fbpx
Giovedì, 18 Agosto 2022

CRONACA NEWS

scacchi migrantiAnche 6 migranti del "Regional Hub" di Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto, hanno aderito alla 24esima edizione del festival internazionale di scacchi "Leonardo Di Bona", che si svolge annualmente nella citta' di Cutro. La partecipazione a questo torneo trae spunto da un apposito progetto sul gioco degli scacchi realizzato all'interno del Centro d'Accoglienza di Sant'Anna a cura di Kamran Mohammad, mediatore culturale della Miser.Icr (ente gestore del Centro) nonche' istruttore di scacchi. I 6 migranti, provenienti da Iraq, Bangladesh e Nuova Guinea, Iraq, sono stati accolti calorosamente dall'amministrazione comunale di Cutro, guidata dal sindaco Salvatore Di Vuono, e da tutta la popolazione cutrese. "Quest'anno - ha commentato in proposito il vicesindaco Anna Battaglia - il torneo di scacchi si arricchisce di nuove figure, dal momento che abbiamo dato la possibilita' di partecipare alla competizione anche ai migranti del Regional Hub di Sant'Anna. Ancora una volta, dunque, Cutro si presenta come una terra che accoglie ed integra attraverso la cultura". "Mi auguro - ha aggiunto il vicesindaco - di poterli ospitare anche in altri tornei di diverse discipline sportive che solitamente vengono organizzati dall'amministrazione comunale".

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

area verde cara“Rifiorisce il Centro”. Questo lo slogan scelto per la manifestazione che ha visto protagonisti i migranti del Regional Hub di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto, che questa mattina hanno piantato fiori ed alberelli in un’area del Centro d’accoglienza destinata al verde. L’iniziativa, promossa dal direttore del Regional Hub di Sant’Anna Vitaliano Fulciniti, ha visto la presenza del prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, che ha inaugurato l’area verde con tanto di taglio del nastro. Obiettivo dell’iniziativa, è quello di valorizzare e promuovere la cura degli spazi verdi presenti nel Centro, attraverso il coinvolgimento diretto degli stessi migranti. Saranno loro, infatti, a prendersi cura della manutenzione dell’area verde, e più in particolare se ne occuperà un gruppo di 10 volontari provenienti da Costa d’Avorio, Senegal Gambia e Nigeria, sotto l’attenta regia del personale della Miser.Icr. Complessivamente sono state piantate 30 piante floreali, 15 alberi di melograno e 10 alberi di ulivo, alcuni dei quali simbolicamente interrati dai bambini ospiti del Centro. Le piante floreali sono state donate da Pandora Vetere, titolare di un vivaio di Isola Capo Rizzuto, che ha omaggiato i migranti del Regional Hub di Sant’Anna di 100 piantine di fiori.

prefetto direttore cara inaugurazione area verdeLa sempre crescente cura degli spazi aperti del Centro, collima con la prospettiva segnata dal Prefetto di Crotone Cosima di Stani, che ha esortato a porre in essere iniziative che consentano allo straniero di sentirsi accolto e coccolato come in una vera e propria “casa”. “Vogliamo rendere il Centro d’accoglienza - ha osservato il direttore Vitaliano Fulciniti - un “giardino fiorito” dove l’essere umano, i suoi bisogni e la sua “voglia di bellezza” siano sempre messe in risalto con giornate tematiche e progettazioni ad hoc”. “L’operazione di piantumazione - ha spiegato Fulciniti - è stata effettuata direttamente dai nostri ospiti, i quali successivamente avranno anche il compito di prendersi cura dell’area verde, e ciò al duplice fine di impegnare proficuamente il loro tempo ma anche di responsabilizzarsi rispetto al mantenimento di quella parte di “bello” che loro stessi hanno contribuito a realizzare”. “Proprio sul concetto di autoresponsabilità e di cura dei propri spazi – ha concluso il direttore – tenderanno in futuro tutta una serie di progetti atti a far “Rifiorire il Centro” e rendere più piacevole il soggiorno dei richiedenti protezione”.

 

 

Pubblicato in Cronaca

nave migrantiUn barcone con a bordo 264 migranti e' stato soccorso nel mar Ionio, a circa 30 miglia da Crotone. La centrale operativa della Guardia costiera, che ha coordinato il soccorso, ha inviato nella zona nave Diciotti e due motovedette della stessa Guardia Costiera oltre a due mezzi inseriti nel dispositivo Frontex: nave P02 Monte Cimone della Guardia di Finanza il pattugliatore inglese Hmc Protector.

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

immigrati guardia finanzaUn veliero di 12 metri, battente bandiera tedesca, con a bordo 58 cittadini extracomunitari, e' stato intercettato da un'unita' navale della Sezione operativa aeronavale della Guardia di finanza di Crotone. A bordo del natante, individuato nella notte, ad un miglio dalla costa al largo di Capo Colonna, c'erano 33 uomini, nove donne e 16 minori accompagnati, tutti di nazionalita' curdo-irachena. Il veliero e' stato scortato dal mare aperto fino al Porto di Crotone dove sono state avviate le operazioni di sbarco e di controllo sanitario e foto segnalamento. Le condizioni dei profughi sono giudicate buone. A terra assieme ai finanzieri ha operato il dispositivo di accoglienza predisposto dalla Prefettura che vede il coinvolgimento delle forze dell'ordine e delle associazioni di volontariato. I migranti verranno condotti nella struttura di accoglienza S. Anna. Indagini sono state avviate per accertare la presenza di scafisti a bordo.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

sbarco migranti pioggiaE' giunta questa mattina nel porto di Crotone la nave "Open Arms", con a bordo 378 migranti. Le pessime condizioni del mare hanno ritardato l'arrivo che era previsto per le prime ore del giorno, mentre le operazioni d sbarco avvengono sotto la pioggia battente che da alcune ore cade su Crotone. Appena la nave ha attraccato alla banchina, i migranti hanno intonato un canto di preghiera alla fine del quale tutti hanno fatto il segno della croce. Dopo l'identificazione i migranti, tra i quali molti eritrei e alcuni pakistani, donne e bambini, saranno trasferiti, come da piano di riparto del ministero dell'Interno, nelle regioni Lombardia, Lazio, Veneto, Toscana, Puglia, Liguria, Marche e Molise. In Calabria resteranno circa 60 migranti. La Prefettura di Crotone sta coordinando le procedure per il primo soccorso, alle quali prendono parte, tra gli altri, la Capitaneria di Porto, la Questura con il supporto delle altre forze di polizia, l'Azienda sanitaria provinciale ed il settore Servizi Sociali del Comune di Crotone.

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

gommone sbarco

(Foto: Repertorio)

Trentatre' migranti, somali e afghani, fra cui 17 uomini, 13 donne e 3 minori accompagnati, sono stati intercettati nella notte, al largo di Crotone, in localita' Gabella. La richiesta di aiuto e' partita dalla stessa imbarcazione dei migranti, con una telefonata ai Carabinieri che si sono subito attivati allertando la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Crotone. Quest'ultima ha raggiunto con una motovedetta la barca, effettuando il trasbordo dei passeggeri. La Prefettura di Crotone ha coordinato le procedure per il primo soccorso e l'accoglienza, effettuate da personale della Questura e dei Carabinieri, della Capitaneria di Porto e dell'Azienda Sanitaria provinciale. E' stato allertato anche il sindaco di Crotone nell'eventualita' che vi fossero minori non accompagnati. Le operazioni - rende noto la prefettura - si sono svolte nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza. Gli immigrati, tutti in discrete condizioni fisiche, sono stati sottoposti agli accertamenti sanitari e sono stati temporaneamente trasferiti al Cda-Cara di Isola Capo Rizzuto.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 8 di 15