuseppe Capoccia e il prefetto Vincenzo De Vivo. Il Comune, dopo l'azione di demolizione dei manufatti abusivi che occludevano il passaggio, ha completato i lavori di adeguamento della strada che si immette da via Pastificio verso il quartiere. Una azione condotta con discrezione e profonda efficacia dalla Procura della Repubblica che ha coordinato le attività in stretta sinergia con la Prefettura, il Comune e le forze dell'Ordine. Si tratta di un momento importante per la città e particolarmente significativo nell'ambito del sottoscritto "progetto di legalità" perché si restituisce alla comunità una strada resa in precedenza inaccessibile da manufatti abusivi e che, tra l'altro, insiste parallelamente ad istituti scolastici. Un segnale forte del percorso di legalità intrapreso che arriva anche visivamente alla città ed ai giovani studenti in particolare che vivono la quotidianità di quell'area finalmente restituita alla vivibilità e fruibilità della comunità cittadina».

 

 

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2